Il Giardino Ritrovato. Arte, musica e spettacoli nel giardino di Palazzo Venezia

0
416
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Claudia Pajewski
Foto di Claudia Pajewski

La rinascita di Palazzo Venezia inizia dal giardino, fino a due mesi fa parcheggio ministeriale, che dal 20 giugno viene restituito ai romani e ai turisti con l’apertura dei due ingressi quattrocenteschi e di quello settecentesco. Fatto costruire nel 1455 da Pietro Barbo, futuro papa Paolo II, il palazzo è oggi sede del Museo Nazionale di Palazzo Venezia.

La riforma del ministro Franceschini ha delineato un progetto che prevede l’istituzione del Polo Museale del Lazio, organismo del MiBACT creato per gestire 43 fra musei, aree archeologiche e istituti di Roma e Lazio. La sua direttrice Edith Gabrielli ha effettuato il primo passo rivolgendo l’attenzione a Palazzo Venezia e al suo giardino da restituire alla cittadinanza, come luogo di riposo durante il giorno e nelle ore serali estive luogo di interazione di tutte le arti, con una rassegna di musica, teatro, danza e conversazioni con storici dell’arte.

La Rassegna Il Giardino Ritrovato, a cura di Sonia Martone direttore del Museo Nazionale di Palazzo Venezia e Anna Selvi, con la collaborazione di Davide Latella, sarà inaugurata il 20 giugno dal musicista Luigi Cinque con l’Hypertex O’rchestra con il concerto/installazione Il canto invisibile. Songlines con la partecipazione di grandi solisti internazionali come Mimmo Cuticchio.

La musica continua il 25 con Fabrizio Bosso e il suo quartetto, al ritmo di swing e jazz. Il 28 si vira al teatro con la Compagnia della Fortezza di Armando Punzo che porta in scena il Santo Genet con gli attori detenuti del carcere di Volterra. Il 4 luglio debutta la danza con lo spettacolo Sonate Bach-di fronte al dolore degli altri di Virgilio Sieni, danzatore-coreografo direttore della Biennale Danza di Venezia. L’8 il virtuoso brasiliano del mandolino a 10 corde Hamilton De Holanda e il suo Trio. Il 12 una delle realtà più interessanti della scena contemporanea, CollettivO CineticO, presenterà 10 Miniballetti. Il 14 ecco il teatro raffinato e visionario della compagnia performativa Anagoor che proporrà Rivelazione-sette meditazioni intorno a Giorgione, seguito il 19 dall’artista e drammaturgo Saverio La Ruina che affronta in Polvere il tema del femminicidio. Il 23 Gabriele Mirabassi al clarinetto con Nando Di Modugno alla chitarra e Pierluigi Balducci al basso acustico si esibiranno in Scanzonati-concerto per Trio e voce disturbante con la partecipazione speciale di David Riondino, e il 27 un grande classico della drammaturgia del Novecento riadattato, diretto e interpretato da Roberto Latini, I Giganti della Montagna di Pirandello. Ad agosto occuperà il palcoscenico il Balletto di Roma, il 1° con Paradox e l’8 con Contemporary Tango e la partecipazione speciale di Kledi Kadiu. Il 17 arriverà l’Ottetto, organico ridotto della grande Orchestra di Piazza Vittorio, che proporrà la propria musica scaturita dall’incontro delle diverse culture che sono espressione dell’Orchestra fin dalla sua origine. Il 23 il giardino si tinge di comicità con Paola Minaccioni che fotografa la condizione femminile contemporanea ne La ragazza con la Valigia. Agosto si conclude con il capolavoro di Arthur Schnitzler Il Ritorno di Casanova portato in scena il 30 dalla Compagnia Lombardi-Tiezzi. A settembre, il 7 Marco Martinelli dirige Ermanna Montanari e Luigi Ceccarelli che recitano LUS, un poemetto di Nevio Spadoni in lingua romagnola che racconta della veggente e guaritrice Belda. Il 12 Iaia Forte dà voce al cantante napoletano Tony Pagoda protagonista del romanzo di Paolo Sorrentino Hanno tutti ragione. La rassegna si conclude il 16 con Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura che insieme a Marco Bardoscia si esibiscono nel concerto In maggiore evocando lirismi mediterranei.

L’angolo dedicato alla storia e alla critica d’arte prevede un ciclo di Conversazioni d’arte a cura del professor Marco Ruffini di “Sapienza” Università di Roma con esperti di rango internazionale, e la visita a Palazzo Venezia insieme al direttore.

Un protocollo d’intesa tra Polo Museale del Lazio e SIAE prevede riduzioni tariffarie.

La Rassegna è realizzata con la collaborazione di Short Theatre, Festival multidisciplinare che si svolgerà dal 7 al 17 settembre e vedrà la sua serata inaugurale proprio a Palazzo Venezia con LUS.

Informazioni e acquisto telefonico: 06 32810410; www.giardinoritrovato.it

LEAVE A REPLY