A “Su il Sipaio” si zoga a tresete

0
257
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Banner su il sipario

Sabato 23 gennaio alle 21.00 secondo appuntamento con la rassegna “Su il Sipario”. La compagnia “Palcoscenico Città Monselice” per la regia di Milan Pelan porta in scena la commedia “Zogando a Tresete” di Emilio Baldanello. Prima dello spettacolo, per “Monologando” l’attore Enzo Bensi reciterà “Il boia innamorato” di cui è l’autore.

Zogando a Tresete
Zogando a Tresete

Secondo appuntamento, sabato 23 gennaio al Teatro Polivalente Don Bosco di Via De Lellis a Padova con la sedicesima edizione di “Su il Sipario”, rassegna organizzata da Ata.TeatroPadova e da Acli Arte e Spettacolo. Dal 16 gennaio al 27 febbraio sette appuntamenti che, ogni sabato, vedranno le principali compagnie amatoriali del territorio, e non solo, affrontare opere in lingua italiana e in dialetto veneto.

Sul palco, la compagnia “Palcoscenico Città Monselice”, porterà in scena la commedia in lingua veneta “Zogando a Tresete” dell’attore teatrale e drammaturgo italiano Emilio Baldanello, per la regia di Milan Pelan.

All’inizio dell’8oo, in un paese del Veneto dov’è rimasta traccia del passaggio napoleonico, la marchesa Ernestina D’Arbay, vedova di un generale francese, ha una figlia, Catina, frutto di un peccato di gioventù. La giovane, ormai ventenne, ama, riamata, il conte Ascanio Roversi. Perché il matrimonio avvenga, tuttavia, bisogna trovarle un padre che la riconosca e le dia un nome. Di ciò si incarica il fattore Toffolo Meraveggia che, saputo dalla marchesa il nome del supposto padre, tale Lunardo Antian, va a trovarlo per convincerlo a fare il suo dovere. Vecchio burbero e intrattabile, Lunardo nega ogni responsabilità, anzi afferma di non essere stato l’unico ad avere a che fare con la disponibile marchesa. Quando giungono due suoi amici per la consueta partita a tresette alla quale, mancando il quarto, partecipa anche Toffolo, si scopre che anche loro sono stati amanti della giovane Ernestina nello stesso periodo di Lunardo. Poco a poco la voglia di paternità contagia tutti e tre.

Di chiaro sapore goldoniano “Zogando a Tresete” è un piccolo gioiello della tradizione teatrale veneta, caratterizzata da un sicuro tratteggio dei personaggi, l’agilità della trama, la freschezza del dialogo scorrevole e vivace e una straordinaria resa comica.

La rappresentazione sarà preceduta dal secondo dei sei monologhi finalisti del concorso Monologando, Concorso per Monologhi Teatrali inediti, organizzato da Acli Arte e Spettacolo Padova con l’Associazione Teatro Amatoriale di Padova, il Patrocinio di Acli Arte e Spettacolo Nazionale e la collaborazione del Comune di Padova, Assessorato alla Cultura e Turismo.

L’attore Enzo Bensi reciterà “Il boia innamorato” di cui è l’autore. Dopo i primi passi con “La Soffitta” di Acqui Terme Bensi si è formato alla scuola di teatro de “I Pochi” di Alessandria; dal 2006 è un elemento del “Teatro Tascabile” di Alessandria con il quale ha portato in scena spettacoli teatrali, letture sceniche e reading di vario genere. È autore di “L’Oceano in Mezzo”, spettacolo teatrale sulla emigrazione italiana in Argentina vincitore del Premio Speciale Atto Unico al concorso La Riviera dei Monologhi e di spettacoli di narrazione come “Mi ritorni in mente”, viaggio nella memoria di quando la TV era in bianco e nero; “Amore e Psiche” da “Le Metamorfosi” di Apuleio e “L’Iliade… a modo mio” da “L’Iliade” di Omero.

Inizio spettacoli ore 21.00 – apertura biglietteria ore 20.00

Biglietto d’ingresso:
Intero € 8,00
ridotto € 7,00 13/16 anni – over 65; studenti € 5,00 previa presentazione del badge
gratuito 0/12 anni – Persone diversamente abili

Per informazioni e prenotazioni:
ATA.TEATROPADOVA – info@atateatropadova.it
Prenotazione telefonica al 3337680147 tutti i giorni feriali dalle 17.00 alle 20.00; il sabato dalle 10.00 alle 12.30 – dalle 15.30 alle 18.30 (posto riservato fino alla 20,30 della serata).

LEAVE A REPLY