Pavel Berman in concerto

0
286
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDirettore: Sergio Alapont

Violino: Pavel Berman

Orchestra I Pomeriggi Musicali


Gorini, Geometrie di vento. Looking for Zenobia,

commissione I Pomeriggi Musicali 
Šostakovič, Concerto n. 2 per violino e orchestra 
Dvořák, Danze slave

———–

Dopo l’esibizione di Alexander Lonquich, un altro grande solista torna al Teatro dal Verme per dividere il palcoscenico con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali: il violinista Pavel Berman, che sarà impegnato nell’esecuzione del Concerto n. 2 per violino e orchestra di Šostakovič, brano a cavallo fra virtuosismo e lirismo, fra l’eredità della tradizione ottocentesca e la forza dirompente della musica d’avanguardia.

Questa volta, a inizio serata, sarà la musica di Paolo Gorini a farci continuare il viaggio fra le città immaginate da Italo Calvino, con la sua inedita Geometrie di vento. Looking for Zenobia, dedicata alla città sospesa fra scale e palafitte.

In chiusura, l’Orchestra tutta saluterà il pubblico con le Danze slave di Dvořák.A dirigere I Pomeriggi Musicali in questo ricco e variegato programma sarà una giovane ma affermata stella del panrama internazionale: Sergio Alapont.

———–

SERGIO ALAPONT, direttore

Vincitore del Concorso Internazionale per direttori d’orchestra di Granada, Sergio Alapont è Direttore Principale dell’Orchestra Manuel de Falla, Direttore Artistico del Benicassím Opera Festival e uno dei direttori più emergenti della sua generazione. Ha collaborato finora con importanti orchestre e teatri fra i quali: Orchestra della Radio e Televisione spagnola (ORTVE), Orquesta de la Comunidad Valenciana, Orquesta Sinfónica de Galicia, Orquesta Sinfónica de Navarra, Orquestra Simfònica de Barcelona e Nacional de Catalunya, Orchestra Filarmonica Italiana, Slesian Philarmonich, Kiev Philharmonic Orchestra, Radio Kiev Orchestra, Opera Nazionale della Macedonia, Opera di Poznan, Bach Collegium-Stuttgart, Orchestra Sinfonica di Monterrey, Orquesta de Cámara de Bellas Artes – Mexico, Teatro Principal di Alicante, Teatro Comunale di Treviso e Teatro Comunale di Ferrara, Skopje National Theater, Ente Concerti Marialisa De Carolis a Sassari, Orchestra Sinfonica Rossini, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Città di Ferrara, Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Teatro Massimo Bellini di Catania, Danish National Symphony Orchestra, Royal Scottish National Orchestra, Scottish Opera, Orchestre National d’Île de France, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Wexford Opera Festival, Den Norske Opera ad Oslo. In campo operistico ha diretto Il cappello di paglia di Firenze al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e al Wexford Opera Festival, Il barbiere di Siviglia ad Oslo, Una cosa rara al Palau de Les Arts a Valencia, Le nozze di Figaro al Teatro Massimo Bellini di Catania, Il barbiere di Siviglia, Norma e Roméo et Juliette a Sassari, Tosca a Skopje, Don Pasquale e La Cenerentola a Treviso e Ferrara, La traviata a Poznan, Rigoletto al Teatro Principal di Alicante, Madama Butterfly a Granada e L’Elisir d’Amore” a Benicàssim. É stato assistente di Marco Armiliato in numerose produzioni del Metropolitan, fra le quali Madama Butterfly e La bohème. Tra i prossimi impegni, oltre al lavoro di assistente direttore per il Poliuto al Festival di Glyndebourne 2015, dirigerà le seguenti produzioni: Idomeneo al Palau de Les Arts di Valencia, un’Opera Gala con il soprano Ainhoa Arteta, Cavalleria rusticana al Festival Orizzonti 2015, Don Pasquale all’Opera Las Palmas de Gran Canaria, Curlew River a Vigo, Aida al Teatro Comunale di Sassari e Otello al Teatro Calderón di Valladolid nel 2016. Ha registrato anche per la radio televisione italiana (RAI) e per quella spagnola (RTVE). In Settembre 2008 ha debuttato nella Großer Saal del Musikverein di Vienna. Sergio Alapont ha diretto anche l’Orquesta Nacional de España, un’Opera Gala con Maria Guleghina, Daniela Dessì, Barbara Frittoli e Ainhoa Arteta presso la Madrid Arena, l’Orquesta Manuel de Falla al Palau de la Música de Valencia, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali a Milano, Werther al Teatro Calderón di Valladolid, Don Giovanni al Tenerife Opera Festival e Don Bucefalo al Wexford Opera Festival (Irlanda) riscuotendo un grande successo.

