I suoceri albanesi

0
305
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Gabriele Gelsi
Foto di Gabriele Gelsi

di Gianni Clementi

Con Francesco Pannofino, Emanuela Rossi, Andrea Lolli, Silvia Brogi, Maurizio Pepe, Filippo Laganà, Elisabetta Clementi

Regia Claudio Boccaccini

Produzione Sala Umberto

———

Lucio e Ginevra sono una coppia “illuminata”: reduci da una gioventù impegnata socialmente e politicamente, aspirano a vivere secondo i loro principi idealistici e a tramandare questi principi all’adorata figlia Camilla. Purtroppo il risultato è che entrambi si stanno imborghesendo, rendendo tutto ciò che fanno spiccatamente radical chic mentre Camilla, che si trova negli anni più tormentati dell’adolescenza, è sempre più insofferente a una famiglia che sembra non riuscire a darle quello che vorrebbe e diventa ogni giorno sempre più aggressiva e viziata. L’arrivo degli idraulici albanesi che devono aggiustare il bagno porterà a una crisi nella famiglia e negli stessi valori dei due genitori: riusciranno Lucio e Ginevra ad applicare quello che hanno sempre teorizzato quando c’è di mezzo il destino della loro unica figlia?

La commedia è molto fresca e frizzante, ricca di gag alcune più briose, altre forse un po’ più facili, ma comunque mai stupide. La storia infatti è sviluppata in modo molto intelligente: descrive la vita di una famiglia borghese alle prese con i piccoli problemi della quotidianità di tutti i giorni, il cui equilibrio viene sovvertito dalla storia della figlia con il giovane Lushan. Gianni Clementi decide di dare positività al finale, che è allegro e spensierato, quasi inaspettatamente rispetto alle premesse. Permane comunque una sottile critica alla società odierna, mostrata in tutte le sue debolezze, anche soprattutto grazie ai personaggi macchiettistici del colonnello e di Benedetta, che sono divertenti senza mai diventare caricaturali.

La regia riesce a mantenere un ritmo sempre incalzante, per non fare calare mai l’attenzione dello spettatore.

Gli attori sono tutti molto validi: Pannofino ed Emanuela Rossi calcano il palcoscenico con naturalezza e esperienza da veri professionisti, così come Andrea Lolli, Silvia Brogi, Maurizio Pepe, Filippo Laganà, Elisabetta Clementi.

Nel panorama italiano, che spesso risulta troppo legato a una dimensione di volgarità o demenzialità, questa commedia indipendente riesce a portare un umorismo e un divertimento intelligente: una piacevole eccezione che sarebbe bello diventasse la regola nelle commedie nel nostro paese.

LEAVE A REPLY