Calendar Girls

Il 24 novembre al Teatro di Mirano

0
392
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Giovanni De Sandre
Foto di Giovanni De Sandre

Prosegue la rassegna di prosa del Teatro di Mirano: un nuovo tutto esaurito per CALENDAR GIRLS, che vedrà protagoniste Angela Finocchiaro e Laura Curino giovedì 24 novembre 2016 all’interno del cartellone de “La Città a Teatro 2016-2017”.

Sono ancora disponibili fino al 2 dicembre, invece, gli abbonamenti per “DOMENICHE A TEATRO”, la rassegna dedicata ai bambini e alle famiglie, che aprirà domenica 4 dicembre con “Il BRUTTO BRUTTO ANATROCCOLO” di Proscenio Teatro.

Dopo il successo della prima stagione record (108 repliche in 5 mesi, tutte sold out e con più di 72.000 spettatori), CALENDAR GIRLS torna per la seconda stagione teatrale. CALENDAR GIRLS è un testo teatrale scritto da Tim Firth, tratto dall’omonimo film con la regia di Nigel Cole, di cui lo stesso Firth è autore e sceneggiatore insieme a Juliette Towhide. Il film, di cui erano protagoniste – fra le altre – Helen Mirren, Julie Walters e Linda Bassett, è uscito in Italia nel 2004 diventando un film di culto. Nell’adattamento teatrale, diretto da Cristina Pezzoli, viene mantenuta l’impostazione corale, con un ruolo da protagonista definito, quello di Chris, interpretata da Angela Finocchiaro. In scena con lei e Laura Curino, anche Ariella Reggio, Carlina Torta, Matilde Facheris, Corinna Lo Castro, Elsa Bossi, Marco Brinzi, Noemi Parroni e Titino Carrara. La traduzione e l’adattamento sono di Stefania Bertola, le scene di Rinaldo Rinaldi, i costumi di Nanà Cecchi, le musiche originali di Riccardo Tesi, il disegno luci di Massimo Consoli. Lo spettacolo è una produzione Agidi e Enfi Teatro e sostiene l’AIL Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma.

La storia, ispirata ad un fatto realmente accaduto, è quella di un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni, membre del Women’s Institute (nata nel 1915, oggi è la più grande organizzazione di volontariato delle donne nel Regno Unito), che si impegna in una raccolta fondi destinati ad un ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una di loro (Annie). Chris, stanca di vecchie e fallimentari iniziative di beneficenza, ha l’idea di fare un calendario diverso da tutti gli altri, in cui convince le amiche del gruppo a posare nude. Con l’aiuto di un fotografo amatoriale realizzano così un calendario che le vede ritratte in normali attività domestiche, come preparare dolci e composizioni floreali, ma con un particolare non convenzionale: posano senza vestiti. L’iniziativa riscuote un successo tale da portarle alla ribalta non solo in Inghilterra facendo volare le vendite del calendario alle stelle! L’improvvisa e inaspettata fama, tuttavia, metterà a dura prova le protagoniste.

Lo spettacolo teatrale, al pari del film, ha avuto un enorme successo in Inghilterra, dove è programmato in diverse versioni dal 2008 ed è tuttora in scena.

Scrive Cristina Pezzoli nelle note di regia: “Questo è il primo allestimento di CALENDAR GIRLS in Italia. Questa commedia fa molto ridere ma la sua comicità evolve da un fatto drammatico: la morte di John per una malattia terribile quale la leucemia. Credo che sia indispensabile agganciare la forza comica del testo anche a questo: è una risata in faccia alla morte, è la vitalità dei girasoli che cercano la luce opponendosi al buio dello sparire. (…) Altra questione centrale è la realizzazione del calendario, in cui non troviamo modelle da calendario Pirelli, ma donne con i corpi veri e imperfetti delle donne. Con coraggio e ironia le Girls si offrono allo sguardo della macchina fotografica e del pubblico per dirci che le stagioni della vita possono continuare a sorprendere”.

——

CALENDAR GIRLS SOSTIENE AIL: LA FINALITÀ BENEFICA

Tim Firth, autore della sceneggiatura del film e del successivo adattamento teatrale, ha voluto che la messa in scena di CALENDAR GIRLS rimanesse sempre collegata ad una iniziativa benefica, come all’origine è stato per il calendario. In linea con le scelte dell’autore, CALENDAR GIRLS ha scelto di sostenere l’AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma: durante la tournèe verranno organizzate diverse iniziative dedicate alla raccolta fondi per il progetto. Con i fondi ricavati, AIL implementerà i servizi offerti dalle Case AIL già presenti sul territorio nazionale, per rendere l’ospitalità ai malati e ai loro familiari sempre più confortevole e sicura. Il ricavato della raccolta fondi realizzato durante la prima stagione di tournée ha permesso ad AIL di ospitare presso le Case Alloggio 230 pazienti accompagnati da un familiare, per un mese.

——

La biglietteria del Teatro di Mirano apre giovedì 24 novembre alle ore 20:00 per il ritiro dei biglietti acquistati on line e per la vendita di posti che dovessero eventualmente liberarsi.

La Stagione è promossa dal Comune di Mirano, in collaborazione con La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale, Circuito Teatrale Regionale Arteven, Regione del Veneto, Città Metropolitana di Venezia, Ministero dei Beni e Attività Culturali, Commissione Pari Opportunità del Comune di Mirano. La stagione aderisce alla “Campagna 365 giorni NO” alla violenza contro le donne, e il cartellone dedicato alle famiglie aderisce a “Mirano città delle bambine e dei bambini”.

——

INFO > Ufficio Teatro

tel. 0414355536 – info@miranoteatro.it

teatrodimirano.wordpress.com

www.miranoteatro.it

www.arteven.it

LEAVE A REPLY