L’ospite d’onore lava i piatti. Due generazioni allo specchio

0
281
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoAl Teatro Niccolini di Firenze, sabato 14 maggio ore 19, Lucio Fava del Piano ed Ettore Pietrabissa si misurano nel dialogo di due generazioni allo specchio.

A partire dal loro libro edito da Gangemi, L’ospite d’onore lava i piatti, un giornalista quarantenne e un manager ultrasessantenne si confrontano in un ping pong poco diplomatico, sincero e appassionato, raccontando successi e fallimenti, speranze e delusioni, in uno stile sempre sospeso tra il vissuto personale e la storia generazionale.

Una presentazione-spettacolo con la partecipazione di Edoardo Sylos Labini.

Ingresso libero prenotando su www.teatrodellapergola.com/preno-lospite-donore-lava-piatti/.

Da Andreotti a Maradona, dal presalario al precariato, dai genitori ai nipoti, da Non è mai troppo tardi a Drive In. Al Teatro Niccolini di Firenze, sabato 14 maggio ore 19, Lucio Fava del Piano ed Ettore Pietrabissa si raccontano e raccontano uno spaccato di Italia, senza risparmiarsi colpi e senza prendersi troppo sul serio, con onestà, brio, molta curiosità e un po’ di amarezza, cercando di capire come siamo diventati quello che siamo oggi. L’ospite d’onore lava i piatti, con la partecipazione di Edoardo Sylos Labini, è un confronto a tutto campo, sincero, a tratti ruvido, ironico, ma non banale, che si dipana fra tanti temi – dalla politica e dall’economia, al calcio e allo shopping, dalla famiglia e dalla scuola ai viaggi, ai libri e ai giornali – mettendo in evidenza macroscopiche differenze e anche sorprendenti somiglianze tra la generazione ‘precaria’ dei quarantenni e quella ‘ipergarantita’ degli over60.

Lucio Fava del Piano ed Ettore Pietrabissa appartengono, come si legge nell’omonimo libro edito da Gangemi, a “due generazioni che hanno caratterizzato la seconda parte del ’900 e stanno caratterizzando i primi anni Duemila”: vicini come padre e figlio eppure su alcune cose separati da una trincea di drammatiche differenze. La presentazione-spettacolo al Niccolini si rivela, dunque, la storia di due vite e di due esperienze cucite dall’amicizia, da una sintonia profonda che rende il dibattito nitido, netto, senza retorica.

L’ospite d’onore lava i piatti è ricco, brillante, profondo, istruttivo e moralmente esemplare.

———-

Lucio Fava del Piano

Classe 1973, napoletano emigrante, è un giornalista specializzato in comunicazione e relazioni con la stampa. Formazione economica, già consulente aziendale in una vita precedente, ha lavorato per diverse agenzie di stampa e poi come portavoce del Ministro delle Infrastrutture. Dal 2008 lavora come consulente della comunicazione per gruppi ed esponenti politici, società pubbliche e private, associazioni di categoria. A tempo perso, blogger dedito a far le pulci alle parole della politica.

———-

Ettore Pietrabissa

Classe 1949, è un manager di lungo corso che, in molti anni di professione, ha lavorato in Italia, in paesi europei e negli USA, occupando posizioni di rilievo in gruppi bancari, finanziari e industriali significativi. Fra l’altro, ha fatto parte della direzione finanziaria dell’IRI ed è stato vice direttore generale dell’Associazione Bancaria Italiana e presidente di gruppi di consulenza internazionali. Negli anni ’90 ha rappresentato l’Italia in diversi comitati europei per l’euro. Oggi è direttore generale di una società pubblica che si occupa di finanziamenti al mondo dei beni culturali.

LEAVE A REPLY