“Giornata nel tempo” e “Dialogo di uno spazzino e la luna”

0
267
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoNell’ambito del finissage della mostra “Corrente e dintorni” (14 ottobre 2015 – 15 gennaio 2016, a cura di Roberto Mutti), la Fondazione Corrente, grazie alla collaborazione della Compagnia Teatro Nudo di Genova, mette in scena due opere teatrali scritte da Ernesto Treccani nel 1941.

Al primo piano della Fondazione Corrente, nelle sale che custodiscono la collezione permanente di dipinti e sculture di Ernesto Treccani, saranno rappresentati “Giornata nel tempo” e “Dialogo di uno spazzino e la luna”.

Giornata nel tempo”, esordio teatrale di Ernesto Treccani, allora poco più che ventenne, venne messo in scena per la prima volta da Luigi Veronesi e Duilio Morosini l’8 marzo 1941 alla Sala Sammartini.

Il “Dialogo di uno spazzino e la luna”, venne invece rappresentato al Teatro dell’Arte di Milano il 25-26 giugno 1941, con scena di Duilio Morosini e regia di Paolo Grassi, come seconda parte dello Spettacolo d’arte organizzato da Corrente, di seguito a “L’ultima stazione” di Beniamino Joppolo, con scena di Piero Gauli e regia dello stesso Paolo Grassi. Nel 1941, i due interpreti erano Speranza Pistoia, nella parte della luna e Franco Parenti, nella parte dello spazzino.

A conclusione dello spettacolo teatrale, si terrà una tavola rotonda con interventi di Nicola Sisti Ajmone (rivista Foyer), Antonietta Magli (Fondazione Paolo Grassi) e Roberto Mutti (curatore mostra “Corrente e dintorni”, sull’esperienza teatrale di Corrente e sull’immaginario visivo degli artisti del movimento.

Ingresso libero sino a esaurimento posti disponibili.

La serata è realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo.

———–

Fondazione Corrente Onlus

L’istituzione, attiva da trentasette anni nella realtà culturale milanese e italiana, è stata fondata nel 1978 da Ernesto Treccani con Lidia De Grada Treccani, Vittorio Sereni, Alberto Lattuada, Fulvio Papi, Mario Spinella, con lo scopo precipuo di incrementare lo studio relativo al periodo di rinnovamento artistico che va dal Movimento di Corrente al Realismo.

La Fondazione Corrente ospita lo Studio Ernesto Treccani, una collezione permanente di opere di Ernesto Treccani (35 dipinti, 14 sculture, 179 opere grafiche, atelier dell’artista), aperto gratuitamente al pubblico dal martedì al venerdì; è sede di una biblioteca specializzata di oltre 7.500 volumi e conserva l’Archivio Ernesto Treccani, riordinato e consultabile.

La Fondazione è presieduta da Gianni Cervetti (Presidente) e Maddalena Treccani Degli Alfieri (Vice Presidente) e prevede per statuto nel proprio Consiglio d’amministrazione la partecipazione di 3 consiglieri nominati dal Comune di Milano (fino al 2016: Maria Teresa Ceola, Renata Marotta, Adelio Rigamonti).

Il comitato scientifico della Fondazione vede tra i propri esponenti Fulvio Papi (Presidente), Carlo Bertelli, Nicoletta Colombo, Giancarlo Consonni, Elio Franzini, Franco Loi, Silvio Riolfo Marengo, Fiorella Mattio (Segretario Generale), Roberto Mutti, Jacopo Muzio (Coordinatore), Antonello Negri, Paolo Rusconi, Giorgio Seveso.

———–

Compagnia Teatro Nudo

La Compagnia Teatro Nudo, fondata nel 2004 da un’attrice, una danzatrice ed un musicista, è per sua natura compagnia di ricerca teatrale e di contaminazione tra le arti; si pone come obiettivo di ricerca l’analisi dell’essere umano a diversi livelli: emotivo, razionale, estetico, simbolico… l’esterno, la forma come emanazione dell’interno, il sentire e quindi il microcosmo uomo come chiave interpretativa del macrocosmo universo e viceversa… il tutto filtrato attraverso la tecnica teatrale di parola, del corpo e del suono…

La Compagnia firma la regia collettivamente: scelto o composto il testo e focalizzata la tematica da affrontare, l’attrice, la danzatrice ed il musicista portano il loro contributo contaminandosi ed impastandosi in ogni passaggio creativo: nel disegno dei corpi nello spazio, nell’uso delle luci, nei colori emotivi del recitato, nelle atmosfere musicali…

Ha sede a Genova ed è diretta da Simona Fasano (direzione artistica), Lidia Treccani (direzione organizzativa), Edmondo Romano (direzione musicale).

