Wonderland Festival

0
196
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Wonderland Festival torna a Brescia dal 26 novembre al 6 dicembre.

Due weekend “lunghi” durante i quali ci si interroga, attraverso teatro e teatro-danza su una delle caratteristiche della modernità: l’individuo come fulcro di qualsiasi guerra.

«Imbraccia la tua arma. Perché è finito il tempo di Biancaneve. Perché tu sei il fulcro dei cambiamenti. Perché tu hai tutte le possibilità per scegliere. Perché qualcuno non imbracci a tuo nome un’arma che non hai scelto.

Quale arma imbracciare?” è la domanda a cui cerchiamo di rispondere insieme in questo Festival.

In una società così fortemente contraddittoria e segnata da guerre devastanti, da quelle giornaliere della sopravvivenza a quelle di geopolitica, il tema del conflitto si sta spostando dal corpo sociale a quello privato. Il cittadino non può più essere passivo osservatore ma deve, volente o nolente, prendere una posizione. Che arma bisogna imbracciare allora? Peter Brook sosteneva che voler affrontare la guerra con il teatro è “come volere andare in battaglia con i tacchi a spillo”. La cultura in fondo è un’arma così forte da creare un tessuto sociale fatto di equità, redistribuzione economica, comprensione della differenza?

Il Festival vuole indagare la posizione del cittadino nelle guerre pubbliche o private di questa epoca». (Davide D’Antonio, direttore artistico)

In questa prospettiva Wonderland 2015 inaugura allo Spazio Teatro IDra giovedì 26 novembre con Elena Arvigo, che interpreta la Donna non rieducabile (ore 20.30) di Stefano Massini, figura umanissima ed eroina del nostro tempo, andata incontro alla morte per difendere gli ideali della libertà di pensiero. Segue alle 22.00, Francesca Franzè con Omioddio, testo che traduce lo spaesamento spirituale in una gustosa questione farsesca.

Venerdì 27 novembre ancora un doppio appuntamento con due tra le più interessanti compagnie della scena italiana contemporanea. Il Teatro S. Afra (ore 20.30) ospita 2.(due) di Fibre Parallele, storia di “guerra” nella relazione, un muto grido di chi ha perso se stesso nella sua follia: lui lascia lei per un altro uomo, lei lo ammazza.

Spesso guardiamo ai grandi temi come qualcosa al fuori di noi ma c’è un mondo interiore che coincide e riflette il nodo di un conflitto tra individuo e società come mostra Mdlsx dei Motus in cui si affronta il tema del rapporto maschile/femminile nei confini del corpo (Spazio Teatro IDra, ore 22.00).

Sabato 28 novembre replica in prima serata ore 20.30 di Mdlsx dei Motus e alle 22.30, il debutto in prima nazionale di Casher#1 di C&C Company, un’immersione di teatro-danza nelle recondite paure di un attacco terroristico (ore 22.30).

Domenica 29 novembre un’intera giornata (dalle 17.30) in diversi spazi cittadini dedicata al progetto NdN grazie al quale, in prima assoluta, si realizzano le mise en espace di cinque nuove drammaturgie di altrettanti giovani autori, tutorati dal premio Riccione Michele Santeramo.

La seconda settimana del Festival inizia giovedì 3 dicembre con due compagnie austriache in prima nazionale. L’Auditorium San Barnaba ospita alle 20.30 Cie Laroque, che in DemoCrazy, how to peel an onion without crying traccia un dissacrante affresco sui meccanismi democratici di una unione Europa ancora difficile da riconoscere come tale. Il sottotitolo “come spellare una cipolla senza piangere” suggerisce un gioco tra teatro e danza che ha divertito il pubblico in tutta Europa. Alle 22.30 presso lo Spazio Teatro Idra, Editta Braun Company in una coinvolgente performance ci domanda quale può essere il principio di integrazione in un mondo così frammentato. Juan Dante investiga gli effetti della mobilità globale dell’essere umano. Con tutto il suo cuore, dalla testa ai piedi, con il suo corpo e il suo linguaggio Dante, di origine colombiana ma che vive e lavora in Europa dal 2006, racconta in Currently Resident in la sua esemplare esperienza nella quale la commedia e la catastrofe si accompagnano l’una all’altra.

