Perugia, Sabato 14 maggio: un compleanno spettacolare

0
247
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Alex Britti un compleanno spettacolare Radio Subasio Perugia
Alex Britti un compleanno spettacolare Radio Subasio Perugia

È con un grande concerto nel centro monumentale di Perugia che Radio Subasio ha voluto festeggiare i suoi 40 anni. Uno spettacolo nello spettacolo, accolto nella bellezza eterna di Piazza IV Novembre, tra il palazzo dei Priori, la Fontana Maggiore ed il Duomo. Una festa per tutti, giovani e meno giovani, genitori e figli insieme per un concerto che abbraccia i gusti di più generazioni e in molti casi li unisce. Ed una festa italiana, perché gli artisti sul palco sono italiani, cantano in italiano, accompagnati da un coro di migliaia di persone che si snoda dalla piazza per tutto Corso Vannucci. L’emozione è forte già dal pomeriggio, quando gli artisti si alternano sul palco per il sound check, coinvolgendo la folla già schierata per conquistare i primi posti. Prima di dare il via all’evento musicale, Radio Subasio con grande sensibilità ha accolto l’invito del cardinale Bassetti a osservare un minuto di raccoglimento “per i cristiani perseguitati ed i martiri della fede nel mondo”. La musica e la radio come veicolo di messaggi di pace. Da qui in poi è musica italiana in festa, con la conduzione di Claudia Gerini ed Enrico Papi. Apre Max Pezzali, seguito – per la gioia delle numerose giovanissime fans- da Benji e Fede ed Alessio Bernabei. Con Fiorella Mannoia ed Enrico Ruggeri un momento di vera magia con “Quello che le donne non dicono”. E ancora l’atmosfera di Tiromancino, le raffinate canzoni di Michele Zarrillo, l’incredibile chitarra di Alex Britti, i colori nelle note di Alessandra Amoroso. E poi ancora Ron, Renga e un acclamatissimo Vecchioni… Musica per tutti, che fa cantare tutti ed emoziona una piazza bellissima e sempre più gremita. Il finale è per gli Stadio, energia buona e grande classe musicale, ottima conclusione di una serata generosa e davvero spettacolare che Radio Subasio e Perugia hanno regalato a tanti italiani.

 

 

LEAVE A REPLY