 La Compagnia ha firmato 12 regie di testi classici e contemporanei ed ha organizzato 2 rassegne di Teatro-Danza-Musica e 2 festivals dedicati alla ‘Sete di Bellezza’ ed al ‘Maschile & Femminile’.

———–

Mostra “Corrente e dintorni” (14 ottobre 2015 – 15 gennaio 2016)

Ideale continuazione della mostra di pittura e scultura I luoghi di Corrente, allestita presso la Fondazione Corrente dal 14 maggio al 19 giugno 2015, la mostra fotografica Corrente e dintorni, curata da Roberto Mutti, non segue un criterio storico-filologico ma si propone di costruire un percorso che dagli anni Sessanta ad oggi si è articolato ispirandosi più o meno consapevolmente al movimento di Corrente, acquisendone lo spirito critico, il piacere della scoperta, l’impegno civile e la forte carica antiretorica.

Tutto ciò spiega le ragioni del titolo Corrente e dintorni perché, se l’inevitabile punto di partenza è Occhio quadrato, il libro fotografico di Alberto Lattuada pubblicato nel 1941 proprio dalle Edizioni di Corrente, il filo del discorso si sviluppa poi lungo altre strade e con diversi autori le cui fotografie dialogano idealmente con il disegno di Renato Birolli Periferia milanese del 1932, il dipinto di Ernesto Treccani Silos su fondo rosso del 1948, l’acquerello di Piero Gauli Interno con cavalletto del 1943, opere presenti nella mostra precedente e che qui svolgono il compito di trait d’union con questa.

Ecco dunque il bel reportage scattato da Mario Cattaneo alla Fiera di Senigallia, gli accesi cromatismi che illuminano i fotogrammi astratti di Luigi Veronesi, le indagini sociali sulla vita quotidiana di Cesare Colombo e Toni Nicolini.

I nebbiosi paesaggi urbani delle periferie si ritrovano nelle immagini di Enrico Cattaneo (autore anche di alcune intense riprese di interni di studi d’artista) come in quelle con cui Virgilio Carnisio ha documentata la vecchia Darsena, mentre risaltano per rigore compositivo le riprese con cui Gabriele Basilico ha conferito eleganza perfino alle facciate delle vecchie fabbriche. Luigi Erba, infine, propone sia una riflessione sul paesaggio montano che un Omaggio a Morlotti dominato da inusitate pennellate di colore.

Accanto alle opere esposte in parete, le bacheche contengono vari documenti: libri, riviste, macchine fotografiche, per meglio comprendere l’epoca e le scelte estetiche degli autori.

La mostra è stata resa possibile grazie al prestito degli autori, dei collezionisti privati e dell’Archivio Fotografico della Fondazione 3M.

La mostra ha ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana, Comune di Milano ed è realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo. È un evento Photofestival ed Expo in città.

La mostra è aperta dal 14 ottobre 2015 al 15 gennaio 2016, nei seguenti orari: martedì, mercoledì, giovedì 9-12.30 e 15-18.30, venerdì 15-18.30.

Sarà chiusa l’8 dicembre, dal 24 dicembre al 4 gennaio e il 6 gennaio.

———–

PROGRAMMA DI SALA

DIALOGO DI UNO SPAZZINO E LA LUNA

di ERNESTO TRECCANI

voci fuori campo SIMONA FASANO E LIDIA TRECCANI

GIORNATA NEL TEMPO

di ERNESTO TRECCANI

UN ATTO E DUE QUADRI

In quest’occasione in scena é contemplato il primo quadro

Annunciatore SIMONA FASANO

Uomo LIDIA TRECCANI

suoni e rumori EDMONDO ROMANO

musica UMORE TRISTE di Duke Ellington

Che io sappia conoscere quanto mi sta attorno e che il mio lavoro segni la sofferenza di ogni cosa trovata”

agli amici

CASSINARI – LATTUADA – MOROSINI

———–

Intervengono a fine spettacolo:

Nicola Sisti Ajmone, rivista Foyer

Antonietta Magli, Fondazione Paolo Grassi – La voce della cultura

Roberto Mutti, curatore della mostra “Corrente e dintorni”

LEAVE A REPLY