Don Chisciotte – Live da Mosca

0
285
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDomenica 10 aprile alle 17 in dieci multisale UCI Cinemas si conclude la nuova stagione dei balletti del Bolshoi di Mosca, distribuiti da Nexo Digital in collaborazione con Pathé Live e proiettati sul grande schermo via satellite dallo storico teatro russo. L’ultima rappresentazione sarà il Don Chisciotte, con l’adattamento del libretto di Marius Petipa e la splendida coreografia di Alexei Fadeyechev. Ad esaltare la produzione i nuovi set e le scenografie di Sergei Barkhin e i costumi originali rivisitati da Tatiana Artamonova e Yelena Merkurova. Ispirato dal “Don Chisciotte Della Mancia” di Miguel De Cervantes, l’adattamento di Petipa è stato studiato appositamente per la compagnia del Bolshoi, e sin dalla sua prima rappresentazione ne ha incarnato la quintessenza, piena di vita e imprevedibile.

La coreografia di Marius Petipa accompagnata dalla partitura di Ludwig Minkus è stata presentata dal Balletto del Teatro Imperiale Bolshoi di Mosca per la prima volta nel 1869. Da allora il Don Chisciotte è stato modificato e reinterpretato più volte, trasformandosi in un punto fermo del repertorio del Bolshoi. Tutte le produzioni moderne derivano dalla versione messa in scena da Alexander Gorsky per il Bolshoi nel 1900. Quest’ultima versione coreografica di Alexei Fadeyechev è stata presentata per la prima volta nel 1999 dal Bolshoi, per essere poi esportata con un tour mondiale. Diversamente dalle produzioni precedenti, qui Don Chisciotte e Sancho Panza non sono i veri protagonisti del balletto, ma dei personaggi di collegamento tra le diverse scene.

Le multisale UCI Cinemas dove il ciclo dei balletti del Bolshoi sarà proiettato sono: UCI Bicocca (MI), UCI Ferrara, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre, UCI Montano Lucino (CO), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Reggio Emilia, UCI Torino Lingotto, UCI Romagna Savignano sul Rubicone (FC).

Il prezzo del biglietto è di 15 euro per l’intero, 12 euro per il ridotto e 9 euro per le convenzioni. Tramite la nuova App gratuita di UCI Cinemas è possibile acquistare i biglietti ed effettuare il check-in nelle sale senza il passaggio alle casse, sia per gli acquisti di biglietti tramite App che per quelli acquistati on line sul sito www.ucicinemas.it. Due sono le modalità per usufruire del SALTA LA CODA ALLE CASSE: attraverso il biglietto paper-less disponibile nell’apposita sezione ”My UCI” dellApp gratuita di UCI per dispositivi Apple, Android e Windows Phone, dove sono disponibili i biglietti acquistati sia con l’App, sia tramite il sito www.ucicinemas.it, e sul sito www.ucicinemas.it stampando comodamente da casa i biglietti acquistati o presentando all’ingresso delle sale i biglietti elettronici inviati via mail. I clienti possono comunque acquistare i biglietti anche presso le casse della multisale, tramite call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto.

———-

SINOSSI – DON CHISCIOTTE

Le avventure di Don Chisciotte, Dulcinea e del fido scudiero Sancho Panza si incrociano con la storia di Gamache, Kitri e Basil. Gamache è un uomo molto ricco che intende sposare la bella Kitri, innamorata di Basil, un giovanotto del villaggio. Il padre della giovane desidera però un matrimonio all’altezza per sua figlia, spingendo i due innamorati a scappare e organizzare una festa in una grotta. Deciso a scongiurare l’unione tra i due, il padre di Kitri li segue fino al loro nascondiglio, ma Basil riuscirà con l’inganno a ottenere la sua approvazione alle nozze.

———

Marius Petipa (1818-1910): è stato un ballerino e coreografo francese. Figlio d’arte e maestro di danza del Balletto Imperiale di San Pietroburgo, fu creatore di oltre cinquanta balletti, molti dei quali permangono nel repertorio classico odierno. Formato alla scuola francese, Petipa ha sviluppato considerevolmente la tecnica del balletto classico influenzando in modo particolare l’evoluzione e lo sviluppo della scuola russa. Nel 1858 Petipa smise di danzare per dedicarsi totalmente alla coreografia.

Alexander Gorsky (1871-1924): coreografo noto per le sue nuove versioni dei balletti classici di Petipa, tra cui Il lago dei cigni, Don Chisciotte e Lo schiaccianoci. Gorsky ha sempre cercato il massimo naturalismo nelle scene dei suoi balletti. Le sue interpretazioni sono spesso controverse avendo Gorsky utilizzato artisti al di fuori del mondo della danza per creare scene e costumi innovativi. Gorsky ha dato continuità alle trame dei balletti di Petipa e rimosso i passaggi che non si riferivano specificamente alle singole storie.

Alexei Fadeyechev: diplomato alla Scuola di Coreografia di Mosca nel 1978, divenne maestro di ballo nel 1988. Durante la sua carriera al Bolshoi è stato allenato da suo padre, Nikolai Fadeyechev, ricevendo una formazione in puro stile russo. Fadeyechev ha lavorato anche all’estero, sia esibendosi con il Bolshoi che come artista ospite in compagnie come il Royal Ballet, il Dutch National Ballet, il National Ballet of Finland. Ha lasciato le scene al culmine della sua carriera di ballerino ricoprendo la carica di direttore artistico del Bolshoi Ballet dal 1998 al 2000.

Il Bolshoi Ballet è una compagnia di balletto classico fondata nel 1776. Le sue origini affondano le radici nella creazione di una scuola di danza per un orfanotrofio di Mosca nel 1773. Tre anni più tardi i ballerini della scuola sono stati il nucleo della nuova compagnia russa. A partire dalla nomina di Alexander Gorsky come maestro di ballo nel 1900 la società ha iniziato a sviluppare la sua straordinaria identità con produzioni acclamate tra cui il Don Chisciotte (1900), la Coppélia (1901), Il lago dei cigni (1901 ), La fille mal gardée (1903), Giselle (1911), Le Corsaire (1912) e La Bayadère (1917).

———

Il gruppo Odeon UCI è il più importante circuito cinematografico europeo e fa capo alla società di private equity londinese Terra Firma Capital Partners. In Italia conta 48 strutture multiplex, per un totale di 480 schermi.

LEAVE A REPLY