Omaggio a Massimo de Vita: 80 anni di vita e 40 di teatro sociale

0
304
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLa presentazione del libro autobiografico Massimo de Vita. Un uomo, un attore (ed. Lo Studiolo) pubblicato in occasione dei festeggiamenti per gli 80 anni di de Vita (regista e direttore del Teatro Officina) apre una settimana di incontri attraverso i quali si ripercorre in quattro tappe fondamentali la storia di questo piccolo Teatro con una forte vocazione al lavoro sociale; i quattro momenti sono: la ricerca sui linguaggi regionali, la cultura operaia, l’anomala spiritualità, l’attenzione verso l’intercultura. Il 24 settembre la settimana di eventi si conclude con un significativo omaggio che i giovani attori del Teatro Officina organizzano, accendendo un dialogo profondo e davvero dialettico con una generazione di teatranti (quella di de Vita) così diversa dalla loro.

Una settimana di anteprima della Stagione teatrale che diviene un’occasione di ascolto, di confronto serrato e vero sul senso del fare teatro sociale, offerta a tutta la città e alle giovanissime generazioni. La Stagione, non a caso, verrà poi inaugurata proprio con la nuova produzione Ci ho le sillabe girate (14-18 ottobre) che vede in scena quattro giovanissimi attori del Teatro Officina con la regia di Enzo Biscardi, che incastona con leggerezza e grazia le loro personali vicende di ragazzi dislessici.

———

19 settembre 2016 ore 21.00

Presentazione del libro Memorie di Massimo de Vita. Un uomo, un attore. Dialogo con l’Assessore Filippo del Corno. Partecipano Franco Loi e Anna de Simone.

***

20 settembre 2016 ore 18.30

I dialetti come lingua con Franco Loi, Anna de Simone, Tano Avanzato

***

21 settembre 2016 ore 21.00

La cultura operaia con gli attori dello spettacolo Cuore di fabbrica

***

22 settembre 2016 ore 18.30

Ricerca di un’anomala spiritualità con Don Angelo Casati, Vittorio Bellavite, Roberto Carusi

***

23 settembre 2016 ore 21.00

Intercultura e prossimità con Enzo Biscardi, Paola Pavesi, Andrea Armocida e i rifugiati politici del Laboratorio teatrale – con Daniela Airoldi Bianchi, Bruno Andreon i e i partecipanti al Progetto Medicina narrativa e Teatro

***

24 settembre 2016 ore 21.00

Incursioni giovanili: un omaggio dei giovani officinanti a de Vita attraverso i loro scritti su Pasolini e sulla Resistenza oggi.

Nella sala del Teatro sono allestite un’esposizione fotografica e una video-installazione sul percorso artistico di Massimo de Vita.

Ingresso: libero e gratuito per tutte le serate.

Prenotazione gradita e gratuita su www.teatroofficina.it | 02.2553200

———-

TEATRO OFFICINA via Sant’Elembardo, 2 Milano | MM1 Gorla | info@teatroofficina.it | www.teatroofficina.it

LEAVE A REPLY