———–

PAVEL BERMAN, violino

Vincitore di uno dei Concorsi Internazionali più importanti al mondo a Indianapolis, Pavel Berman appare regolarmente in Italia e all’estero nel ruolo di solista e/o direttore con orchestre quali CRT, i Virtuosi Italiani, i Virtuosi di Mosca, la Haydn di Trento e Bolzano, I Pomeriggi Musicali, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Sinfonica Abruzzese, la Sinfonica Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro La Fenice, al Bellini di Catania, il Carlo Felice di Genova, la RAI di Torino, Santa Cecilia a Roma, Orchestra di Radio Svizzera Italiana, l’Orchestra del Teatro Sao Carlo di Lisbona, Moscow Symphony Orchestra, Romanian National Radio, la Prague Symphony, Wurtembergische Philharmonie, la Dresden Staatskapelle, i Berliner Sinfoniker, la Royal Philarmonic di Liverpool, l’Indianapolis Symphony Orchestra, l’Atlanta Symphony, la Dallas Symphony, la Beijing Philharmonic, e ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall, il Théâtre des Champs Elysées e la Salle Gaveau di Parigi, la Herkulessaal di Monaco, il Bunkakaikan di Tokyo, il Teatro alla Scala di Milano, il Palais des Beaux Arts di Bruxelles, Festival Settimane Musicali di Stresa, Festival di Lugano, Festival Oistrach di Odessa. Ha fondato la Kaunas Chamber Orchestra e la Kaunas Symphony Orchestra in Lituania e insegna al Conservatorio di Lugano. Tra le sue ultime registrazioni i CD per Dynamic dedicati a Prokofiev: le Sonate e i due Concerti con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana, il DVD dei 24 Capricci di Paganini in una versione con accompagnamento d’orchestra a lui dedicata e un’edizione speciale dedicata al violino Stradivari ex Napoleone (Berthier 1716). Pavel Berman suona il violino Antonio Stradivari ‘Conte De Fontana’, Cremona 1702 ex David Oistrach della Fondazione Il Canale di Milano.

