Barbara Voghera in “Hamlet Solo”

0
275
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Francesco Pititto
Foto di Francesco Pititto

In occasione delle celebrazioni per il 400° anniversario della morte di William Shakespeare la stagione di arti visive e performative Industriae Performing Arts ospita un nuovo allestimento del magnetico monologo interpretato dall’attrice sensibile Barbara Voghera.

«Le parole sono la camicia di forza di Amleto pazzo per scelta di libertà e verità. La sua lingua allucinata dal dolore per l’assassinio del padre e il tradimento della madre con lo zio assassino è un turbamento di forme liriche e struggenti» il critico Matteo Brighenti riflette su Hamlet Solo, il denso monologo che vede in scena il corpo-voce di Barbara Voghera, attrice sensibile che dal 1999 è protagonista di tutte le stesure dell’Hamlet shakespeariano realizzate da Lenz Fondazione.

Lo spettacolo di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto sarà riallestito in occasione delle celebrazioni per i quattrocento anni dalla morte di William Shakespeare, autore al quale Lenz da molti anni dedica un attento lavoro di analisi: «Ponte polifonico tra antico e moderno, tra generale e particolare, tra lingua e dialetto, l’Hamlet di Shakespeare si fa eco potente dell’arte del teatro nella contemporaneità e nel rinnovamento del linguaggio. Poesia, drammaturgia, regia, lavoro dell’attore – tra ventesimo e ventunesimo secolo – di nuovo a ricercare insieme le condizioni della nascita, dello svelamento, dell’esistere e del non esistere, dell’enigma e dell’impossibilità del rappresentare».

Lo spazio scenico accoglie pochi elementi necessari e, sul fondo, la traccia fantasmatica di Figure che appaiono in una potente drammaturgia di immagini video in bianco e nero di matrice dreyeriana, gli attori sensibili Liliana Bertè, Franck Berzieri, Guglielmo Gazzelli, Paolo Maccini e Vincenzo Salemi, ad incarnare Orazio, la Regina, il Fantasma del Padre, Guild and Rose, gli Attori, I Becchini, Re Claudio.

«Qui» conclude Brighenti «l’unico ‘essere’ è Amleto, stretto e assediato dal ‘non essere’ di tutti gli altri caratteri, tra debolezza e forza, vulnerabilità e potenza di voci, silenzi e sguardi di Medusa che lasciano di pietra al solo incrociarli».

Hamlet Solo, spettacolo che si avvale delle musiche di Andrea Azzali, sarà presentato martedì 17 e mercoledì 18 maggio alle ore 21 a Lenz Teatro, in via Pasubio 3/e a Parma.

Informazioni e prenotazioni: tel. 0521 270141, 335 6096220 comunicazione@lenzfondazione.it www.lenzfondazione.it.

LEAVE A REPLY