Concerto di Natale – I tempi e le note. Arie, romanze e canzoni

0
358
Condividi TeatriOnline sui Social Network

foto

(dom. 20 dic. 2015)

Nella splendida cornice barocca della Chiesa di San Filippo a Fossombrone, eretta fra il 1608 e il 1613 e poi arricchirla di un’esuberante decorazione a stucco, si è tenuto un concerto di Natale di prestigio, organizzato dal soprano Luisa Macnez di Pesaro.

Quattro voci e un pianoforte ci hanno portato attraverso i tempi e le note di famosi compositori dal 1700 ad oggi con arie, romanze e canzoni.

Il tenore Enrico Giovagnoli ha dimostrato la sua poliedricità spaziando dall’opera (La donna è mobile da Rigoletto di Verdi, O Mimì, tu più non torni duetto col baritono da Bohème di Puccini), all’operetta (duetti col soprano: Tace il labbro da La Vedova allegra di Léhar, duetto del viaggio da Il re di Chez Maxim di Costa) alle canzoni classiche napoletane (Parlami d’amore Mariù di Bixio, Dicintencello vuje di Falvo). La voce di buona fibra e di bel colore è corposa e brunita nella zona medio grave e s’illumina e sfavilla nella tessitura acuta, si destreggia agevolmente ed elegantemente in tutti i registri grazie ad una tecnica sicura e un modo di porgere accattivante.

fotoIl soprano era Francesca Carli, che, con voce aggraziata, timbro limpido e grande sensibilità, ha inoltre cantato Cantique de Noël di Adams e C’era una volta il west di Morricone ed ha duettato anche col baritono nel noto brano mozartiano Là ci darem la mano da Don Giovanni.

fotoDaniele Girometti è un baritono di lusso: voce importante, dal suono denso e rotondo, accento incisivo, fraseggio eloquente, è un baritono verdiano con il dramma nella voce, impressionante l’interpretazione di Cortigiani vil razza dannata da Rigoletto.

Il basso Fausto Martone si è cimentato in Rossini (Le femmine d’Italia da L’Italiana in Algeri e La Calunnia da Il Barbiere) con notevole spessore vocale.

Il M° Claudio Colapinto li ha accompagnati al pianoforte con tocco sicuro e perfetta conoscenza del linguaggio musicale, ovviamente.

Il concerto si è concluso con carols e canti natalizi.

Il pubblico che affollava la bella chiesa ha risposto con lunghi applausi, diretti agli artisti a all’organizzatrice.

LEAVE A REPLY