“Radiogiallo” e “La parola ai giurati”

0
247
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Doppio appuntamento in giallo con La Compagnia delle Seggiole: un Radiogiallo di Ellery Queen e la lettura radiofonica drammatizzata di “La parola ai giurati”.

Questa settimana La Compagnia delle Seggiole raddoppia con due diversi spettacoli radiofonici, entrambi inseriti nella più ampia programmazione di Giallo al Reims, rassegna di letture, commedie e radiodrammi dedicati al genere giallo in corso al Teatro Reims da dicembre 2015 a febbraio 2016.

Giovedì 21 gennaio 2016, per il secondo appuntamento con i Radiogialli di Ellery Queen, La Compagnia delle Seggiole presenta L’avventura della bambina cattiva di Ellery Queen. Il medico di Sarah Brink si rivolge ad Ellery quando la sua assistita ha un grave malore dovuto ad un probabile avvelenamento da arsenico! Ma Sarah rifiuta malamente qualsiasi aiuto dato che la sospettata sembra essere Mary, la sua nipotina di otto anni! Quando, però, Sarah viene trovata uccisa, Ellery non potrà fare a meno di… In scena gli attori Marcello Allegrini, Fabio Baronti, Massimo Manconi, Luca Marras, Sabrina Tinalli, Silvia Vettori, musica ed effetti sonori a cura di Vanni Cassori. Come ogni giovedì (prossime date 28 gennaio e 4 febbraio) la lettura del radiodramma è accompagnata dalla presentazione di un libro giallo alla presenza dell’autore, a cura di Lorenzo Chiodi: ospite del 21 gennaio Leonardo Gori con i suoi due libri Tris 3 (Giorgi Libri) e L’angelo del fango (TEA).

Sabato 23 e domenica 24 gennaio, invece, La Compagnia delle Seggiole ripropone la lettura radiofonica drammatizzata La parola ai giurati di Reginald Rose, per la regia di Claudio Spaggiari, che ha debuttato in prima assoluta allo Studio C della Sede Regionale Rai in occasione della Festa della Toscana 2011. Nata come copione radiofonico, l’opera (dal titolo originale Twelve Angry Man) ha avuto una versione televisiva nel 1954 ed è stata poi portato al successo da Henry Fonda e Sidney Lumet (è il suo primo film per il grande schermo) nel 1957. La storia si basa sulla posizione di un componente di una giuria che, sulla base di un ragionevole dubbio, tenta di convincere gli altri undici membri ad assolvere un ragazzo accusato dell’omicidio del padre. Un uomo è morto, suo figlio è accusato di essere l’assassino. In accordo con la legislazione americana (ora come allora), il verdetto (di colpevolezza o innocenza che sia) deve essere espresso all’unanimità: un verdetto non unanime porta alla ripetizione del processo, un verdetto di colpevolezza condannerà certamente il ragazzo alla sedia elettrica. Durante la discussione del caso i dodici giurati conosceranno la personalità l’uno dell’altro e alla fine prenderanno una decisione, ma sarà quella giusta?

«Siamo fortunati a vivere in una società che difende la libertà, il valore della persona e il primato del diritto. Questo dramma dimostra come questi valori devono essere guadagnati e riaffermati ogni giorno. La difesa di questi valori implica anche uno sforzo mentale e filosofico e dimostra che la forza di una società risiede nella sua gente comune, nella capacita di ricercare e di accettare la verità, qualunque essa sia. Nel 2007 “La parola ai giurati” fu scelto per la conservazione nella United States National Film Registry dalla Library of Congress perché giudicato “culturalmente, storicamente ed esteticamente significativo”».

————

TEATRO REIMS
Firenze – Via Reims 30

————-

INFORMAZIONI

La biglietteria del Teatro Reims è aperta il mercoledì e il giovedì dalle ore 17:30 alle ore 19:30. Nei giorni di spettacolo un’ora prima dell’inizio.

I biglietti, inoltre, sono in prevendita nel Circuito Box Office della Toscana.

Prezzo biglietti: Posto unico € 10 (Radiogiallo); Intero € 15 – ridotto € 12 (La parola ai giurati)

info e prenotazioni 366 3706626

LEAVE A REPLY