Fondazione Arena di Verona: ecco la nuova stagione sinfonica 2015-2016

0
375
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Ennevi
Foto di Ennevi

La Stagione Sinfonica 2015-2016 della Fondazione Arena di Verona prende il via sabato 17 ottobre 2015 per concludersi domenica 22 maggio 2016.

Quest’anno si ampliano gli appuntamenti sinfonici: dieci i concerti al Teatro Ristori e sei al Teatro Filarmonico, che spaziano dal Barocco fino agli autori contemporanei, oltre alla serata speciale del Concerto di Capodanno il 31 dicembre 2015 per festeggiare insieme la lunga notte di San Silvestro.

Si riconferma la presenza di direttori di fama internazionale, alla guida dell’Orchestra e del Coro dell’Arena di Verona, e la partecipazione di importanti solisti e giovani artisti della scena sinfonica mondiale che arricchiscono la proposta concertistica.

Tutti i concerti della Stagione 2015-2016 hanno inizio alle ore 20.30 per la prima serata e alle ore 17.00 in replica, ad eccezione del Concerto di Capodanno che si tiene alle ore 21.30.

Gli appuntamenti al Teatro Ristori

Sabato 17 ottobre 2015 si apre la Stagione Sinfonica 2015-2016 con il concerto, in replica domenica 18 ottobre, diretto da Pietro Borgonovo con la partecipazione del flautista Davide Formisano. La serata presenta la Sinfonia n. 1 in re maggiore di Franz Joseph Haydn, seguita dall’Andante K. 315 in do maggiore per flauto e il Rondò K. 373 in re maggiore per flauto di Wolfgang Amadeus Mozart; quindi è la volta della Carmen Fantasy di Pablo de Sarasate, per poi concludere con la Sinfonia n. 4 op. 90 in la maggiore detta “Italiana” di Felix Mendelssohn.

Sabato 24 e domenica 25 ottobre il secondo appuntamento sinfonico al Teatro Ristori vede Claudio Scimone impegnato a dirigere l’Orchestra areniana nell’esecuzione della Musica per i reali fuochi d’artificio HWV 351 di Georg Friedrich Händel, quindi il Concerto per pianoforte n. 17 K. 453 in sol maggiore di Mozart con solista Andrea Bacchetti, seguito dalla Sinfonia n. 2 in re maggiore di Muzio Clementi.

Sabato 21 novembre, in replica il giorno successivo domenica 22, il terzo concerto vede salire sul podio del Teatro Ristori Jan Latham Koenig per un programma che va dal Barocco al Novecento. Apre la Sinfonia in si minore D. 759 “Incompiuta” di Franz Schubert, seguita dall’aria Gelido in ogni vena dal Farnace di Antonio Vivaldi e da L’angue offeso mai riposa dal Giulio Cesare di Händel, per concludere con il Gloria di Francis Poulenc. Protagonista la voce del Controtenore Kacper Szelazek.

Sabato 28 e domenica 29 novembre il direttore Pablo Mielgo guida l’Orchestra areniana nell’esecuzione dell’Ouverture de Gli schiavi felici di Juan Crisóstomo Arriaga, seguita dal Concerto d’Aranjuez per chitarra di Joaquín Rodrigo in cui spicca il virtuosismo del chitarrista Emanuele Segre, per concludere con l’esecuzione della Sinfonia n. 3 op. 56 in la minore “Scozzese” di Mendelssohn.

Si giunge, quindi, al nuovo anno con il quinto appuntamento della stagione al Teatro Ristori: sabato 27 e domenica 28 febbraio 2016 vedremo il direttore Marco Boemi dirigere Ouverture, Scherzo e Finale per orchestra op. 52 in mi maggiore di Robert Schumann e il Concerto per tromba e orchestra in mi bemolle maggiore di Haydn, con solista Massimo Longhi. Conclude la Sinfonia n. 4 op. 120 in re minore ancora di Schumann.

