Stand Up Balasso

0
446
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Marco Peruzzo
Foto di Marco Peruzzo

L’ultimo appuntamento della sezione “Altro Teatro”, gli spettacoli della prosa di primavera della Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, è previsto martedì 17 maggio alle 20.45, un one man show, protagonista il talento dirompente e la comicità esilarante e corrosiva di Natalino Balasso. Reduce dello straordinario successo che la nuova commedia corale “La cativissima – Epopea di Toni Sartana” ha riscosso sui palcoscenici di tutto il Veneto e fresco interprete del testo teatrale scritto per lui da Alessandro Baricco “Smith & Wesson” (lo spettacolo, regia di Gabriele Vacis, ha debuttato al Teatro Goldoni di Venezia il 4 maggio) Natalino Balasso arriva per la prima volta in città con Stand Up Balasso”, il suo spettacolo cult, sicuramente il più amato perché summa degli ultimi 10 anni della sua comicità, popolare ma mai banale, in grado di raccontare la realtà interpretandola, a modo suo, in una serata in cui il divertimento è assicurato.

Per lo spettacolo di Balasso di martedì 17 maggio al Comunale di Vicenza i biglietti sono esauriti, disponibili solo in caso di rinuncia dei possessori.

Il monologo Stand Up Balasso” scritto e interpretato dall’eclettico attore rodigino, dura più di due ore, senza intervallo e non ci si annoia mai. Sulla scena solo un microfono vintage, ancora con il filo, la luce fissa di un occhio di bue e lui, il comico, in piedi, altrimenti non sarebbe uno “stand up”: il comico, il microfono e la luce sono infatti gli elementi base della stand up comedy, un genere americano anni ’70 con cui molti celebri comici si sono fatti le ossa (Bob Hope, Lenny Bruce, Woody Allen, Eddie Murphy, solo per citarne alcuni). E così anche Natalino Balasso affronta il pubblico a viso aperto, dal vivo, lontano da quella tv che gli ha dato la notorietà, mettendo insieme sketch, monologhi, tirate comiche degli ultimi anni sui palcoscenici di tutt’Italia.

In “Stand Up Balasso” non c’è un filo conduttore, non c’è una storia unica, solo tanta comicità, giochi di parole e ragionamenti surreali, un concentrato di ironia senza fronzoli, una carrellata di battute, monologhi tragicomici, modi di dire, ragionamenti sul filo dell’assurdo, riflessioni indignate contro il mondo e l’interpretazione dei difetti che appartengono a tutti. A Balasso basta davvero un microfono e la voglia di raccontare in che assurdo mondo viviamo per far divertire il pubblico; e così la performance, che raccoglie tutti gli espedienti dell’Arte della Commedia, si trasforma in un’antologia comica durante la quale l’attore gioca con i diversi registri linguistici e tutte le varianti della risata: da quella sottile nata dai doppi sensi e dai giochi di parole, a quella più amara che sottolinea le miserie e i difetti umani, fino a quella di pancia, per cui si ride fino alle lacrime. Una valanga verbale travolgente, scagliata contro il pubblico come un vero e proprio tsunami di comicità assoluta.Trascinante ed esilarante, raffinato e popolaresco, Balasso con questo spettacolo cattura l’immaginazione del pubblico in modo originalissimo, grazie anche a riferimenti colti (Omero, Ruzante, Meneghello), senza paura di mescolare alto e basso, giocando con tutti i registri della narrazione comica. Naturalmente nella sua “lingua”, il lessico a volte sgrammaticato, ma sempre poetico, perfetto per raccontare le sue storie di tutti i giorni. Uno spettacolo davvero da non perdere.

Natalino Balasso, attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione, è nato a Porto Tolle nel 1960; ha debuttato nel 1990 in teatro, nel 1998 in televisione, nel 2007 al cinema e pubblica libri dal 1993. Numerosissimi gli spettacoli che ha scritto e interpretato per il teatro, “Ercole in Polesine” (2004), “La tosa e lo storione” (2007), “L’idiota di Galilea” (2011), “Stand Up Balasso” (2011), “Velodimaya” (2014) , solo per citare i monologhi.

Balasso è inoltre autore e interprete di apprezzati video comici di analisi sociale pubblicati sul canale “Telebalasso” di Youtube, filmati che hanno avuto oltre 13 milioni di spettatori negli ultimi quattro anni, riuscendo a creare, con queste pillole di saggezza e di ironia, un nuovo linguaggio satirico, forma e strumento di comprensione del presente.

Di genere completamente diverso sarà invece il prossimo, strepitoso appuntamento al Teatro Comunale di Vicenza: si tratta di un grande evento musicale, il concerto di Michael Nyman in programma giovedì 19 maggio alle 21.00; il celebre pianista e compositore inglese presenterà al pubblico un recital per piano solo in cui farà ascoltare molti dei brani che l’hanno reso celebre in tutto il mondo, tra tutti, l’indimenticabile colonna sonora del film “Lezioni di piano”. Per questo spettacolo, l’ultimo della stagione artistica 2015/2016 del Teatro Comunale di Vicenza, i biglietti sono quasi esauriti.

————

I biglietti gli spettacoli di Altro Teatro sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini 39, Vicenza – tel. 0444.324442 biglietteria@tcvi.it), aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15 e un’ora prima degli spettacoli; potranno essere acquistati anche online sul sito del Teatro www.tcvi.it e in tutti gli sportelli della Banca Popolare di Vicenza.

Per lo spettacolo “Stand Up Balasso” di e con Natalino Balasso del 17 maggio i biglietti costano: 22 euro + diritto di prevendita l’intero, 18 euro + diritto di prevendita il ridotto over 65 e 14 euro il ridotto under 30.

Per il recital per piano solo di Michael Nyman del 19 maggio i biglietti costano: 30 euro + diritto di prevendita l’intero e il ridotto over 65 e 22 euro il ridotto under 30.

LEAVE A REPLY