OPER.A 20.21- Fondazione Haydn di Bolzano e Trento

0
258
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Bolzano e Trento unite dall’opera: una Stagione d’Opera Regionale che la Fondazione Haydn di Bolzano e Trento organizza fra novembre 2015 e aprile 2016 nei due capoluoghi, dando così corpo a un progetto, inedito e di vasto respiro, che fa tesoro delle precedenti esperienze della Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano e del Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento. L’importante novità non è la sola: a firmare la Direzione Artistica è Matthias Lošek, incaricato dalla stessa Fondazione di disegnare una programmazione che dia risalto all’espressività contemporanea e al lavoro di compositori del  XX e XXI secolo, senza tuttavia trascurare caposaldi del repertorio lirico, rivisitati con sensibilità moderna.

Da qui l’intestazione di OPER.A 20.21 che contrassegna la Stagione 2015/2016 e quelle a venire, nel cui ambito avrà un ruolo centrale l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, sul cui podio si alterneranno direttori di fama internazionale. Come internazionali saranno i registi e gli interpreti coinvolti negli allestimenti.

L’arte, in tutte le sue forme, non è qualcosa di statico o di chiuso. L’arte – e quindi anche l’opera – è piuttosto un processo di rinnovamento costante, un organismo che respira, che nel percorrere nuove strade  si rivela sempre sfaccettato e avvincente. La molteplicità del confronto fa sì che ci sia  vita nell’arte, strappandola alla logica della mera conservazione del passato”, afferma Matthias Lošek.

La Stagione 2015/2016 si intitola “The Irony of Life”. «Se vuoi far ridere gli dei racconta loro dei tuoi piani», così scriveva Blaise Pascal nel XVII secolo. Con queste parole il filosofo e matematico francese ha formulato una massima valida ancora nel nostro presente: l’imprevedibilità di ciò che ci sta davanti”, continua Matthias Lošek, “Isn’t it ironic cantava invece Alanis Morissette negli anni ’90: anche nelle nostre cinque opere incontriamo l’ironia della vita”.

La Stagione 2015/2016 prenderà avvio il 13 e il 15 novembre al Teatro Sociale di Trento con un nuovo allestimento, in coproduzione con Teatro dell’Opera Giocosa ONLUS di Savona, della mozartiana “Così fan tutte”, opera inizialmente incompresa e poi, senza perdere in attualità, entrata di diritto nel novero dei titoli più noti del teatro musicale. “Così fan tutte” andrà in scena con la direzione musicale di Giovanni Di Stefano e la regia di Elisabetta Courir.

Uno sguardo al teatro musicale americano, in coproduzione con Oper Leipzig, caratterizzerà le serate del 4 e 5 dicembre al Teatro Comunale di Bolzano, con  “A Hand of Bridge” di Samuel Barber,  che con i suoi neanche dieci minuti di durata resta l’opera più breve mai concepita, e “Trouble In Tahiti” di Leonard Bernstein. In entrambi i lavori si assiste a conflitti di coppia, con una esplicita critica allo stile di vita della middle class americana e alla corsa al consumismo degli Anni Cinquanta nel caso di “Trouble In Tahiti”. Direzione musicale di Anthony Bramall. Regia di Patrick Bialdyga.

In  gennaio, il 15 e il 17, al Teatro Comunale di Bolzano, sarà la volta di uno dei capolavori del Novecento: “Lulu” di Alban Berg (presentata in prima italiana nella versione con il terzo atto orchestrato da Eberhard Kloke).  Nuova produzione della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, nell’allestimento della Welsh National Opera, la drammatica  vicenda esistenziale di una delle icone dell’immaginario erotico verrà riproposta dal regista inglese David Pountney. Alla guida dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento ci sarà Lionel Friend.

Con “Whatever Works” della altoatesina Manuela Kerer  e del messicano Arturo Fuentes, una coproduzione con Wien Modern in cartellone il 1° e il 3 aprile al Teatro Comunale di Bolzano (Teatro Studio), ci si addentrerà in tematiche sociali, utilizzando l’arma pungente dell’ironia. Aspetto che accomuna “Whatever Works”  all’ultimo dei cinque titoli della Stagione 2015/2016: “Nos” di Dmitrij Šostakovič, opera dai toni surreali che andrà in scena il 22 e il 24 aprile al Teatro Sociale di Trento, in coproduzione con Neue Oper Wien. Direzione Musicale di Walter Kobéra. Regia di Matthias Oldag.

In occasione di ogni spettacolo sarà attivo un servizio shuttle che collegherà i teatri di Bolzano e Trento, favorendo così lo scambio di pubblico fra le due città, in un’ottica di offrire una proposta culturale più ampia.
La campagna abbonamenti 2015/2016 prenderà il via martedì 13 ottobre. Gli abbonamenti e i biglietti per i singoli spettacoli (in vendita dal martedì 27 ottobre) si potranno acquistare sia a Bolzano che a Trento.

La Fondazione Haydn di Bolzano e Trento ringrazia per la collaborazione e il sostegno alla Stagione d’Opera la Fondazione Cassa di Risparmio e Azienda Energetica (Aew).

———–

INFO

Teatro Comunale di Bolzano

Piazza Verdi 40

T (+39) 0471 053800ticket@teatrocomunale.bolzano.it

———–

Teatro Sociale

Via Oss Mazzurana 19, Trento

T (39) 0461 213834 / pinfo@centrosantachiara.it

LEAVE A REPLY