Teatro Sanzio (Urbino): ecco la nuova stagione 2015/2016

0
1159
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoUna nuova, ricca e curiosa stagione di spettacolo dal vivo attende il pubblico al Teatro Sanzio su iniziativa del Comune di Urbino in collaborazione con AMAT. Ad inaugurare il cartellone – che presenta sette appuntamenti per la sezione dedicata alla prosa (in abbonamento) – è il 9 ottobre Toquinho, una leggenda vivente della musica internazionale accompagnato dalla sua inconfondibile chitarra protagonista di una serata all’insegna della storia della musica brasiliana e mondiale.

Diretti da Michele Placido, due attori molto amati della scena italiana, Ambra Angiolini e Francesco Scianna, sono i protagonisti il 12 novembre dell’inaugurazione della stagione in abbonamento con Tradimenti, una delle opere più note del Premio Nobel Harold Pinter. Robert ed Emma sono apparentemente una coppia felicemente sposata, hanno successo nei loro rispettivi lavori e sono buoni amici di Jerry e sua moglie Judith. A una festa Jerry confessa ad Emma di amarla e lei ricambia lo stesso sentimento. Ma Robert il più perspicace, il più arguto, il più scaltro dei tre personaggi si accorge dell’infedeltà di sua moglie e infine Emma schiacciata dalle proprie bugie e dal tradimento finalmente confessa. L’11 dicembre Alessandro Preziosi porta in scena in veste di interprete e regista Don Giovanni. Lo spettacolo rappresenta per il bell’attore il compimento di una particolarissima trilogia di ambientazione seicentesca che ha attraversato Amleto, Cyrano per approdare a Don Giovanni. Toni drammatici e comici si incrociano di continuo nel testo di Molière e proprio questa compresenza fa emergere un materiale drammaturgico teso a coniugare l’esaltazione ed il senso tragico del personaggio, mito dell’individualismo moderno. Il nuovo anno si apre il 13 gennaio con Massimo Ghini alle prese con la travolgente comicità di Un’ora di tranquillità, un testo di Florian Zeller, uno dei più apprezzati drammaturghi francesi contemporanei, mai rappresentato in Italia. Un cast d’eccezione composto da Galatea Ranzi, Claudio Bigagli, Gea Lionello, Massimo Ciavarro, Luca Scapparone e Alessandro Giuggioli dà vita, accanto a Ghini, a una commedia moderna, brillante e divertente, campione d’incassi in Francia. Da Ludovico Ariosto a Giovanni Boccaccio prosegue il viaggio nella letteratura italiana della collaudata coppia Stefano Accorsi e Marco Baliani che dopo Orlando furioso portano a teatro il 26 gennaio Decamerone. Vizi, virtù, passioni, liberamente tratto da Decamerone di Giovanni Boccaccio nell’ambito del Progetto Grandi Italiani di Marco Baliani, Stefano Accorsi e Marco Balsamo. Reduci dal successo di America’s Got Talent del 2013, i Catapult arrivano al Sanzio il 23 febbraio con il loro show mozzafiato di ombre danzanti, Magic shadows. I Catapult nascono dal genio creativo di Adam Battelstein danzatore e coreografo del famoso Pilobolus Dance Theater,. Utilizzando il corpo umano al massimo della propria capacità espressiva, formidabili ballerini riescono a stupire il pubblico creando delle figure apparentemente impensabili con dei semplici giochi di luci/ombre: e così nel buio ecco apparire, come per magia, un elicottero, un castello, un fiore o un pinguino. Uno spettacolo che conduce adulti e bambini in un mondo fatato, in cui gioia, entusiasmo e sorpresa sono assicurati per tutti. Quando comincia la nuova mafia? Come ha cambiato la vita della Sicilia e dell’Italia? Che cosa ci resta ancora da fare e da sperare con sconfiggerla? Sono solo alcuni degli interrogativi che il Procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso si pone nel suo libro Per non morire di mafia che viene riproposto in versione teatrale da Sebastiano Lo Monaco il 15 marzo. La conclusione della stagione il 19 aprile è con Virginia Raffaele che fa vivere in teatro con Performance – diretta da Giampiero Solari – le sue maschere più popolari: Ornella Vanoni, Belen Rodriguez, il Ministro Boschi, la criminologa Bruzzone e tante altre ancora. Donne molto diverse tra loro, che tra arte, spettacolo, potere e politica sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea. Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia e della satira.

La proposta del Sanzio non si esaurisce nella stagione di prosa ma si completa da novembre con Urbino in musica, seconda stagione musicale realizzata in collaborazione con la Cappella Musicale S.S. Sacramento e da gennaio con A teatro con mamma e papà, appuntamenti domenicali pomeridiani di teatro per tutta la famiglia, Teatroltre tracce di teatro contemporaneo e La città in scena esperienze di teatro amatoriale.

———–

ABBONAMENTI

24 | 25 ottobre

rinnovo con conferma del posto

26 | 27 ottobre

rinnovo con possibilità di cambio posto

28 | 29 | 30 ottobre

nuovi

———–

BIGLIETTERIA TEATRO SANZIO

dalle ore 16 alle ore 20

dal 4 novembre

vendita abbonamenti presso biglietterie del circuito AMAT

———–

PROSA [7 spettacoli]

settore A € 123,00 ridotto* € 92,00

settore B € 92,00 ridotto* € 73,00

settore C € 61,00

———–

BIGLIETTI

dall’11 novembre

biglietti per tutti gli spettacoli

———–

BIGLIETTERIA TEATRO SANZIO 0722 2281

il giorno precedente la rappresentazione dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 20

nei giorni di spettacolo dalle ore 16 fino ad inizio rappresentazione

la domenica di spettacolo dalle ore 15.30

———–

AMAT 071 2072439

lunedì – venerdì dalle ore 10 alle ore 16

biglietteria on line www.vivaticket.it

———–

PROSA

settore A € 20,00 ridotto* € 15,00

settore B € 15,00 ridotto* € 12,00

settore C € 10,00

* giovani fino a 24 anni, studenti e convenzionati vari. Per Magic shadows riduzione anche per iscritti scuole danza

———–

INFORMAZIONI

AMAT

corso Mazzini 99, Ancona

071 2072439 | www.amatmarche.net

****

SERVIZIO CULTURA E TURISMO

0722 309222 / 309602

[lunedì – sabato; orario 8 – 14]

www.urbinoculturaturismo.it | urbino.cultura@comune.urbino.ps.it

———–

BIGLIETTERIA TEATRO SANZIO

corso Matteotti, Urbino

0722 2281

CALL CENTER

071 2133600

———–

INIZIO SPETTACOLI

ore 21

 

LEAVE A REPLY