Teatro Mentore (Santa Sofia): ecco la nuova stagione 2016-2017

0
1692
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoSi presenta al pubblico la stagione teatrale 2016 – 2017, che animerà il palco del Teatro Mentore di Santa Sofia con spettacoli di prosa, musica e teatro ragazzi.

Una stagione nuovamente caratterizzata da pluralità e qualità, che hanno contraddistinto con successo la Stagione inaugurale, una rassegna per tutti dal sapore europeo e metropolitano, dedicata a bambini, ragazzi, giovani ed adulti della città (e non solo) di un Teatro definibile come “La Casa di Tutti”.

Anche per la nuova stagione il Comune di Santa Sofia si è avvalso della direzione artistica di Ruggero Sintoni ed Accademia Perduta per gli spettacoli di prosa e ragazzi – dichiara il Sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi – mentre l’Associazione Musicale Roveroni, con Vanni Crociani ed Elena Indellicati, ha curato la parte musicale. La qualità delle proposte è indubbiamente di alto livello, come lo era stata d’altro canto anche nel 2015-2016, e ci auspichiamo di ottenere nuovamente una buona risposta da parte del pubblico, santasofiese e non. Il Mentore è il centro di riferimento culturale dei santasofiesi, ma il nostro desiderio ed il nostro impegno sono rivolti a far si che abbia un respiro ben più ampio di quello locale, coerentemente con lo spirito di Santa Sofia.”

La stagione teatrale partirà dunque il 29 ottobre con un grande spettacolo musicale: il trio composto da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite presenta il nuovo album Parientes. Un viaggio nei ricordi, nell’immaginario di un popolo migrante che ha dato vita ad un’altra cultura, preservando nel contempo la propria. Le musiche spaziano dalla milonga, al tango, alla cumbia, ricordando avventure d’amore e intrecci sentimentali.

Il cartellone musicale proseguirà poi il 22 febbraio con il Trio Rope, ovvero Fabrizio Puglisi al pianoforte, Stefano Senni al contrabbasso e Zeno de Rossi alla batteria, per un percorso musicale che porta da Jelly Roll Morton a Duke Ellington, da Bill Triglia a John Zorn, da Thelonious Monk a Herbie Nichols.

Il 18 marzo spazio ai Violini di Santa Vittoria, che con Denominazione d’origine popolare raccontano l’incredibile storia dei musicisti braccianti di Santa Vittoria, piccolo paese nei pressi di Gualtieri (RE), conosciuto anche come il Paese dei Cento Violini.

La conclusione della stagione musicale è prevista per il 1 aprile con Correnteza di Gabriele Mirabassi al clarinetto, Roberto Taufic alla chitarra e Cristina Renzetti alla voce: uno spettacolo che ruota attorno al repertorio del brasiliano Antonio Carlos Jobim, uno dei più grandi compositori del ‘900.

Per quanto riguarda la stagione di prosa, il cartellone parte il 12 novembre con Corrado Augias in Ecce Homo – Anatomia di una condanna. Il celebre giornalista, tra immagini e musiche, narrerà le ultime ore di Gesù, inquadrandole nella situazione politica e militare del tempo, per stimolare lo spettatore alla scoperta di un Gesù non “vittima di un gioco di potere” bensì pronto a mettere in gioco per le sue idee la sua stessa vita.

Il 17 dicembre sarà la volta dei performer Cristiana Casadio e Stefan Sing con Tangram, uno spettacolo in cui si ridisegnano i confini tra Danza, Nouveau Cirque e Teatro fisico e che descrive in modo accattivante la lotta dell’uomo tra attrazione e repulsione. I due artisti portano nuova vita nelle loro rispettive forme d’arte, unendosi per raccontare una storia d’amore, sdegno, e soprattutto potere.

Il 18 gennaio andrà in scena Human, uno testo scritto e interpretato da Lella Costa e Marco Baliani su musiche originali di Paolo Fresu. Lo spettacolo metterà in scena il dramma del profugo di ogni epoca, racconterà la sua epopea, metterà in luce, di fronte ad un argomento di estrema attualità, la prospettiva di colui che abbandona la sua terra per cercare una nuova patria, contrapposta al punto di vista occidentale, quello di colui che vive nelle destinazioni del migrante ed esaminerà, in modo anche satirico, come facilmente i diritti umani possano essere modificati e plasmati nelle due diverse prospettive.

Il 25 febbraio, infine, sarà protagonista Caravaggio in cui il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi ci condurrà attraverso la vita e la pittura rivoluzionaria di Michelangelo Merisi in uno spettacolo teatrale arricchito dalla musica di Valentino Corvino e dalle immagini delle opere più rappresentative del pittore lombardo curate dal visual artist Tommaso Arosio.

