Ultimo appuntamento per la XXI edizione di “Musica in villa”

0
295
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Giovedì 28 luglio alle ore 21.00 a Villa Mosconi Bertani ad Arbizzano di Negrar (VR) appuntamento conclusivo con “Musica in Villa 2016. Beethoven in Valpolicella”: l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius, eseguirà la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica” di Beethoven.

Villa Mosconi Bertani
Villa Mosconi Bertani

Giunge al termine la XXI edizione di “Musica in Villa 2016”, rassegna promossa dall’Associazione Magnifica Comunità della Valpolicella e da Gabrielli Editori con il sostegno logistico della Pro Loco di San Pietro in Cariano.

Giovedì 28 luglio alle 21.00, nella settecentesca Villa Mosconi Bertani nel comune di Negrar in località Novare (VR), l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius concluderà il ciclo “Beethoven in Valpolicella” eseguendo la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica” di Beethoven.

Dopo gli sfoghi pazzi della Settima sinfonia, con la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 (1814) Beethoven torna ad un equilibrio formale che non si avvertiva, nella sua produzione sinfonica, dai tempi della Prima. È quasi un ritorno di classicismo, ma vissuto ora in modo molto più consapevole: assunto insomma come scelta, anziché come indirizzo estetico obbligato. È un brano musicale dai toni felici, meno dominato da riferimenti extramusicali rispetto alle opere precedenti, e orchestrato con raffinatezza haydniana. Un’opera in cui, comunque, vivono alcune delle innovazioni portate da Beethoven al genere sinfonico, come il grande peso dato al finale e la ripresa del “trio” alla fine del terzo movimento.

OPV e Marco Angius
OPV e Marco Angius

A confronto con questa sinfonia rigorosa e astratta, della Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 detta “Eroica” (1805) risalta ancora di più la fortissima connotazione visuale e narrativa. Composta pensando alla figura di Napoleone Bonaparte, che per Beethoven, come per Hegel, incarnava lo spirito del tempo (uno spirito rivoluzionario, democratico), questa sinfonia è una celebrazione della storia come epos del presente. La narrazione avviene in modo non lineare, per flashback e fughe in avanti, e sembra concepita come un commento ad immagini invisibili, ma certo vivide nella mente degli ascoltatori. E infatti questa è la più cinematografica delle sinfonie di Beethoven: funziona quasi come una colonna sonora. È così dal primo movimento, quasi una sigla costruita intorno al motivo semplicissimo dell’attesa di qualcosa di grandioso (anche se, nello sviluppo, fa capolino – fuori dalla coppia di temi principali – un “tema” dolce, che sembra esprimere ciò che tutti in fondo ci si augura da una rivoluzione: quanto sarà felice, dopo, la vita!), fino all’ultimo tempo, in cui al posto della forma-sonata  viene adottata la forma delle variazioni: una successione in alternanza di quadri molto diversi, che fa di questo movimento un tentativo di conciliare, anziché una coppia, una pluralità di opposti – le tensioni e le contraddizioni di un’intera stagione storica.

In caso di maltempo i concerti si terranno presso la Pieve di San Giorgio a S. Ambrogio di Valpolicella.

“Musica in Villa” è realizzato grazie al sostegno di numerose realtà locali e nazionali: Valpolicella Benaco Banca, Fondazione Cattolica Assicurazioni, Colorificio Casati, Chiarini Automazioni srl, Sistema Marmo Italia, Tenute Salvaterra, Relais Villa Selle, Villa Mosconi Bertani/Tenuta Santa Maria, FAI Veneto e Fondazione Antonveneta.

BIGLIETTI:

– Intero € 15, due o più persone € 12,50 cad.- Ridotto giovani € 8 (fino a 25 anni)

– Ridotto in convenzione € 10 (soci Pro Loco Valpolicella, abbonati 2015/2016 Amici della Musica di Verona)

– Ridotto “speciale famiglia” € 30 (per i nuclei familiari composti da due adulti con un massimo di tre ragazzi fino a 18 anni)

In vendita online sul sito www.opvorchestra.it (limitatamente ai biglietti interi) o al botteghino di ciascuna sede a partire da un’ora prima dell’inizio dei concerti.

È possibile prenotare i posti presso lo IAT Valpolicella telefonando allo 045 7701920. I biglietti dovranno essere ritirati entro le ore 20.45 di ciascuna serata.

INFORMAZIONI:
IAT Valpolicella – Tel. 0457701920 e-mail info@valpolicellaweb.it
Gabrielli Editori, S. Pietro in Cariano – Tel. 045 7725543 e-mail scrivimi@gabriellieditori.it
Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto – Tel. 049 656848-656626 e-mail info@opvorchestra.it

LEAVE A REPLY