Teatro Metropolitan (Piombino): ecco la nuova stagione 2015/2016

0
542
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDal 16 novembre parata di stelle al Metropolitan di Piombino con, fra gli altri, Gioele Dix, Silvio Orlando, Ambra Angiolini, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Ottavia Piccolo…e concerti di musica classica con l’Orchestra della Toscana

Dopo gli importanti risultati della passata stagione (542 abbonati, per una media di 764 spettatori a sera), anche quest’anno il frutto del lavoro comune tra Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Piombino è un cartellone di qualità – con 12 titoli programmati (7 prosa, 1 danza, 4 musica) da novembre ad aprile – che si rivolge non solo ai tanti abbonati che da anni seguono fedelmente la programmazione del teatro, ma anche a fasce di nuovo pubblico grazie ad una proposta artistica che miscela abilmente repertorio classico e moderno con incursioni nella danza e nella musica d’autore.

Di indiscutibile richiamo la parata di stelle che sfilerà sul palcoscenico di questo grande teatro: fra gli altri, Gioele Dix, Silvio Orlando, Marina Massironi, Ambra Angiolini, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Ottavia Piccolo, Angela Finocchiaro, Maria Amelia Monti; e la prestigiosa Orchestra della Toscana per i concerti che contrappunteranno il cartellone da dicembre ad aprile.

Il cartellone si apre, lunedì 16 novembre (ore 21, come per tutti gli spettacoli), con la sfida del Teatro Franco Parenti (produttore) che rimette in scena per questa stagione l’allestimento de IL MALATO IMMAGINARIO di Molière (interpretato nella versione storica da Franco Parenti). La regia è sempre di Andrée Ruth Shammah, ma il protagonista è Gioele Dix che conquista pubblico e critica con il suo Argan senza tempo, dallo sguardo ironico, satirico e dissacrante sulla contemporaneità e sulla fragilità dell’essere umano.

Il secondo appuntamento, martedì 15 dicembre, è con la danza d’autore, quella firmata da Emiliano Pellisari che presenta DALL’INFERNO AL PARADISO. I VIAGGI DELL’ANIMA per NoGravity Dance Company. Le donne e gli uomini, terrestri e divini, che Dante racconta nella Divina Commedia non sono corpi, ma intelligenze, memorie, visioni, desideri, idee; ossia anime. Andando dall’Inferno al Paradiso, dal senso di smarrimento iniziale si arriva alla comprensione finale.

L’anno nuovo, lunedì 11 gennaio, ci riporta tutti sui banchi con Silvio Orlando e Marina Massironi, protagonisti de LA SCUOLA. Un dipinto della scuola italiana degli anni Novanta e al tempo stesso un esempio quasi profetico del cammino che il sistema scolastico stava intraprendendo.

Quindi, lunedì 25 gennaio, è di scena la coppia Ambra Angiolini-Francesco Scianna diretta da Michele Placido in un’opera di Harold Pinter, TRADIMENTI. È il superamento del tradizionale ménage tra moglie, marito e amante. Tra autobiografia e analisi lucidissima un focus sui costumi della borghesia.

La comicità può essere lo strumento ideale per invitare alla riflessione. È da questa consapevolezza che sono partiti due attori, due comici, due amici – Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta – con MATTI DA SLEGARE. Mercoledì 17 febbraio sono in scena a Piombino con il tema importante e delicato delle malattie mentali. È trattato in maniera fresca, ironica e addirittura spassosa e divertente. Una storia di vita, amicizia, passioni e dolori senza tentativi di patetismo, né di retorica.

Negli anni Ottanta Giancarlo Cauteruccio, maître à penser della compagnia Krypton, gruppo che ha rappresentato l’avanguardia teatrale italiana, realizzò uno storico allestimento, ENEIDE che ripropone e rilegge per la stagione 15-16. Giovedì 3 marzo è di scena la rappresentazione multimediale del poema epico, in cui l’elemento narrativo della luce e il tratto stilizzato dei performer rendono un’immagine sfolgorante del nuovo teatro. Una rivoluzione estetica teatrale con le musiche originali dei Litfiba.

Il teatro sociale e d’inchiesta è un segno distintivo della drammaturgia di Stefano Massini (neo direttore artistico del Piccolo Teatro di Milano). Tra i suoi ultimi acclamati lavori, arriva al Metropolitan, martedì 29 marzo, 7 MINUTI diretto da Alessandro Gassmann con una intensa Ottavia Piccolo. Undici operaie di una industria tessile francese raccontano le paure per il proprio futuro e per quello dei propri figli, le rabbie e le angosce dovute a situazioni di precarietà lavorative che il mondo del lavoro vive in questo momento.

La stagione di prosa si chiude, giovedì 14 aprile, con LA SCENA, uno spettacolo che ci parla di personalità diverse, ma ugualmente passionali e della battaglia personale per l’identità, impegnativa per uomini e donne di ogni generazione. Tre donne di carattere – Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti, interpreti; Cristina Comencini, autrice e regista – e un giovane attore molto promettente, Stefano Annoni.

La stagione 2015-2016 del Metropolitan riflette lo spirito del circuito multidisciplinare di FTS onlus che da dicembre ad aprile programma nel massimo teatro di Piombino quattro concerti con l’Orchestra della Toscana. Si comincia con il Concerto di Natale (lunedì 21 dicembre, direttore Donato Renzetti), quindi il Concerto di Carnevale (lunedì 8 febbraio, direttore Timothy Brock), il Concerto di Pasqua (mercoledì 23 marzo, direttore Pablo Gonzalez); l’ultimo appuntamento con la musica classica è martedì 19 aprile con il concerto diretto da Gaetano d’Espinosa.

————–

Prezzi degli abbonamenti variabili da 58 € a 134 € per gli 8 spettacoli in cartellone!

Riduzioni: anziani sopra i 65 anni e giovani fino a 25 anni, studenti e studentesse anche dell’ Università, fino a 26 anni.

Quando posso abbonarmi? Per confermare il tuo abbonamento la scadenza è mercoledì 21 ottobre; per il cambio posto appuntamento invece per lunedì 26 ottobre e dal 27 ottobre al 10 novembre spazio ai nuovi abbonamenti! Per info ed orari, Ufficio Cultura Comune di Piombino tel 0565/63296 – 429 o gfabbri@comune.piombino.li.it, Teatro Metropolitan tel. 0565/30385 o metropolitanpiombino@gmail.com, Jonathan Retico jretico@gmail.com

———–

Fondazione Toscana Spettacolo onlus

Tel. 055 219851 – fax 055219853

ufficiostampa@toscanaspettacolo.it

toscanaspettacolo.it

LEAVE A REPLY