I Lumi del Granduca. Interviste impossibili con quattro personaggi della storia

0
227
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoun progetto di inQuanto Teatro

in collaborazione con MaxBalletAcademy

e Teatro di Rifredi Centro di Produzione Teatrale

realizzato in compartecipazione con il Consiglio regionale della Toscana

testi Andrea Falcone | comunicazione Julia Lomuto | parrucche Filistrucchi

———–

Wolfgang Amadeus Mozart e Maria Antonietta

con Floor Robert e gli allievi della scuola del Teatro di Rifredi by MaxBallet Academy

conduce le interviste Giacomo Bogani

****

Sabato 6 febbraio sul palco del Teatro di Rifredi l’ultimo dei due appuntamenti con la curiosa indagine fuori dal tempo condotta dalla compagnia inQuanto teatro su Pietro Leopoldo, Granduca riformatore e Imperatore negli anni dell’Europa agitata dalla Rivoluzione Francese. Un giovane Mozart e Maria Antonietta, regina di Francia, ci illumineranno con il loro punto di vista su una delle figure più importanti della storia della Toscana. Il primo incontrò da bambino il Granduca e da questi sperava di essere assunto come musicista di corte, la seconda era sorella di Pietro Leopoldo, il quale tentò di salvarla senza successo dalla ghigliottina ideando la sfortunata fuga di Varenne.

A tempo di minuetto, tra momenti di comicità surreale scatenati dall’imprevedibile Maria Antonietta (impersonata dalla performer Floor Robert) e le scorribande di ben sei bambini, gli allievi attori della scuola del teatro di Rifredi by Max Ballet Academy, si concludono le interviste impossibili di inQuanto teatro, scritte da Andrea Falcone e condotte da Giacomo Bogani. Una conclusione festosa, ma che non rinuncia a trarre importanti spunti di riflessione dalla vita e dalle azioni degli uomini del passato. Si ride, ma allo stesso tempo si riflette, perché certe riforme, alcuni passaggi storici voluti da Pietro Leopoldo, non hanno smesso di essere attuali: l’abolizione della pena di morte e della tortura, per esempio, ma anche le iniziative fiscali di liberalizzazione e il sostegno all’arte e alla cultura come valori fondanti per la città di Firenze.

————–

Ingresso gratuito, l’evento è consigliato per un pubblico di tutte le età.

Info:

inQuanto teatro 338 7762875 info@inquantoteatro.it

Teatro di Rifredi 055.42.20.361 www.toscanateatro.it

LEAVE A REPLY