Il giornalino di Gian Burrasca

0
316
Condividi TeatriOnline sui Social Network

uno spettacolo di Angelo Savelli

tratto dall’omonimo libro di Vamba

con Luca Amoroso, Giacomo Bogani, Lorenzo Micheli, Diletta Oculisti

musiche di Marco Baraldi

scene di Gianni Calosi

costumi di Serena Sarti

luci di Henry Banzi

produzione Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi

———

Arriva la Befana e nella calza dell’amata vecchietta ritornano le scoppiettanti avventure, spesso disavventure, di Gian Burrasca al Teatro di Rifredi martedì 5 e mercoledì 6 gennaio alle 16:30.

Spettacolo per famiglie, puro divertimento per grandi e piccini con il monello più famoso di tutti i tempi: Giannino Stoppani detto Gian Burrasca, un ragazzino che non solo dice sempre quello che pensa, ma peggio ancora osa dire a voce alta anche quello che gli altri (gli adulti) sussurrano o nascondono. Così facendo crea situazioni imbarazzanti e catastrofi a non finire, ma al tempo stesso svela le ipocrisie e le piccolezze del mondo conformista e soffocante dei grandi. Non per niente Luigi Bertelli (Vamba) dedicò il Giornalino “ai ragazzi d’Italia perché lo facciano leggere ai loro genitori”.

Nella riduzione curata da Angelo Savelli, il celeberrimo libro di Vamba è condensato in cinque brevi scene. Nelle prime tre Giannino getta lo scompiglio tra le tre sorelle ed i rispettivi fidanzati: l’insoddisfatta Ada con il bestiale Adolfo Capitani, la svenevole Luisa con il balbuziente dottor Collalto e la spepera Virginia con il miope avvocato Maralli. Nel girotondo degli equivoci e delle burle vengono coinvolte anche zia Bettina, vecchia zitella brontolona e la signora Olga, svampita attrice vicina di casa. Nella quarta scena Giannino è mandato in collegio tra le grinfie della signora Geltrude e del signor Stanislao. Nella quinta Giannino ed il suo amico Gigino Balestra prendono una colossale indigestione di pasticcini. Purgato con la forza, Giannino s’interroga sul mistero per cui il cattivissimo olio di ricino fa bene e le buonissime paste fanno male.

Luca Amoroso, Giacomo Bogani, Lorenzo Micheli e Diletta Oculisti interpretano quattordici coloratissimi personaggi, in un racconto dal ritmo indiavolato, accompagnato da orecchiabili canzoni e marcette, il tutto condito dalla più schietta comicità toscana.

———-

https://www.youtube.com/watch?v=-_a0YxgmFqg

Orario spettacoli:

martedì 5 e mercoledì 6 gennaio ore 16:30

———-

Per informazioni: 055/4220361 – www.toscanateatro.it

Punto Box Office dal lunedì al sabato dalle ore 16:00 alle ore 19:00 (chiuso 6 gennaio)

biglietteria@toscanateatro.it

Ingresso: intero € 10,00- ridotto € 8,00

———-

Teatro di Rifredi

Via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze

LEAVE A REPLY