Il sesto appuntamento al Ristori prevede martedì 8 marzo alle 20.30 e mercoledì 9 marzo alle 17.00 un concerto corale eseguito dal Coro femminile dell’Arena di Verona, diretto da Vito Lombardi.

Il settimo, invece, prettamente sinfonico sarà venerdì 18 e sabato 19 marzo: il direttore Xu Zhong dirige la Sinfonia n. 35 K. 385 in re maggiore “Haffner” di Mozart, seguita dal Concerto n. 1 per corno in re maggiore di Haydn che vede solista Andrea Leasi, per concludere con la Sinfonia n. 36 K. 425 in do maggiore “Linz” ancora di Mozart.

La stagione prosegue sabato 2 e domenica 3 aprile con la bacchetta di Gudni Emilsson impegnata a guidare il violino solista di Aiman Mussakhajayeva nel Concerto per violino di Aram Il’ič Khačaturjan, seguito dalla Sinfonia n. 8 op. 88 in sol maggiore di Antonín Dvořák.

Penultimo concerto al Ristori venerdì 22 e sabato 23 aprile, in cui Philipp von Steinaecker dirige il pianista Alberto Nosè nel Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 op. 73 in mi bemolle maggiore detto “L’Imperatore” di Ludwig van Beethoven. Nella seconda parte, il programma presenta il Divertissement da Les fêtes d’Hébé di Jean Philippe Rameau e la Suite da Pulcinella di Igor Stravinsky.

La bacchetta di Roman Brogli-Sacher conclude gli appuntamenti al Teatro Ristori venerdì 29 e sabato 30 aprile, dirigendo l’Ouverture D. 591 op. 170 in do maggiore “In stile italiano” di Schubert ed il Concerto per clarinetto e orchestra K. 622 in la maggiore di Mozart, in cui troviamo Giampiero Sobrino allo strumento solista. Conclude l’esecuzione della Sinfonia n. 1 op. 21 in do maggiore di Beethoven.

Gli appuntamenti al Teatro Filarmonico

Il primo appuntamento al Teatro Filarmonico è in programma per la notte di Capodanno giovedì 31 dicembre 2015 alle ore 21.30, con l’esecuzione di musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Johann Strauss e Leonard Bernstein, dirette da Andrea Battistoni e con la partecipazione del violinista Giovanni Andrea Zanon e del Soprano Jessica Pratt.

Il primo appuntamento in abbonamento è invece per sabato 9 e domenica 10 gennaio 2016, in cui il direttore Federico Ferri guida l’Orchestra areniana nel Concerto per pianoforte e orchestra n. 23 K. 488 in la maggiore di Mozart, in cui spicca il virtuosismo del pianista Federico Colli, impegnato poi insieme al Coro dell’Arena di Verona nella Fantasia corale op. 80 per pianoforte, coro e orchestra di Beethoven. Segue l’esecuzione della Sinfonia D. 944 in do maggiore “La grande” di Schubert.

L’offerta concertistica prosegue il successivo fine settimana, sabato 16 e domenica 17 gennaio, con il concerto-spettacolo DanteXperience ideato e diretto registicamente e musicalmente da Vittorio Bresciani, con l’assistente alla regia Gianluca Brigo e la partecipazione delle voci recitanti di Ugo Pagliai e Chiara Degani, dell’Orchestra e del Coro femminile dell’Arena di Verona, impegnati nell’esecuzione della Francesca da Rimini, Fantasia sinfonica da Dante op. 32 di Čajkovskij e la Dante-Symphonie per coro femminile e orchestra di Franz Liszt.

Nel weekend di San Valentino, sabato 13 e domenica 14 febbraio, il direttore Giampaolo Bisanti è impegnato a dirigere La bella melusina op. 32 e il Concerto per violino e orchestra op. 64 mi minore di Mendelssohn, per il quale torna il violino di Giovanni Andrea Zanon. Completa il programma l’esecuzione del Magnificat di John Rutter con la partecipazione del Coro areniano.