———–

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

27 novembre 1945, ore 17.30: al Teatro Nuovo di Milano debutta l’Orchestra I Pomeriggi Musicali. In programma Mozart e Beethoven accostati a Stravinskij e Prokov’ev. Nell’immediato dopoguerra, nel pieno fervore della ricostruzione, l’impresario teatrale Remigio Paone e il critico musicale Ferdinando Ballo lanciano la nuova formazione con un progetto di straordinaria attualità: dare alla città un’orchestra da camera con un solido repertorio classico ed una specifica vocazione alla contemporaneità. Il successo è immediato e l’Orchestra contribuisce notevolmente alla divulgazione popolare in Italia della musica dei grandi del Novecento censurati durante la dittatura fascista: Stravinskij, Hindemith, Webern, Berg, Poulenc, Honegger, Copland, Yves, Français. I Pomeriggi Musicali avviano, inoltre, una tenace attività di commissione musicale. Per I Pomeriggi compongono infatti Casella, Dallapiccola, Ghedini, Gian Francesco Malipiero, Pizzetti, Respighi. Questa scelta programmatica si consolida nel rapporto con i compositori delle leve successive: Berio, Bussotti, Luciano Chailly, Clementi, Donatoni, Hazon, Maderna, Mannino, Manzoni, Margola, Pennisi, Testi, Tutino, Panni, Fedele, Francesconi, Vacchi. Oggi I Pomeriggi Musicali contano su un vastissimo repertorio che include i capolavori del Barocco, del Classicismo e del primo Romanticismo insieme alla gran parte della musica moderna e contemporanea. Compositori come Honegger e Hindemith, Pizzetti, Dallapiccola, Petrassi e Penderecki hanno diretto la loro musica sul podio de I Pomeriggi Musicali, che diventano trampolino di lancio verso la celebrità di tanti giovani artisti. È il caso di Claudio Abbado, Leonard Bernstein, Rudolf Buchbinder, Pierre Boulez, Michele Campanella, Giuliano Carmignola, Aldo Ceccato, Sergiu Celibidache, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Gianandrea Gavazzeni, Carlo Maria Giulini, Vittorio Gui, Natalia Gutman, Angela Hewitt, Leonidas Kavakos, Alexander Lonquich, Alexander Igor Markevitch, Zubin Mehta, Carl Melles, Riccardo Muti, Hermann Scherchen, Thomas Schippers, Christian Thielemann, Salvatore Accardo, Antonio Ballista, Arturo Benedetti Michelangeli, Bruno Canino, Dino Ciani, Severino Gazzelloni, Franco Gulli, Nikita Magaloff, Nathan Milstein, Massimo Quarta, Maurizio Pollini, Corrado Rovaris e Uto Ughi. Tra i Direttori stabili dell’Orchestra, ricordiamo Nino Sanzogno, il primo, Gianluigi Gelmetti, Giampiero Taverna e Othmar Maga, per arrivare ai milanesi Daniele Gatti, Antonello Manacorda e Aldo Ceccato, direttore emerito dell’Orchestra. In alcuni casi, la direzione musicale è stata affiancata da una direzione artistica; in questa veste: Italo Gomez, Carlo Majer, Marcello Panni, Marco Tutino, Gianni Tangucci, Ivan Fedele, Massimo Collarini e, da luglio 2013, Maurizio Salerno. L’Orchestra I Pomeriggi Musicali svolge la sua attività principalmente a Milano e nelle città lombarde, mentre in autunno contribuisce alle stagioni liriche dei Teatri di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Mantova, Pavia – all’interno del cartellone di Opera Lombardia – e alla stagione di balletto del Teatro alla Scala. Invitata nelle principali stagioni sinfoniche italiane, l’Orchestra è ospite anche delle maggiori sale da concerto europee. I Pomeriggi Musicali sono una Fondazione costituita dalla Regione Lombardia, dal Comune di Milano, dalla Provincia di Milano, e da enti privati, riconosciuta dallo Stato come istituzione concertistico-orchestrale e dalla Regione Lombardia come ente primario di produzione musicale. Sede dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali è lo storico Teatro Dal Verme, sito nel cuore di Milano.

———–

Giovedì 21 gennaio, ore 21.00

Sabato 23 gennaio, ore 17.00

Generale aperta al pubblico – Giovedì 21 gennaio, ore 10.00

———–

BIGLIETTI

Interi

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla 30): € 19,00 + prevendita

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla 40): € 13,50 + prevendita

Balconata: € 10,50 + prevendita

Ridotti (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Ass.

Culturali, Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università)

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla fila 30) € 15,00 + prevendita

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla fila 40) € 11,50 + prevendita

Balconata € 8,50 + prevendita

———–

Biglietteria TicketOne

Teatro Dal Verme

Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano

Tel. 02 87.905.201

dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 18.00

www.ipomeriggi.it

www.ipomeriggi.it/facebook

www.ipomeriggi.it/youtube

Biglietteria on-line: www.ticketone.it

LEAVE A REPLY