David Mixner in “Oh Hell No!”

0
260
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodiretto da Stephen Brackett

con David Mixner e Chris Bolan

Jacopo Brusa pianista

Marta Leung mezzo soprano

e con la partecipazione del Checcoro

con il patrocinio di Comune di Milano, Consolato Generale degli Stati Uniti, UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) a difesa delle differenze

Spettacolo in lingua inglese con traduzione simultanea in cuffia (servizio gratuito)

————–

E’ stato presentato a Milano lo show di David Mixner Oh Hell No!, che, dopo avere conquistato le platee di New York, Los Angeles, Atlanta e Chicago, varca per la prima volta i confini degli Stati Uniti per approdare, lunedì 18 aprile alle ore 20, al Teatro Elfo Puccini di Milano.

Arrivato in Italia grazie all’impegno dell’Associazione Parks Liberi e Uguali, e al sostegno del Comune di Milano, del Consolato Generale degli Stati Uniti, dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), lo spettacolo mette in scena 50 anni di storia del movimento LGBT americano raccontati attraverso uno dei suoi più autorevoli protagonisti, David Mixner.

E’ per me un grande onore e un immenso piacere presentare per la prima volta in Italia Oh Hell No!, supportare Parks nel suo impegno a favore del rispetto della diversità e dare il mio contributo alla battaglia per i diritti civili in Italia” – afferma David Mixner, che nella sua lunga carriera di attivista, è stato consigliere e consulente di sei presidenti americani, tra cui Bill Clinton e Obama. “Quella sull’uguaglianza dei cittadini è una battaglia epica per il vostro Paese. E’ però importante ricordare che non esiste un viaggio perfetto sulla strada che porta ai diritti per tutti. Per questo bisogna fermarsi a celebrare le vittorie, anche quelle piccole. Questi piccoli passi dimostrano che siamo capaci di grandezza. Penso sia significativo citare l’esempio di Barilla, con la quale ho peraltro il piacere di collaborare. Non ho mai visto una persona o un’Azienda reagire in modo così rapido e volgere una sfortunata dichiarazione in un’opportunità per intraprendere un nuovo percorso”.

Milano è orgogliosa di accogliere la prima edizione fuori dagli Stati Uniti di ‘Oh Hell No!’: uno spettacolo di libertà, d’arte, di riflessione e di crescita civile. Per noi – dichiara il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia – è stato naturale dare il patrocinio del Comune a questo evento perché Milano è capofila in Italia del progresso civile del nostro Paese. Milano è la capitale dei diritti”.

Con un carisma coinvolgente e un sorprendente talento di narratore, uno dei personaggi più influenti del panorama culturale americano, ripercorre nel suo spettacolo le lotte, le crisi e le conquiste che dagli anni Settanta l’hanno visto protagonista. OH Hell No! offre un “dietro le quinte” estremamente toccante e divertente delle sue battaglie e una meravigliosa finestra sulla vita di un grande campione dei diritti civili.

“Chi non ha il coraggio di sognare, non ha la forza di lottare e David Mixner ha un coraggio e una forza straordinari, avendo lottato e organizzato campagne e battaglie, marce e proteste per tutta una vita. Per questo quando Parks – Liberi e Uguali ci ha proposto di ospitare David Mixer, abbiamo aderito con entusiasmo e convinzione. È un onore e una grande gioia averlo nel nostro teatro” – aggiunge Elio De Capitani, Direttore Artistico del Teatro Elfo Puccini.

La messa in scena del David Mixner Show, Oh Hell No! all’Elfo Puccini di Milano è un grande successo per Parks – Liberi e Uguali che ogni giorno lavora e supporta le Aziende a sviluppare una cultura di inclusione e rispetto.

“Sono orgoglioso che Parks – Liberi e Uguali insieme alle sue aziende socie abbia contribuito a rendere possibile la realizzazione dell’unica data europea dello spettacolo di David Mixner. “Oh Hell No!” è uno spettacolo nato per emozionare e per fare memoria di una lotta e di una resistenza ancora attuale. David Mixner è un grande protagonista di questa storia, un combattente, un uomo libero. Ma prima ancora David è un grande amico che siamo onorati di far conoscere anche in Italia” – conclude Igor Suran, Direttore Esecutivo di Parks.

————–

LUNEDÌ 18 APRILE, ORE 20.00

ELFO PUCCINI, SALA SHAKESPEARE

corso Buenos Aires, 33, Milano

Posto unico € 15

Info e prenotazioni: tel. 02.0066.06.06, biglietteria@elfo.org www.elfo.org

—————-

DAVID MIXNER

Negli anni Sessanta ha partecipato alle battaglie per i diritti civili degli afroamericani e a quelle contro la Guerra del Vietnam. È stato tra gli ideatori del “Vietnam Moratorium”, organizzando le più imponenti manifestazioni per la pace e portando in piazza milioni di persone in tutti gli Stati Uniti.

Sempre al centro della politica americana, è stato consulente di ben sei Presidenti e ha diretto numerose campagne, tra cui quelle del Senatore Gary Hart e del Presidente Bill Clinton. Ma Mixner è stato soprattutto al centro di tutte le più importanti battaglie del movimento LGBT: nel 1976 a Los Angeles ha fondato il MECLA, primo comitato di azione politica gay degli Stati Uniti e in seguito il Gay and Lesbian Victory Fund (1991) per raccogliere fondi a favore dei candidati LGBT; ha organizzato la marcia per il matrimonio egualitario, che ha radunato più di 250.000 partecipanti a Washington nel 2009.

È autore di un’autobiografia acclamata dalla critica, Stranger Among Friends, e co-autore del bestseller Brave Journeys insieme a Dennis Bailey.

Nel luglio 2011 Mixner è approdato nei teatri off con il one man show From the Front Porch, per poi allargare il suo successo con Oh Hell No! con cui ha registrato il tutto esaurito a New York, Los Angeles, Atlanta e Chicago.

————–

PARKS – LIBERI E UGUALI

Parks è un’associazione senza scopo di lucro che ha tra i suoi soci esclusivamente datori di lavoro. Nasce con l’obiettivo di aiutare le aziende socie a comprendere e realizzare le potenzialità legate allo sviluppo di strategie e buone pratiche rispettose della diversità. Le aziende, associandosi a Parks, accettano di impegnarsi nella costruzione di una cultura di inclusione globale che consideri al suo interno anche la più ostica delle tematiche per il contesto italiano, ovvero l’inclusione delle persone LGBT.

In Parks crediamo che l’inclusione e il rispetto siano vincenti soltanto se coinvolgono davvero tutti. Per questo ci siamo dati la missione di lavorare avendo un focus preciso e prevalente sull’area del Diversity Management culturalmente più sfidante, ovvero quella legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere.

Sono soci di Parks: Accenture, AIDP, Barclays, Barilla, Citi, Clifford Chance, Centro Medico Santagostino, CNP Vita, Consoft Sistemi, Costa Crociere, Deutsche Bank, Eli Lilly, General Electric, Google, GSO Company, IBM, IKEA, ING Bank, Johnson & Johnson Consumer, Lexellent, Linklaters, Microsoft, Newton Management Innovation, Roche Diagnostics, State Street, Studio Scorcelli Rosa & Partners, TIM, Vector, Yoox Net-A-Porter, Zeta Service.

LEAVE A REPLY