Caput Mundi International Burlesque Award (3° edizione)

0
313
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDirettrice Artistica: Albadoro Gala

Ufficio Stampa: Roberta Savona

Store Manager: Azzurro Fumo

———-

Irriverenti, ironiche e sensuali. Sono le partecinti al Caput Mundi International Burlesque Award, il festival internazionale di burlesque che conferisce il titolo di Papessa del Burlesque.

Il festival, arrivato alla sua terza edizione, si articola in più giornate:

– 6 novembre, al Teatro Centrale di Roma all’ombra di Piazza Venezia, conducono Karma B, Azzurro fumo e Vibranzo – il fratello di Vibrissa. Competono Wonderful Ginger (IT), Psychobella Cami (FIN), Ginger La Rouge (UK), Colt Finger (FR), Jolie Tease (IT), Catrice Cat (SK), Jucy Jane (PL), Tina Joy (Australia).

Ospiti speciali Rosabelle Selavy (USA), Angelina Angelic (RC), Alekseï Von Wosylius (Fr), Madame Romanova (RS), Russell Bruner (USA), Michelle L’Amour (USA).

A seguire, l’irresistibile Dj set di Lalla Pop.

– 7 novembre è dedicato allo Burly Speakeasy, in una location segreta a Via Veneto è prevista una cena spettacolo con le Special Guest Madame Romanova (RS), Rita Lynch (It), Talulah Blue (UK), Mara De Nudee (Fr), Calamity Chang (USA), Simone De Boudoir (DE) , Miss Cool Cat (RC), Michelle L’Amour (USA), Russell Bruner (USA), la serata è movimentata da Azzurro Fumo e Vibrissa Eccola Qua.

– 8 novembre, la giornata conclusiva si tiene allo Yellow e sono previsti workshop, reading e un Burlesque Show con gli allievi del corso professionale di burlesque della Bottega degli artisti.

Non si tratta del solito spettacolo di burleque che hanno come protagoniste esclusivamente pin up o garçonnes, il Caput Mundi Internetional Award è una finestra aperta che si affaccia sulle diverse derive e interpretazioni che il burleque ha assunto nei più lontani angoli del globo.

Pizzi e merletti, guanti satinati, ventagli piumati e copricapezzoli sfacciati e luccicanti si alternano a maschere carnevalesche, danze tribali e ironici scambi di genere, questo e tanto altro è il Caput Mundi Internetional Award.

Ma perché il burlesque piace così tanto alle donne?

Probabilmente perché riescono a sentirsi sensuali, desiderabili, padrone del proprio corpo e della propria gestualità e allo stesso tempo esibirla senza timore né imbarazzi.

Forse la cosa che più affascina del burlesque è trovare finalmente sul palco dei corpi reali, veri e imperfetti, dei corpi quotidiani. Non c’è limite di altezza, di peso, d’età nel burlesque e questo lo rende uno delle poche forme d’arte democratiche, nel senso assoluto del termine.

Giuria e Partner
Le concorrenti in gara si sfideranno sotto gli occhi attenti della International Jury formata da: Sven Petersen, ideatore del Queen Calavera, la casa del burlesque in Europa, che mette in palio per la vincitrice un booking professionale in quel di Amburgo, seguito da Virgil DeNice, fondatore dell’agenzia Voodoo Deluxe, che offre un’apparizione sull’ambito palco del Royal Burlesque Revue di Milano.

Il designer Jan Eneskey coronerà il capo della vincitrice con un diadema appositamente creato per l’occasione, mentre l’atelier del burlesque Baci di Gala offrirà un dono alla vincitrice.

I partners dell’evento sono The Yellow, Ida Montanari International, Uber, Baci di Gala e La Bottega degli Artisti.

LEAVE A REPLY