PassTeatri 2016

0
257
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIniziativa promossa dall’Associazione Firenze dei Teatri, sempre più apprezzata e in grado di evolversi mantenendo la propria formula originaria.

Un patrimonio di Firenze CITTA’ METROPOLITANA.

PASS TEATRI è stata una delle intuizioni più felici e meglio riuscite nell’offerta teatrale del territorio. Un biglietto da visita per la grande tradizione teatrale e culturale che storicamente esprimono Firenze ed i comuni limitrofi.

L’impulso dato a questo policentrismo culturale esplicita una organizzazione territoriale differente rispetto all’usuale visione basata sul rapporto centro-periferia. Per certi versi, l’iniziativa ha anticipato obiettivi e finalità della Città Metropolitana.

Un’associazione che vuole dotarsi sempre più di ruolo di “antenna culturale” e che rappresenta un unicum nel panorama dello spettacolo dal vivo.

19 realtà teatrali, di produzione e ospitalità, dell’area metropolitana fiorentina che rappresentano un consistente capitale lavorativo e progettuale.

Un’associazione che vuole ampliare le proprie funzioni di monitoraggio e di formazione, cercando costantemente un confronto e nutrendo una visione interdisciplinare della creazione artistica.

Nato con l’obiettivo di agevolare l’accesso a teatro e stimolare la “mobilità” del pubblico, l’iniziativa vuole farsi anche portavoce del rinnovamento del gusto del pubblico, favorendo la sua circolazione e proponendo la visione di opere di indiscutibile qualità.

L’edizione 2016 torna più agguerrita che mai confermando formula e prezzo, 48€ per assistere a 6 spettacoli tra una selezione di 53 proposte: un ricco bouquet fatto di prosa, danza, concerti sinfonici e opera.

Tra le molte proposte che l’abbonato avrà a disposizione spiccano titoli come Le Intellettuali di Molière, nella versione di Elsinor, e il PREMIO SCENARIO 2015 Gianni propostl al Florida. Le produzioni del Cenacolo dei Giovani al Cestello con titoli come Gallina Vecchia e le Sorelle Materassi. Le Memorie di un Pazzo di e con Andrea Buscemi alle Laudi. Grazia Scuccimarra con il suo storico spettacolo Noi le ragazze degli anni ‘60 al Lumiere.

Un grande classico della drammaturgia americana alla Pergola che presenta Il prezzo di Artur Miller e una versione del Gabbiano di Cecov del Teatro Nazionale di Cluji – Napoca. Giuseppe Cederna con L’ultima estate dell’Europa, Oscar De Summa con il suo Stasera sono in vena e Marco Presta con L’Allegria degli Angoli e altre storie al Puccini.

A Rifredi tornano le produzioni Carmela e Paolino e La Bastarda di Instanbul.

Spiccano al Teatro Delle Spiagge la produzione dei Teatri d’Imbarco Era la nostra casa e il PREMIO IN-BOX 2015 Le Vacanze dei Signori Lagonia.

Il Verdi presenta un’interessante versione teatrale del film Qualcuno Volò sul nido del Cuculo per la regia di Alessandro Gassman e la storica versione della Compagnia della Rancia del musical Cabaret.

Sempre al Verdi sempre di alta qualità sono le proposte di musica sinfonica dell’Orchestra Regionale della Toscana.

L’Antella, virtuoso centro di produzione, presenta tra gli altri un lavoro di Riccardo Massai da un testo di Roberto Bolano dal titolo Amuleto con protagonista Maria Paiato.

Al Corsini di Barberino di Mugello la fanno da padroni grandi protagonisti come Monica Guerritore in Qualcosa Rimane, Tonio de Nitto che firma la regia di Romeo e Giulietta e, per la prima volta a Firenze, la straordinaria clown Gardi Hutter ne La Sarta.

Il Teatro Manzoni di Calenzano presenta l’interessante testo di Grazia Verasani Maternity Blues interpretato da Amanda Sandrelli, e il Lampedusa Snow di Lina Prosa.

Il Teatro Dante di Campi Bisenzio ospita lo storico allestimento di Angelo Savelli L’Ultimo Harem oltre alla prima nazionale della nuova produzione targata Andrea Bruno Savelli Io ci Sono dall’omonimo libro di Lucia Annibali.

Il Teatro Delle Arti di Lastra a Signa propone il nuovo lavoro di Andrea Cosentino Trattato di Economia e la coppia Roberto Abbiati e Leonardo Capuano in Fame – Ma chi è Pasquale?

Alta qualità al Teatro Niccolini di San Casciano con le proposte del Teatro dell’Elfo con Il Vizio dell’Arte di Alan Bennet e Sandro Veronesi in NON DIRLO – Il Vangelo secondo Marco.

Al Teatro Studio di Scandicci Giancarlo Cauteruccio presenta Napoli Sciosciammocca e Canti Orfici – Visioni lavoro dedicato a Dino Campana con Michele di Mauro.

Il Teatro della Limonaia si conferma spazio per la ricerca presentando tra le altre due produzioni delle compagnie che lo animano. Ginori è lo spettacolo firmato da Dimitri Milopoulos. Freaks K è la proposta della compagnia Atto Due ispirato ai racconti di Franz Kafka.

Molte anche le proposte di Danza contemporanea con il focus internazionale dedicato alla Lituania e Norvegia dal titolo Godos (al Florida), le due proposte della compagnia Company Blu Songs e Studio davanti a una testa (al Teatro della Limonaia).

Ad arricchire l’offerta, inoltre, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino che dà la possibilità ai possessori di PassTeatri di assistere a 3 dei più attesi appuntamenti della stagione, acquistando uno speciale Carnet al prezzo speciale di 40 euro.

Anche questa edizione del pass teatri è sostenuta da Unicoop Firenze da sempre attenta a favorire la partecipazione del pubblico a teatro.

Pass Teatri sarà in vendita da Mercoledì 11 Novembre presso i teatri aderenti all’iniziativa e presso tutti i rivenditori del circuito Box Office, compresi i centri commerciali Unicoop Firenze. Anche sul sito http://www.boxol.it/

Accomodiamoci in sala, lo spettacolo sta per iniziare.

—————

Per ogni informazione consultare il sito WWW.FIRENZEDEITEATRI.IT o info info@firenzedeiteatri.it

LEAVE A REPLY