“Storia nostra” e “La vita è un viaggio”

0
220
Condividi TeatriOnline sui Social Network

foto27 e 28 gennaio 2016 ore 21.00

Storia Nostra – Dalla Breccia all’Americani

di Toni Fornari

Con Stefano Messina, Toni Fornari, Emanuela Fresi, Andrea Rizzoli, Pamela Massi, Claudia Campagnola Musiche Enrico Blatti

Produzione Compagnia della Luna

Il Teatro Vittoria presenta il 27 ed il 28 gennaio 2016 uno spettacolo fatto di versi e canzoni che racconta attraverso una scalcinata compagnia di attori la storia d’Italia che va dalla Breccia di Porta Pia fino alla liberazione da parte degli americani. Una storia italiana ma anche romana che punta una lente di ingrandimento sui principali avvenimenti succedutisi nella capitale: dalla fine del Papa Re alla marcia su Roma, dal rastrellamento del ghetto alle fosse Ardeatine. Le valigie degli attori diventano i luoghi e gli oggetti ideali del racconto: le trincee della grande guerra e i potenti carri armati, i luoghi della memoria e le passerelle del varietà. Lo spettacolo grazie ai versi caratterizzati da una forte carica ironica e civile passione, insieme alle canzoni scritte su musiche originali, offre momenti divertenti alternati a quelli di autentica commozione.

Un modo originale, coinvolgente ed efficace per raccontare e ricordare settant’anni cruciali della storia del nostro paese.

Nello spettacolo c’è una canzone dedicata ad Anna Frank, un pezzo sui bersaglieri, (sono 8 pezzi musicali), c’è un pezzo sulle Fosse Ardeatine, si ripercorre il Fascismo, il Bombardamento di San Lorenzo. Il tono è ironico dolce-amaro. Lo spettacolo è tutto in versi romaneschi: sono circa 60 sonetti come seguito ideale di Storia Nostra di Cesare Pascarella. E’ uno spettacolo adatto per le scuole.

—————

dal 29 al 31 gennaio 2016

La vita è un viaggio

di Beppe Severgnini con Beppe Severgnini e Marta Isabella Rizi

Musiche originali di Kiss & Drive regia Francesco Brandi produzione Mismaonda

Liberamente tratto dai libri di Beppe Severgnini Italiani di domani (Rizzoli 2012, BestBur 2014) e La vita è un viaggio (Rizzoli 2014).

Due viaggiatori, un professionista cinquantenne (Severgnini) e un’attrice ventottenne (Rizi), si incontrano per caso nell’aeroporto di Lisbona, dove restano bloccati tutta una notte in seguito alla cancellazione dei voli.

Non si conoscono. L’aeroporto è deserto. All’inizio si studiano, forse diffidano l’uno dell’altra. Entrambi a un bivio della loro vita, devono prendere decisioni fondamentali sul futuro. Lui è sarcastico e paternalista, a tratti pedante. Lei ingenua, esasperata, stanca dell’Italia e dell’Europa che s’appresta a lasciare per trasferirsi in Brasile. Lui spiega, lei ascolta. Lei chiede, lui risponde. Lui consiglia, lei sbuffa.

Poi l’intimità forzata cambia i rapporti. Lentamente i due viaggiatori notturni capiscono di potersi aiutare a vicenda. Cominciano ad ascoltare, non solo a parlare. Ragionano di talento e tenacia, tempismo e tenerezza, paternità e incoraggiamento. Discutono di libri, film e canzoni, ricordando i personaggi, le parole e le storie, e cosa hanno significato per loro. Scoprono che aver paura – nella vita privata, nel lavoro – è inevitabile. Riflettono su brevità e precisione, qualità indispensabili in questi tempi affollati, e dell’importanza di trovare guide e punti di riferimento. Il tempo scorre, la notte passa. Finché arriva l’alba, l’aeroporto riapre. È il momento di partire: ognuno per la propria

destinazione, forse diversa da quella che aveva immaginato. Una notte cambia molte cose, a tutte le età. C’è una terza persona sul palcoscenico, un’altra viaggiatrice bloccata in aeroporto: Elisabetta Spada, in arte Kiss & Drive. La giovane donna, attenta e silenziosa, riempirà l’attesa con la sua chitarra e le sue canzoni. Una punteggiatura musicale al sorprendente racconto che si svolge davanti ai suoi occhi, e a quelli del pubblico.

Marta Isabella Rizi è condirettrice artistica della compagnia teatrale “Flying Cloud”. Formatasi all’accademia di Londra East15, recita tra l’Italia e l’Inghilterra. Beppe Severgnini è editorialista del “Corriere della Sera” e opinion writer per “The New York Times”. Autore di 15 libri, esordisce come autore teatrale e attore con “La vita è un viaggio”. È la prima volta che un giornalista italiano in attività porta sul palcoscenico un personaggio.

————-

TEATRO VITTORIA/COOP. ATTORI & TECNICI

Piazza S. Maria Liberatrice 10, 00153 Roma (Testaccio)

Biglietti: intero 25,00 euro – ridotto 18,00 euro _ Ridotto Tessera 21,00 euro _ (prevendita: 3 euro)

Promozione gruppi: 1 biglietto omaggio per 10 spettatori paganti

Botteghino: 06 57 40 170 – 06 57 40 598 _ lunedì (ore 16-19), martedì – sabato (ore 11- 20), domenica (ore 11-13.30 e 16-18)

Vendita on-line e info: www.teatrovittoria.it

Come arrivare: Metro: Piramide – Bus: 170, 781, 83, 3

LEAVE A REPLY