Abbiamo voluto una stagione teatrale imperniata su figure e spettacoli con una forte personalità – dichiara l‘Assessore alla Cultura Isabel Guidi – e soprattutto mi piace sottolineare la presenza di eventi collegati al mondo dell’arte. La cultura non deve essere intesa “a compartimenti stagni”, le contaminazioni sono sempre spunto di riflessione e, con questa stagione teatrale, dialoghiamo con la musica e con l’Associazione Roveroni, ma anche con l’arte figurativa, e penso quindi anche a collegamenti con la nostra Galleria Stoppioni.”

Infine, uno spazio speciale va dedicato al Teatro Ragazzi, che apre sabato 7 gennaio con Accademia Perduta/Romagna Teatri e una delle sue produzioni più amate, Sotto la neve. Minuetto d’inverno, uno spettacolo di Marcello Chiarenza interpretato da Maurizio Casali e Mariolina Coppola, che dipinge con allegria e poesia l’alternanza del caldo e del freddo nel ciclo delle stagioni: il tutto in un gioco buffo e gaio, portato avanti con ironia e con dolcezza da due attori-clown che coinvolgono di volta in volta il pubblico.

Il mese di marzo sarà interamente all’insegna del Teatro per Ragazzi e vedrà Accademia Perduta/Romagna Teatri tornare ad incantare il pubblico sabato 4 marzo con Jack e il fagiolo magico di Marcello Chiarenza con Mariolina Coppola e Maurizio Casali, le musiche originali di Carlo Cialdo Capelli e la regia di Claudio Casadio, ispirato all’antica fiaba popolare inglese.

Il successivo ed ultimo appuntamento coi ragazzi vedrà in scena il 25 e 26 marzo H+G ispirato ad Hansel e Gretel, uno spettacolo di Alessandro Serra co-prodotto da Accademia Perduta/Romagna Teatri e Accademia Arte della Diversità/Teatro La Ribalta in collaborazione con Compagnia Teatropersona e recentemente insignito dell’Eolo Award come “migliore novità”. Gli artisti di-versi protagonisti di questo spettacolo – affiancati sulla scena dalla danzatrice Chiara Michelini – sono portatori di una ricchezza e di un’intensità inedita e inattesa che sorprende e smuove emozioni sopite.

Anche per la stagione entrante, il Teatro Mentore ospiterà spettacoli ed iniziative speciali: il 27 gennaio, il Giorno della Memoria sarà celebrato con uno speciale appuntamento fuori abbonamento ad ingresso gratuito, con Claudio Casadio che presenterà sia per le scuole che per il grande pubblico la proiezione del film che lo ha visto protagonista, L’uomo che verrà. La pellicola di Giorgio Diritti vincitrice, fra gli altri premi, del David di Donatello 2010 come “Miglior Film dell’anno”, è un film non sulla guerra, ma sulla montagna, un eccidio evocato iscrivendo le figure nel paesaggio.

Come lo scorso anno – prosegue Guidi – avremo poi eventi e manifestazioni fuori programma organizzati dalle nostre numerose associazioni di volontariato, che in più di una occasione hanno già dimostrato di sentire quanto il Teatro sia veramente uno spazio pensato per tutti, contenitore multifunzionale per spettacoli, concerti, proiezioni, conferenze. Con grande piacere, infine, annuncio che alla luce del successo dello scorso anno, ripeteremo la collaborazione con Artusi Winter Jazz per proporre, a Santa Sofia, un concerto con Paolo Fresu, uno dei protagonisti della scena jazz internazionale.”

La stagione teatrale 2016-2017 è stata realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Santa Sofia grazie al contributo di Hera, Del Campo, Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, Banca di Forlì, CNA e Stabilimento Tipografico dei Comuni e con la media partnership di Radio Bruno.

A partire dal 15 ottobre sarà possibile sottoscrivere gli abbonamenti non nominativi (e quindi cedibili a terzi) per la stagione teatrale: sabato 15, domenica 16 e martedì 18 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, presso la biglietteria del teatro sarà possibile acquistare l’abbonamento cumulativo che comprende tutte le date in cartellone al costo di € 100,00.

Giovedì 20 e sabato 22 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, sempre presso la biglietteria del teatro sarà possibile acquistare l’abbonamento per la sola stagione teatrale, composta dagli spettacoli di prosa e dal teatro ragazzi, al costo di € 65,00.

Infine, domenica 23 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, presso la biglietteria del teatro sarà possibile acquistare l’abbonamento per la sola stagione musicale al costo di € 45,00.

I biglietti per i singoli spettacoli sono acquistabili presso il teatro direttamente la sera dell’evento stesso e sono prenotabili telefonicamente contattando il numero 349 9503847.

LEAVE A REPLY