IUC, Alessandro Carbonare sostituisce Martin Frost all’apertura di stagione 2016/2017

0
494
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoAtteso per l’apertura della stagione il virtuoso Martin Fröst è stato costretto ad annullare la sua tournée in Italia e in Europa: ad inaugurare la 72esima stagione della IUC martedì 11 ottobre alle 20.30 nell‘Aula Magna della Sapienza di Roma sarà Alessandro Carbonare, il migliore clarinettista italiano fra i più apprezzati a livello mondiale accompagnato dalla Amsterdam Sinfonietta. Carbonare ha accettato di sostituire Frost mantenendo pertanto inalterato il programma previsto per la serata.

Fra i più noti e ammirati clarinettisti in campo internazionale, primo clarinetto solista dell‘Orchestre National de France e attualmente in carica con lo stesso ruolo nell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Carbonare collabora con alcune delle principali orchestre europee e americane, dalla New York Philharmonic alle Berliner Philarmoniker e Chicago Symphony ed è stato scelto da Claudio Abbado come primo clarinetto dell’Orchestra Mozart e dell’Orchestra del Festival di Lucerna. Insomma sarà una garanzia e un piacere ascoltare Carbonare che mantiene lo stesso programma annunciato.

In apertura, spazio al Concerto n. 1 in fa minore per clarinetto op. 73 di Carl Maria Von Weber, summa del periodo romantico, all’Adagio dal Quintetto Wab 112 di Bruckner, nella Suite per archi JW 6/2 di Janacek a diverse danze popolari, dalla Danza ungherese n. 14 di Brahms alle Danze popolari rumene di Bela Bartòk, fino alle Danze klezmer n. 2 e 3 arrangiate da Göran Frost (fratello di Martin). Ad accompagnare Carbonare, la Amsterdam Sinfonietta, comprende 22 strumentisti che suonano sotto la guida del primo violino Candida Thompson, fra migliori orchestre da camera europee dal repertorio particolarmente ampio che vanta collabora con musicisti classici come Valery Gergiev o Yo-Yo Ma, e che eseguirà musiche di Bruckner e Janacek.

LEAVE A REPLY