Giovedì 24 e venerdì 25 marzo il Concerto di Pasqua, diretto da Francesco Ivan Ciampa, presenta lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi, Romeo e Giulietta di Vittorio Vedovato e Vetrate di chiesa di Ottorino Respighi.

La stagione al Teatro Filarmonico riprende venerdì 13 e sabato 14 maggio con Roman Brogli-Sacher impegnato a dirigere un articolato programma. Dal Concerto per pianoforte, violino e violoncello op. 56 in do maggiore di Beethoven, che vede impegnato il Trio Johannes composto da Claudio Voghera al piano, Francesco Manara al violino e Massimo Polidori al violoncello, a Il cappello a tre punte, Suite n. 1 di Manuel de Falla; per passare poi ai Tre canti popolari russi op. 41 di Sergej Rachmaninov e concludere con Chôros n. 10 “Rasga o coração” di Heitor Villa-Lobos.

Con il concerto di venerdì 20 e domenica 22 maggio 2016 si conclude la Stagione Sinfonica 2015-2016 al Teatro Filarmonico. Torna sul podio Xu Zhong per dirigere il pianoforte di Orazio Sciortino, oltre a Orchestra e Coro areniani. Il programma apre con Ma Mère l’Oye: Cinque pezzi infantili per orchestra (Suite) di Maurice Ravel, cui seguono le Variazioni sinfoniche per pianoforte e orchestra di César Franck e chiude il Requiem op. 48 per soprano, baritono, coro misto, organo e orchestra di Gabriel Fauré.

Un ringraziamento particolare va ad AGSM, storico gruppo industriale leader nel settore energetico, che da quest’anno supporta l’intera mission culturale della Fondazione Arena di Verona, sostenendone generosamente l’attività artistica sia per le Stagioni Opera, Balletto e Sinfonica al Teatro Filarmonico e al Teatro Ristori, sia per il Festival lirico in Arena, che per le attività didattiche rivolte alle nuove generazioni.

Si ringraziano anche gli Sponsor Ufficiali della Stagione Artistica 2015-2016 di Fondazione Arena al Teatro Filarmonico e al Teatro Ristori di Verona: Volotea, la compagnia aerea low cost impegnata da quest’anno a diffondere nei cieli europei l’amore per l’Opera, e Banco Popolare che, per il settimo anno consecutivo, conferma il suo importante sostegno all’attività invernale della nostra Fondazione.

Informazioni

Ufficio Stampa Fondazione Arena di Verona – Via Roma 7/D, 37121 Verona

tel. (+39) 045 805.1861-1905-1891-1939 – fax (+39) 045 803.1443

ufficio.stampa@arenadiverona.itwww.arena.it

Biglietti

Prezzi da € 10,00 a € 24,00

Concerto di Capodanno da € 30,00 a € 50,00


Biglietteria di via Dietro Anfiteatro

Via Dietro Anfiteatro 6/b – 37121 Verona

Tel. 045 596517 – Fax 045 8013287 – biglietteria@arenadiverona.it

Call center 045 8005151 – www.arena.it

Orari

da lunedì a venerdì 9:00-12:00 15:15-17:45

sabato 9:00-12:00

Biglietteria del Teatro Filarmonico

Via dei Mutilati 4/k – 37122 Verona

Tel. 045 8002880 – Fax 045 8013266

Orari

da lunedì a venerdì 12:00-17:45

sabato 10:00-12:45

nei giorni di spettacolo 12:00-fino a inizio spettacolo

sabato 10:00-12:45 17:00-fino a inizio spettacolo

domenica 10:00-fino a inizio spettacolo

La biglietteria al Teatro Ristori (via Teatro Ristori, 7 – 37122 Verona) è aperta dalle due ore precedenti l’inizio dello spettacolo.

LEAVE A REPLY