Hélène Grimaud in concerto

0
302
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Mat Hennek
Foto di Mat Hennek

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore

Hélène Grimaud pianoforte

Rossini La Cenerentola: Sinfonia

Beethoven Concerto per pianoforte n. 4

Saint-Saëns Sinfonia n. 3

————-

Hélène Grimaud, l’artista poliedrica che si muove tra la sua profonda dedizione alla carriera musicale e il suo impegno ambientalista e letterario, torna a Santa Cecilia con un grande classico come il Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra di Beethoven. Quasi coevo al Fidelio e alla Quinta Sinfonia, il Concerto op. 58 maturò tra il 1805 e la fine dell’anno seguente, durante un biennio in cui lo svolgimento creativo di Beethoven è attraversato da un’ondata inventiva di inaudita fecondità. La prima esecuzione, come era abitudine, avvenne in forma semiprivata, con Beethoven al pianoforte – fu l’ultimo che lo vide alla tastiera – in un concerto del 1807 in casa del principe Lobkowitz.

Il concerto fuori abbonamento (Sala Santa Cecilia – sabato 9 aprile ore 18) offre anche una “particolare” ricorrenza, in quanto Antonio Pappano presenta la Terza Sinfonia di Camille Saint-Saëns, a 110 anni dalla sua esecuzione – nei concerti dell’Accademia – sotto la direzione dell’autore (26 marzo 1906). Composta nell’inverno tra il 1885 e l’86, fu eseguita a Londra, alla Philharmonic Society, il 19 maggio 1886. Era dedicata a Franz Liszt, che morì a Bayreuth due mesi dopo.

Completa il programma della serata la Sinfonia della Cenerentola di Rossini, il cui destino fu molto simile quello del Barbiere di Siviglia. Dopo un’accoglienza piuttosto fredda alla prima esecuzione, il lavoro divenne famoso e venne richiesto dai maggiori teatri italiani conquistando rapidamente il mondo intero, tanto da far diventare la Sinfonia una delle più conosciute.

L’Orchestra di Santa Cecilia, Antonio Pappano ed Hélène Grimaud dopo il concerto del 9 partiranno per una lunga tournée in Francia (Parigi) e Germania (Berlino, Hannover, Amburgo).

In occasione di questo concerto, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia riserva alla LAV (www.lav.it) alcuni posti speciali, il cui ricavato andrà a sostegno della sua campagna in difesa dei lupi. Una campagna per fermare il nuovo Piano di gestione del lupo, con cui si intende reintrodurre la possibilità di uccidere questi animali,  nella cui protezione è impegnata da lungo tempo anche Hélène Grimaud, con la sua fondazione Wolf Conservation Center. I biglietti dedicati alla campagna LAV “I nostri lupi non si abbattono” possono essere acquistati chiamando il numero 06.4461325.

————-

Concerto Fuori Abbonamento

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

Sabato 9 aprile ore 18

Biglietti da 22 a 70 Euro

LEAVE A REPLY