“Trattato di economia” e “T.I.N.A.”

Dal 3 al 6 novembre, ore 20.30, al Teatro della Contraddizione, Milano

0
345
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di R. Castello
Foto di R. Castello

Aldes

Trattato di economia”

Di e con Roberto Castello e Andrea Cosentino

***

A seguire

Aldes

T.I.N.A.”

Di e con Giselda Ranieri

(studio)

———

Arrivano a Milano sul palco della Contraddizione dal 3 al 6 novembre “Trattato di Economia” – di e con Andrea Cosentino e Roberto Castello – e “T.I.N.A.” – di e con Giselda Ranieri, tutti raccolti sotto il nome di ALDES.

Aldes

Trattato di Economia

progetto, drammaturgia, regia, interpretazione Roberto Castello e Andrea Cosentino

videopartecipazione straordinaria Attilio Scarpellini

produzione ALDES in collaborazione con Sardegna Teatro

con il sostegno di MIBACT – MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali e del turismo /Direzione Generale Spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA/Sistema Regionale dello Spettacolo

Un autore/interprete crudo e ironico, un coreografo/danzatore filosofo e visionario in una lotta/confronto con l’economia e la sua morale. In Trattato di Economia due “cerimonieri e imbonitori, affabulatori e animatori, Castello e Cosentino creano un esilarante cabaret futurista, giocano di rimessa, l’uno spalla dell’altro, e sfoderano l’arte del paradosso, solo antidoto all’illogicità delle cose”. Una performance paradossale che si interroga sul denaro, il suo valore, la sua invadenza e la sua sostanziale mancanza di rapporto con la realtà. Situazioni limite e domande inappropriate sono il modo per riprendere possesso di ciò che non si capisce e non si controlla: i pensieri si spalancano in una risata liberatoria.

***

Aldes

T.I.N.A.

(studio)

idea e coreografia GISELDA RANIERI

collaborazione artistica SANDRO MABELLINI

produzione ALDES

Con il sostegno di MIBACT – MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali e del turismo / Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

T.I.N.A. è un dialogo giocato sul filo tra reale e visionario, un confronto tra personale e sociale con sconfinamenti ironici e onirici; è una donna che prova a definirsi tra mille puntini di sospensione. Un lavoro breve non serio e non faceto, fra parola e gesto, epico e ordinario, ordine e caos. Traendo ispirazione dal famoso acronimo coniato da M. Thatcher, T.I.N.A. riflette su una situazione contemporanea che ha portato le premesse di allora quasi agli estremi opposti: dal There Is No Alternative all’odierno essere sommersi da una miriade di possibilità, di informazioni, dati, indici, likes… Una condizione tanto estrema da lasciare spesso l’individuo paralizzato di fronte alle scelte da compiere. Un mare magnum di occasioni che ipoteticamente si propone come orizzonte di felicità si trasforma, non di rado, in realtà ansiogena: uno stato confusionale che turba il soggetto fino quasi a relativizzarne il punto di vista. T.I.N.A. rende omaggio a quanti condividono questo stato.

Un tributo offerto con spirito critico e ironia perché, se è giusto lottare per capire e liberarsi da una nuova schiavitù (la sindrome da iperconnessione), a volte, un distacco ponderato può schiarire la visione d’insieme e riportare il soggetto al sé.

———

ALDES

ALDES è un’associazione di artisti e operatori culturali che dal 1993, sotto la direzione di Roberto Castello, produce e promuove opere di sperimentazione coreografica con particolare attenzione alle forme di confine fra danza e arti visive, danza e nuove tecnologie, danza e teatro, realizzando spettacoli, video, installazioni, performances e manifestazioni che hanno come oggetto il corpo, il movimento e la loro rappresentazione.

I progetti ALDES sono caratterizzati da una particolare attenzione al rapporto fra azione coreografica e spettatori, quindi a tutte quelle forme di danza contemporanea che hanno connotati non convenzionali e sperimentano nuove forme di rapporto spazio/temporale fra spettatori e opere.

Gli autori ALDES sono: il suo fondatore e direttore artistico Roberto Castello (Premio UBU speciale nel 1985 per ‘Il Cortile’ e nel 2003 UBU miglior spettacolo della stagione sez. teatro-danza con ‘Il migliore dei mondi possibili’), Stefano Questorio danzatore storico dal 1998 e coreografo (Premio Otello Sarzi – Nuove realtà del teatro 2007 e Premio miglior interprete, rassegna Loro del Reno 2007), Irene Russolillo (Premio Equilibrio 2014 e Premio MasDanza19 come miglior interprete, premio Outlet 2014, candidata 2014 al Premio Virginia Reiter) danzatrice/interprete in ALDES dal 2010, Caterina Basso e Giselda Ranieri, ambedue in ALDES in vesti di danzatrici dal 2007 e 2010 (la Basso co-autrice di alcuni progetti con A. Senatore) e con Aline Nari già interprete in ALDES in anni passati, che insieme a Davide Frangioni da anni curano progetti in cui fondono ricerca artistica e desiderio di incontrare pubblici e contesti diversi; dal 2016 collaboreranno inoltre: la danzatrice/coreografa Francesca Zaccaria (le sue ultime coreografie sono state presentate in Francia e in Germania), già interprete per R. Castello, e l’artista/performer Giacomo Verde, con il quale ALDES collabora dal ’98 su vari progetti.

———–

Dove: Teatro della Contraddizione – Via Della Braida 6, Milano – MM3 PORTA ROMANA

Info e prenotazioni: Tel. +39 02 5462155, info@teatrodellacontraddizione.it

Ingresso: Intero €15 Ridotto €12

LEAVE A REPLY