Il racconto di Natale – Ferdinando Bruni legge Charles Dickens

Dal 29 novembre all'11 dicembre al Teatro Elfo Puccini, Milano

0
407
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodisegni di Ferdinando Bruni

produzione Teatro dell’Elfo

prima nazionale

——–

È la vigilia di Natale, ma per l’usuraio Ebenezer Scrooge è un giorno come un altro: né i canti, né i sorrisi scalfiscono il suo cuore di ghiaccio. Durante quella notte però riceve delle visite straordinarie e sconvolgenti: gli appaiono i tre spiriti del Natale (passato, presente e futuro) preceduti dal fantasma del suo vecchio socio, Jacob Marley, condannato a vagare trascinando la lunga catena dei suoi errori, consapevole di aver sprecato la vita. Scrooge rischia la stessa fine dell’amico e questa terribile eventualità fa scattare in lui il cambiamento: la volontà di donare al prossimo se stesso e i propri averi, di tornare ad apprezzare la vita.

Ferdinando Bruni, riprendendo il filone iniziato nel 2015 con Il fantasma di Canterville, mette in scena e disegna Il racconto di Natale in forma di one man show, in un’atmosfera sospesa tra sogno e allucinazione, accompagnato dalle proiezioni di una moderna lanterna magica.

«Un piccolo gioiello che Dickens compone a trentun anni. (…) La preziosità del testo è evidente e percepibile a “strati”: quelli esposti allo sguardo, relativi alla storia narrata e alla sua articolazione; quelli celati alla vista, frutto di una ricerca artistica condotta su piani distinti che alla fine convergono, linee di percorsi autonomi che si chiudono tutti sullo stesso punto. Come in Shakespeare. La storia è semplice nella sua ossatura, ingenua perfino, leggibile come una delle tante fiabe dickensiane, dove le forze negative e ostacolanti risultano infine sconfitte dagli agenti benefici.

(…) Ma tutt’altro che semplice è il modo attraverso il quale la storia si dipana. (…) Scrooge si presenta al lettore in tutta la sua violenza ideologica, in tutta la sua chiusura a qualsiasi stimolo sentimentale; (…) Marley apre la porta agli spettri che lo condurranno a guardare dentro se stesso, e il lettore a penetrare nell’oscurità del racconto. Oscurità non solo intrinseca al tema delle ombre, ma determinata anche dalla complessità della struttura temporale, lungo la quale si snodano i non problematici episodi della vita di Scrooge»

Maria Sestito

(dall’introduzione a Charles Dickens, Un canto di Natale, Letteratura universale Marsilio)

——–

ELFO PUCCINI, SALA BAUSCH, corso Buenos Aires 33, Milano – Martedì-sabato ore 19:30 / domenica ore 15:30

Info e prenotazioni 02/0066.06.06 – www.elfo.org

PREZZI: Intero 32.50 € – Martedì 21.50 € – Ridotto giovani e anziani 17 €

LEAVE A REPLY