Teatro Rossini (Pesaro): ecco la nuova stagione di prosa 2016/2017

0
1399
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoCon grande anticipo come accade ormai da qualche anno, il Teatro Rossini di Pesaro annuncia la prossima stagione di prosa, 2016/2017, ricca di appuntamenti da non perdere con interpreti prestigiosi e importanti produzioni per una offerta ampia e diversificata, promossa dal Comune di Pesaro con l’AMAT, la Regione Marche e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il primo spettacolo in cartellone dal 13 al 16 ottobre è Vacanze romane, la commedia musicale più romantica di tutti i tempi, che vede protagonisti Serena Autieri e Paolo Conticini diretti da Luigi Russo. Tratto dal pluripremiato film diretto da William Wyler e interpretato da due leggende del cinema come Audrey Hepburn e Gregory Peck, questo meraviglioso affresco di Roma, che generosa e sognante riemerge dalla guerra, è l’ultima testimonianza teatrale del monumentale sodalizio artistico tra Pietro Garinei e Armando Trovajoli. Lo spettacolo debutta a Pesaro al termine di una residenza di riallestimento.

Diretti da Michele Placido, due attori molto amati della scena italiana, Ambra Angiolini e Francesco Scianna, sono in scena con Francesco Biscione dal 3 al 6 novembre con Tradimenti, una delle opere più note del Premio Nobel Harold Pinter. Robert ed Emma sono apparentemente una coppia felicemente sposata, hanno successo nei loro rispettivi lavori e sono buoni amici di Jerry e sua moglie Judith. A una festa Jerry confessa ad Emma di amarla e lei ricambia lo stesso sentimento. Ma Robert il più perspicace, il più arguto, il più scaltro dei tre personaggi si accorge dell’infedeltà di sua moglie e infine Emma schiacciata dalle proprie bugie e dal tradimento finalmente confessa.

Dall’1 al 4 dicembre il Teatro Rossini accoglie Provando… dobbiamo parlare, lavoro teatrale di Sergio Rubini, scritto con Carla Cavalluzzi e Diego De Silva e interpretato insieme a Fabrizio Bentivoglio, Maria Pia Calzone e Isabella Ragonese. È la messa in scena della storia di due coppie di amici agli antipodi. In una serata che si fa sempre più notte emergono tutte le differenze, ma anche tutto il groviglio di non-detto che fino a quel momento stava sul fondo della coscienza. E l’amore non basta per riappacificarsi.

Sempre a dicembre, dal 15 al 18 dicembre la stagione prosegue con Il malato immaginario, capolavoro di Molière nell’allestimento diretto da Andrée Ruth Shammah ed interpretato da Gioele Dix che incarna con intelligenza e ironia gli eterni impulsi di angoscia e solitudine dell’uomo. Accanto a lui Anna Della Rosa, giovane ma affermata attrice di prosa con Toni Servillo e Massimo Popolizio, già nel cast de La grande bellezza di Paolo Sorrentino, e qui nei panni di una servetta capace di amare il padrone nonostante gli alterni umori, le angherie e le invettive.

Dal 26 al 29 gennaio Glauco Mauri e Roberto Sturno sono i protagonisti di un dittico dedicato alla figura di Edipo, partendo dai due sommi capolavori di Sofocle, Edipo Re proposto nella lettura che ne fa il regista Andrea Baracco e Edipo a Colono diretto da Glauco Mauri, per arrivare a una ricognizione di quello che il suo mito ha prodotto, nel corso di due millenni, in letteratura e in musica.

Il 9 marzo debutta al Teatro Rossini in prima assoluta al termine di una residenza di allestimento Mariti e mogli con Monica Guerritore, grande signora della scena qui in veste anche di regista, e Francesca Reggiani. Protagonisti dello spettacolo – tratto dal celebre film di Woody Allen, interpretato con Mia Farrow – in scena fino al 12 marzo, Jack e Sally sposati da quindici anni e alla soglia del divorzio e una coppia di amici, Gabe e Judy.

L’ultimo appuntamento della stagione di prosa, dal 23 al 26 marzo, è con La scuola, spettacolo cult del 1992 con Silvio Orlando, antesignano di tutto il filone di ambientazione scolastica tra cui anche la trasposizione cinematografica del 1995 della stessa pièce, uno dei rari casi in cui il cinema accolse un successo teatrale e non

viceversa. Lo spettacolo diretto da Daniele Luchetti è un dipinto della scuola italiana di quei tempi e al tempo stesso un esempio quasi profetico del cammino che stava intraprendendo il sistema scolastico. “Ho deciso di riportare in scena lo spettacolo più importante della mia carriera – afferma Silvio Orlando – fu un evento straordinario, entusiasmante, con una forte presa sul pubblico. A vent’anni di distanza è davvero interessante fare un bilancio sulla scuola e vedere cos’è successo poi”.

Nuovi abbonamenti dal 27 settembre al 4 ottobre. Informazioni Teatro Rossini 0721 387621, AMAT 071 2072439, www.teatridipesaro.it

———-

ABBONAMENTI

rinnovi

8 – 18 settembre

conferma turno e posto

21 – 26 settembre

cambi turno e/o posto

nuovi

27 settembre – 4 ottobre

———-

BIGLIETTERIA TEATRO ROSSINI

in campagna abbonamenti

tutti i giorni con orario

10 – 13 e 17 – 19.30

———-

INIZIO SPETTACOLI

feriali ore 21

domenica ore 17

———-

INFO E BIGLIETTERIA

Teatro Rossini 0721 387620 – 387621

AMAT 071 2072439

Call Center 071 21 33 600

www.teatridipesaro.it

www.pesarocultura.it

www.amatmarche.net

LEAVE A REPLY