Around Tǔk Music: Paolo Fresu Special Project

0
207
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Paolo Fresu tromba, flicorno

Mirko Signorile pianoforte

Dino Rubino pianoforte, tromba

Debora Petrina pianoforte, voce

Raffaele Casarano sax alto & soprano

Gaetano Partipilo sax alto e soprano

Luca Aquino tromba

Gianluca Petrella trombone

Bebo Ferra chitarra

Marco Bardoscia contrabbasso

Francesco Ponticelli contrabbasso

Enrico Morello batteria

Registrazione discografica

————-

Martedi 2 febbraio alla Casa del Jazz a Roma, Around Tǔk Music: Paolo Fresu Special Project. Sogno e utopia. Forse è addirittura normale che, dopo tanti anni, un onnivoro come Paolo Fresu sia giunto all’idea di creare un’etichetta discografica personale. Con l’aria che tira di questi tempi, una folle sfida che va certamente verificata in territori ben lontani da quelli commerciali. Tǔk Music è innanzitutto il proseguimento di un delineato percorso artistico; ben suddiviso nella sua parte di pura creatività artistica ed in quella frutto dei tanti anni di didattica da sempre a lui cara. Il tutto per un non scontato “guardare avanti”: verso nuove avventure personali ma specialmente quelle dei giovani e delle loro idee; cercando di aiutarli nella realizzazione delle proprie speranze e dei propri progetti, curandone la produzione oppure anche soltanto attraverso piccoli contributi quali ad esempio l’aiuto delle semplici note di copertina del libretto informativo di un lavoro discografico. Dietro tutto questo, l’idea basilare del progetto è quella di produrre soprattutto nuovi talenti del panorama jazz (ma non solo) italiano e straniero avvalendosi della consulenza di una rete internazionale di artisti e talent scout con i quali Paolo lavora da anni e a loro unito da una profonda e reciproca stima. Ciò che dunque appare essenziale nel percorso di Tǔk, è una visione musicale coerente che possieda l’obiettivo di garantire sempre e comunque creatività ad altissimo livello artistico. A sei anni dal varo, l’occasione romana per la registrazione live del concerto unisce una buona parte dei musicisti che per questa etichetta hanno inciso, possiede un’importante doppia valenza. Da una parte quella di presentare una vetrina davvero interessante di nomi che – attraverso Tǔk – si stanno facendo conoscere anche fuori dai confini nazionali (è di poche settimane fa ad esempio, la notizia che Luca Aquino e Raffaele Casarano – entrati nell’entourage di Manu Katché – suoneranno il 6 e il 7 aprile a Parigi nel gruppo del batterista di Peter Gabriel e accanto a grandi nomi ospiti di un’unica serata a L’Olympia), dall’altra come peculiare valenza comunque nazionale per dare cioè un’ulteriore conferma, giammai ce ne fosse bisogno, della qualità del jazz italiano contemporaneo. Accanto a Paolo, che ha scelto di suonare (in varie figurazioni come duo, trio, quartetto e formazioni più allargate) composizioni originali scritte dagli stessi giovani musicisti, ci saranno Mirko Signorile (pianoforte), Dino Rubino (pianoforte, tromba), Debora Petrina (pianoforte, voce), Raffaele Casarano (sax alto & soprano), Gaetano Partipilo (sax alto & soprano), Luca Aquino (tromba), Bebo Ferra (chitarra), Marco Bardoscia (contrabbasso), Francesco Ponticelli (contrabbasso), Enrico Morello (batteria) e in qualità di grande “special guest” Gianluca Petrella (trombone e elettronica).

———

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

Ingresso 20 euro

LEAVE A REPLY