Venerdì 4 dicembre focus sulla drammaturgia italiana. Alle 20.30 presso il Teatro S. Giovanni, la bravura affabulatoria di Roberto Latini (premio UBU) in Noosfera Titanic ci pone di fronte al naufragio spirituale di una intera generazione. A seguire allo Spazio Teatro IDra (ore 22.00) con la compagnia Narramondo, che con Ingannati ci porge una visione inaspettata del conflitto israelo-palestinese.

Sabato 5 dicembre per la serata conclusiva di Wonderland 2015 due appuntamenti con la drammaturgia britannica allo Spazio Teatro IDra. Alle 20.30 Each of us, il monologo di Ben Moor, pluripremiato autore inglese, anche autore di Tre desideri (ore 22.00) nella messa in scena di Bottega Rosenguild che, con un umorismo tutto british, dipinge la caduta delle speranze dei giovani di questo ultimo decennio.

Wonderland Festival è un luogo d’incontro e di scambio di idee. Un’agorà che echeggia di pensieri e parole: per questo ogni sera è proposto in un ricco dopo festival.

Un tentativo di immaginare il futuro del teatro è affidato alla tavola rotonda organizzata in collaborazione con C.RE.S.C.O il 28 novembre.

In collaborazione con l’Università Cattolica di Brescia WONDERLAND CRITIC, progetto rivolto agli studenti che si compone di tre incontri: il primo il 26 novembre al Liceo Scientifico Calini con Fibre Parallele; il secondo il 30 novembre all’ Università Cattolica Del Sacro Cuore con Michele Santeramo e il 4 dicembre l’ultimo appuntamento presso BREND/Palazzo Martinengo Colleoni con Ben Moor.

Studenti e appassionati di teatro possono inoltre sperimentarsi il 6 dicembre in un workshop con Ben Moor intitolato Solo Show – From concept to performance (Spazio Teatro IDra, 10.00/18.00).

Infine, il 5 dicembre affidiamo la “liberazione” dell’individuo come sempre in un esplosivo Wonderland Party finale.

Wonderland Festival 2015 è organizzato da Residenza Idra con il contributo di Mibact, Fondazione Cariplo, Fondazione Asm, Regione Lombardia, Forum Austriaco di Cultura di Milano con il patrocinio del Comune di Brescia. In collaborazione con: Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, Associazione Amicicompliciamanti, NdN network, Moment Group, Associazione Villa, BREND, Spazio H.Vox, Caffè Letterario Primo Piano, Liceo Scientifico Calini.

———

BIGLIETTI: Intero 10 euro/Ridotti 5-8 euro/Biglietto serata intera 15 euro/6 spettacoli + maratona 50 euro | Maratona Ndn 1,50 euro | WORKHSHOP 50 euro + 10 di tessera Idra

INFO E PRENOTAZIONI: tel: 030 291592 – info@wonderlandfestival.it

———

LUOGHI:

SPAZIO TEATRO IDRA Vicolo delle Vidazze 15 – Brescia (fronte sala Cavallerizza)
TEATRO SANT’AFRA Vicolo dell’Ortaglia 6 – Brescia (adiacenze P.zza Arnaldo)
AUDITORIUM SAN BARNABA Piazzale Benedetto Michelangeli – Brescia

TEATRO SAN GIOVANNI Contrada San Giovanni 8 – Brescia (traversa C.so Garibaldi)

SPAZIO H. VOX Via Pace 15 – Brescia (adiacenze Pallata)
CAFFÈ LETTERARIO PRIMO PIANO Via Cesare Beccaria 10 – Brescia (adiacenze Pizza Loggia)

LEAVE A REPLY