Festival delle Nazioni: ecco gli appuntamenti del 1° settembre 2016

0
207
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoCon un programma musicale dedicato a Gabriel Fauré e Maurice Ravel, Louis Lortie – tra i più importanti interpreti della scena internazionale di oggi – sarà protagonista della decima giornata del Festival delle Nazioni. Giovedì 1 settembre 2016 alle ore 21.00, il pianista franco-canadese eseguirà le Barcarolle n. 5 e n. 7 e i Prélude di Faurè, Gaspard de la nuit e La Valse di Ravel.

Louis Lortie è considerato uno dei più massimi interpreti della scena musicale. Il «Times», descrivendo il suo stile come «puro e immaginativo», ha trovato in lui una «combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno». A Città di Castello renderà omaggio alla Francia interpretando alcune pagine del repertorio composte tra la fine Ottocento e inizio Novecento da Fauré e Ravel, autori che vissero in prima persona quel clima di straordinario fermento artistico e culturale che caratterizzò Parigi negli anni di passaggio tra i due secoli. Si ascolterà un Fauré raffinato e discreto, quello delle Barcarolle e dei Preludi, brani che, richiamandosi a Chopin, sembrano dimostrare il disinteresse del compositore per le grandi forme classiche del repertorio in favore di un linguaggio intimistico e della purezza dell’idea musicale. Lortie si cimenterà anche con il celebre trittico Gaspard de la nuit di Ravel, una pagina di difficoltà trascendentale e di irrefrenabile virtuosismo, che merita certamente di essere annoverata fra i massimi monumenti pianistici del Novecento. Chiuderà il programma La Valse: composto nel 1920, è un pezzo che nasce come poema coreografico: un grande valzer per orchestra scritto su espressa richiesta di Diagilev a nove anni dal successo di Daphnis et Chloé. Ma il progetto di scrivere «una sorta di omaggio alla memoria del grande Strauss, non Richard, l’altro, Johann» risale al 1906, anche se poi nel 1914, con lo scoppio della guerra, Ravel sembrava averci rinunciato. Il compositore completò dapprima la versione per pianoforte solo, cui seguirono quella per due pianoforti, e infine la versione per orchestra. E se il balletto non ebbe fortuna, altrettanto non si può dire della versione per pianoforte solo, tanto che oggi la pagina pianistica è considerata un pezzo di repertorio imprescindibile per ogni grande concertista.

I biglietti per il concerto (da 20 a 10 €) sono in vendita nella sede della biglietteria di Città di Castello a Palazzo Facchinetti in corso Vittorio Emanuele 2 (aperta dalle 11 alle 13 e dalle 16.00 alle 18.00). Per ulteriori informazioni di biglietteria: tel. 075 8522823, ticket@festivalnazioni.com.

—————

GLI EVENTI COLLATERALI DELL’1 SETTEMBRE 2016

Città di Castello, Chiostro di San Domenico

 

Giovedì 1 settembre 2016, il programma degli appuntamenti collaterali del Festival delle Nazioni al Chiostro di San Domenico comincia alle ore 18.00 con il concerto della classe di pianoforte di Riccardo Risaliti. In serata, alle ore 22.30, ancora musica con i The Black Animals, mentre a mezzanotte torna la Fiaba della buonanotte con Enrico Paci e Matteo Bianchini, che daranno voce e suoni alla storia di Barbablù. Il racconto – che si basa sui testi usati dall’Edizione nazionale delle opere di Carlo Lorenzini, volume 4, I racconti delle fate. Storie allegre – è realizzato con il patrocinio della Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Sono partner istituzionali del Festival delle Nazioni il Ministero per i beni e le attività culturali e del Turismo – Dipartimento dello Spettacolo, la Regione Umbria, il Comune di Città di Castello e i Comuni di Citerna, Sansepolcro, San Giustino, Umbertide, Montone, la Camera di Commercio di Perugia. www.festivalnazioni.com.

 

LEAVE A REPLY