Mummenschanz, i Musicisti del Silenzio

0
256
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoPresentato da TERRY CHEGIA

Fondatori ANDRES BOSSARD, FLORIANA FRASSETTO, BERNIE SCHÜRCH

Compagnia GIOVANNI COLOMBO, PHILIPP EGLI, FLORIANA FRASSETTO, PIETRO MONTANDON, RAFFAELLA MATTIOLI

———–

MUMMENSCHANZ è diventato, in oltre quarant’anni di attività, molto più di un marchio: è diventato una forma d’arte che ha lasciato il segno nel teatro di figura; diverse generazioni di spettatori, di tutte le età, latitudini e culture, sono entrate nel mondo creativo di MUMMENSCHANZ, popolato di forme variopinte e personaggi fuori dal tempo, e ne sono rimaste affascinate.

MUMMENSCHANZ non è solo il nome di una compagnia: è un mito, vive pur rimanendo misterioso. MUMMENSCHANZ racconta i casi umani facendo ridere, ridere a perdifiato: ecco quindi Virtuosen der Stille, I musicisti del Silenzio.

Con il nuovo spettacolo gli artisti mettono in scena una suggestiva metamorfosi delle forme e dei colori. Le loro storie sono meramente visive. Non ci sono accompagnamenti musicali, né scenografie. Soltanto oggetti e oggetti-maschera, soltanto corpi e corpi-oggetto che si sviluppano su uno sfondo nero componendo un linguaggio ludico che tutti, anche e forse soprattutto i bambini, sono in grado di comprendere, purché si dia spazio al potere della fantasia e dell’immaginazione.

Dicono di MUMMENSCHANZ gli spettatori: “Uno spettacolo veramente divertente, grandioso, imprevedibile. Puro linguaggio dell’amore, del visuale”.

GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=W3QFZjsFDfw

————–

COMPAGNIA MUMMENSCHANZ

Fondata a Parigi nel 1972 da Bernie Schürch e Andres Bossard, in collaborazione con Floriana Frassetto, la compagnia MUMMENSCHANZ nasce da un progetto artistico fortemente sentito dal trio originario in seguito a intensi anni di studio e di sperimentazione nell’ambito del mimo e della danza.

In quegli anni il trio offrì un’alternativa significativa non soltanto al Pierrot lunaire (il poetico clown bianco che racconta storie), ma anche alla espressività della danza classica. Attraverso un dispositivo assolutamente moderno, fu sviluppato uno spettacolo unico nel suo genere, basato sulla straordinaria capacità espressiva del linguaggio mimico dei corpi degli oggetti-maschere.

Per il trio, spiega la sua cofondatrice Floriana Frassetto, MUMMENSCHANZ rappresenta un “gioco di possibilità”, il tentativo di raccontare una storia lungo il filo sottile delle immagini, senza musica né parole, attraverso la potenza creativa del linguaggio non verbale dei corpi e delle forme.

In dieci anno di lavoro di sperimentazione e di ricerche creative, caratterizzate da una grande passione per il comico, la compagnia MUMMENSCHANZ è salita sui palchi dei più grandi teatro del mondo, incluso Broadway.

Gli anni successivi alla scomparsa prematura del suo co-fondatore Andres Bossard (1992), vedono lo sviluppo di programmi più completi e di tecniche di realizzazione di maschere/costumi, di recitazione e l’ampliamento del repertorio.

Più di cento nuovi numeri entrano a far parte del programma, numeri che gli spettatori di tutti i continenti continuano ancora oggi ad applaudire come attrazioni tra le più popolari del mondo del teatro.

————

FONDAZIONE MUMMENSCHANZ

La Fondazione Mummenschanz ha lo scopo di diffondere ovunque le idee creative dell’ ensemble.
Nel corso degli ultimi quattro decenni, MUMMENSCHANZ è sinonimo di magia. E ‘ancora, quasi certamente, il fenomeno artistico svizzero più popolare all’estero. La decisione presa nel 1998 di istituire la Fondazione Mummenschanz ha aperto una nuova era contrassegnata dall’ intento di promuovere la ricchezza artistica del Gruppo negli anni a venire
Il supporto degli sponsor consente alla Fondazione Mummenschanz di incoraggiare la ricerca del lavoro creativo di Mummenschanz e lo sviluppo delle sue idee per mezzo di atelier o laboratori a cui gli studenti, gli attori in erba o altri giovani artisti prendono parte.
La Fondazione rende anche possibile la creazione di nuovi personaggi o spettacoli teatrali della compagnia, com’è successo nel caso per “Next”, “3 x 11” o “I musicisti del silenzio”.
Il consiglio di amministrazione e i “Mummenschanz Ambassadors” comprendono personaggi del mondo della politica, affari e della cultura, che supportano incondizionatamente la visione e gli obiettivi della Fondazione Mummenschanz.

————-

FLORIANA FRASSETTO

Figlia di immigrati italiani in America (Norfolk, Virginia), ha studiato presso l’Accademia Teatrale di Alessandro Fersen, a Roma dal 1967 al 1969. Ha completato la sua formazione d’attrice, frequentando un corso completo (mimo, ginnastica acrobatica e danza) al Teatro Studio di Roy Bosier. Tra il 1969 e il 1970 ha lavorato a Roma in diverse pantomime o produzioni teatrali. L’idea di fondare MUMMENSCHANZ è nata dall’incontro, nel 1972, con Andres Bossard e Bernie Schürch, due giovani clown svizzeri noti col nome di “Avant et Perdu”.Da allora ha co-inventato il repertorio di Mummenschanz e recitato in ogni performance. La creazione di costumi, la coreografia per il Faust di Giancarlo Sbragia messo in scena a Taormina, l’allestimento di alcune scene Mummenschanz per il musical di André Heller Body and Soul, la collaborazione artistica con Isabelle Baudet per musical per bambini Oliver Twist a Losanna costituiscono alcuni dei suoi successi personali.

INFO SU: http://www.terrychegia.com/internazionali/item/mummenschanz

LEAVE A REPLY