Amor d’un’ombra e gelosia d’un’aura ovvero Eco e Narciso, il 10 giugno al Bosco Parrasio a Roma

0
338
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoL’Arcadia, la Regina Maria Casimira Sobieska di Polonia e Domenico Scarlatti: appuntamento d’eccezione a Roma il 10 giugno presso il prestigioso Bosco Parrasio, ai piedi del Gianicolo, il giardino dell’Arcadia con Amor d’un’ombra e gelosia d’un’aura ovvero Eco e Narciso opera composta a Roma dal ventinovenne Domenico Scarlatti su libretto dell’arcade Carlo Sigismondo Capece, segretario della Regina e amico del Crescimbeni.

A riportare alla luce e all’ascolto per la prima volta quel che resta della partitura, che sarà proposta in forma di concerto, sarà il Romabarocca Ensemble sotto la direzione del Maestro Lorenzo Tozzi ed è il risultato di una lunga e importante attività di recupero realizzata attraverso un’operazione di filologia sperimentale compiuta da Tozzi sul libretto romano di Capece (andato in scena nel 1714) e sul rifacimento di Paolo Rolli dell’opera dello stesso Scarlatti sul Narciso londinese del 1720.

Lo studio e la ricostruzione ha offerto 14 numeri relativi ai due ruoli principali di Eco, oggi interpretata dal mezzosoprano Beatrice Mercuri e Narciso, oggi il sopranista Angelo Bonazzoli che racconteranno il vero mito di Eco e Narciso.

D’eccezione anche il luogo d’esecuzione, il Bosco Parrasio donato all’Accademia dell’Arcadia nel 1726 dal Re Giovanni V di Portogallo.

L’attività di recupero dell’opera si inserisce alla conclusione dell’anno accademico dell’Arcadia e in concomitanza di un convegno che si è tenuto presso la Biblioteca Hertziana sulla figura della Regina Maria Casimira Sobieska di Polonia, vedova del vincitore dei Turchi Giovanni III Sobieski e in occasione nel terzo centenario della sua morte avvenuta a Blois nel 1716. Già registrato dalla Bongiovanni di Bologna, il concerto gode del sostegno della prestigiosa Accademia dell’Arcadia e del Museo Nazionale del Palazzo del Re Jan III Sobieski a Wilanów (Varsavia), già residenza reale di Maria Casimira e Giovanni III Sobieski, nonché del patrocinio dell’ Ambasciata di Polonia in Italia. Il concerto sarà introdotto dal professor Gaetano Platania, che parlerà di Maria Casimira Sobieska tra politica ed arte nella Roma di primo Settecento. In caso di pioggia il concerto si terrà nel salone vanvitelliano della Biblioteca Angelica (piazza S. Agostino 8). Ingresso ad invito.

Info: 338/2199380 o 064872607.

————-

Amor d’un’ombra e gelosia d’un’aura

ovvero «Eco e Narciso»

Ricostruzione, revisione e adattamento di Lorenzo Tozzi

Dramma per musica

da rappresentarsi nel Teatro Domestico

della Maestà di MARIA CASIMIRA

Regina Vedova di Polonia,

in Arcadia Amirisca Telea,

composto e dedicato ALLA MAESTA’ SUA

da CARLO SIGISMONDO CAPECI

Suo Segretario, fra gli Arcadi Metisto Olbiano,

e posto in musica dal Sig. DOMENICO SCARLATTI

Maestro di Cappella di Sua Maestà.

Teatro domestico di Palazzo Zuccari (Roma, 20 gennaio 1714)

Esecuzione in forma di concerto

****

Personaggi e interpreti

Eco (ninfa sotto il nome di Aura): Beatrice Mercuri (mezzosoprano)

Narciso: Angelo Bonazzoli (controtenore)

RomaBarocca Ensemble

Oboe e flauto: Carolina Pace

Violini: Paolo Perrone, Ewa Augustynowicz

Viola: Gianfranco Russo

Violoncello: Matteo Scarpelli

Tiorba: Stefano Maiorana

Cembalo e direzione: Lorenzo Tozzi

Costumi di Ilaria Scullino (Accademia di Belle Arti Roma)

****

In mancanza della partitura dell’opera romana del 1714 sono state recuperate, nell’ordine di apparizione originale, dalla partitura inglese di Scarlatti su rimaneggiato libretto di Paolo Rolli (Londra. Haymarket, 1720) tutte le arie e i recitativi di Eco e Narciso (testo di Capece) successivamente riutilizzate.

Si ringraziano il Custode generale dell’Accademia dell’Arcadia prof.ssa Rosanna Pettinelli, l’Ambasciatore di Polonia a Roma Tomasz Orlowski, il direttore del Castello Museo di Wilanów e la prof.ssa Isabella Chiappara.

****

Introduzione (Allegro-Grave-Minuetto)

Dall’Atto I

Rec. Cacciator più gradito (Eco-Narciso)

N. 1 Aria di Narciso Fuggo un tiranno

Rec.: Io vivo ancora (Eco)

N. 2 Aria di Eco Vorrebbe la speranza

N. 3 Aria di Narciso Un arcier che va bendato

N. 4 Aria di Narciso Dentro l’istesso rio

N. 5 Aria di Eco No, non lo credo

****

Dall’Atto II

Rec. Ma vedo, o lieta sorte (Eco)

Rec. Scorro indarno (Narciso-Eco)

N. 6 Aria di Eco Caro dardo

N. 7 Rec. acc. Barbare stelle (Eco)

N. 8 Aria di Eco Si, si dentro quell’onde (II, VII)

N. 9 Aria di Narciso Mio bel sol

****

Dall’Atto III

N. 10 Aria di Narciso Dammi tregua

N. 11 Aria di Narciso Amorosa farfalletta

Sinfonia (Allegro-Minuetto)

dalla cantata Pur nel sonno almen talora

Rec. O care, amate rive (Narciso)

N. 12 Aria di Narciso Vieni, o cara,

Rec. Si, si crudele (Narciso)

Rec. Che miro, o dio (Eco)

N. 13 Aria di Eco Lascia ch’io vada almen

Rec. (perduto) Tutto già scorsi a nuoto (Narciso)

Rec. (perduto) Ecco che a te ne vengo (Narciso, Eco)

N. 14 Duetto (Narciso, Eco) Benchè sia foco l’Amore



LEAVE A REPLY