Teatro del Sentino (Sassoferrato): ecco la nuova stagione 2016/2017

0
748
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoSu il sipario, si va in scena! Prenderà il via sabato 17 dicembre la stagione di prosa 2016/17 del Teatro del Sentino. Allestito dal Comune con la collaborazione di “Teatro ’88”, il cartellone si presenta anche in questa edizione ricco e di qualità. Otto gli spettacoli in programma, di cui cinque in abbonamento, nei quali figurano attori di eccellente livello e volti noti del panorama artistico nazionale: da Alessandro Benvenuti a Gaia De Laurentiis, da Roberto Ciufoli a Tiziana Foschi, da Francesca Nunzi a Rocío Morales, da Ugo Dighero a Ciro Scalera ed altri ancora.

Questa nuova stagione, la nona consecutiva, si preannuncia brillante, intrigante, offre tanti spunti per ridere, ma anche per riflettere e, pur passando da testi classici alla commedia leggera, si muove lungo un filo conduttore ben definito, quello dell’attualità.

L’apertura sarà con uno spettacolo emozionante: “La Lauda di Francesco in Musical”. Dopo il grande successo europeo dello spettacolo, portato in scena dal 2000 da Angelo Branduardi, la “Lauda” abbandona le vesti dell’opera medievale e torna sui palcoscenici nella versione più “fresca” del musical con tre fra i migliori attori-cantanti italiani del genere (Francesco Antimiani, Ilaria Deangelis e Carmelo Gerbaro) e un corpo di ballo rinnovato. Parole, musica e danza raccontano la storia del Poverello di Assisi: un santo, certo, ma soprattutto un uomo e un poeta che amava la vita e gioiva delle piccole cose che ogni giorno riserva. E’ il Francesco umano, terreno, fragile ed energico al contempo, che emerge fra le note della Lauda. Lo spettacolo è intenso e delicato insieme, ma, soprattutto, coinvolgente, nel quale il canto, i dialoghi, la danza e le splendide melodie di Branduardi interagiscono e si completano magnificamente tra loro e conducono lo spettatore dentro la scena, in un’atmosfera d’incanto che è un inno all’amore.

Il secondo appuntamento, il 17 gennaio, sarà con un classico della commedia, uno dei capolavori del grande commediografo francese Molière: “L’avaro”. Lo spettacolo, la cui versione è curata dal noto regista, drammaturgo e sceneggiatore Ugo Chiti, è andato in scena con successo, in prima nazionale, nell’agosto scorso al 50° Festival Teatrale di Borgio Verezzi. Protagonista centrale della commedia un artista di primo piano nel panorama teatrale e cinematografico nazionale, Alessandro Benvenuti, nelle vesti di Arpagone. Nel cast, accanto al grande artista toscano, altri otto validi interpreti: Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Ciotti, Gabriele Giaffreda e Desirée Noferini. Amaro e irresistibilmente comico, un’opera di bruciante modernità… L’avaro molieriano riesce a essere un classico immortale e, nello stesso tempo, a raccontarci il presente senza bisogno di trasposizioni o forzate interpretazioni.

L’8 febbraio andrà in scena “L’inquilina del piano di sopra” ovvero un classico della comicità di Pierre Chesnot, uno di quei rari meccanismi drammaturgici ad orologeria, la cui regia è curata da Stefano Artissunch. Una commedia dai buoni sentimenti che ride dei rapporti di coppia e di eventi come il tentativo di suicidio più volte minacciato dalla protagonista. Interpreti dello spettacolo due attori di alto spessore, Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero, accompagnati in scena da un’altra attrice di valore, Laura Graziosi. La rappresentazione è un’elegante e delicata favola moderna sul dramma della solitudine con un lieto fine sospirato, una commedia che mette il buonumore e fa amare la vita, proprio perché ridicolizza il dramma che ognuno di noi porta con sé…“Ormai sei nato…non c’è più niente da fare!!!”

Il 7 marzo l’appuntamento sarà con una commedia dai contenuti tragicomici, “Certe notti”, scritta da Antonio Grosso, per la regia di Giuseppe Miale di Mauro. A portare in scena lo spettacolo un cast giovane e di eccellente livello, composto dallo stesso Grosso, Rocío Morales, Antonello Pascale, Ciro Scalera, Ariele Vincenti e Federica Caruba Toscano. Si ride e al tempo stesso si riflette con questa commedia che affronta tematiche di grande attualità. Una vicenda che ha per protagonisti cinque studenti universitari che condividono gli spazi della Casa dello Studente e vivono in quel limbo che separa il giovane dall’adulto, alle prese ciascuno con i propri problemi esistenziali e con un futuro dalle tinte troppo sbiadite per essere visto con ottimismo. E poi c’è un professore infame, autoritario e cinico, simbolo di una società che abusa il potere e chiude le porte in faccia ai giovani. «Ma – come è scritto nelle note di regia – arriverà prima o poi un terremoto che stravolgerà le cose, un terremoto che quelli come il professore hanno provocato con la loro spocchia, con la loro imprudenza, con la loro ignoranza. E solo allora, sotto le macerie, ci sarà la resa dei conti, perché si sa che i conti si fanno alla fine, ma questa è una fine che sa tanto di nuovo inizio».

Chiuderà la stagione, domenica 26 marzo, l’esilarante commedia “Ti amo…o qualcosa del genere”, interpretata da quattro fuoriclasse della comicità: Roberto Ciufoli, Tiziana Foschi, Francesca Nunzi e Diego Ruiz (autore di testo e regia). E’ questa un’altra delle divertenti commedie di Ruiz, ancora una volta alle prese con le sue appassionanti e ironiche ricerche sulla qualità dei rapporti di coppia, visti, però, in questo caso, attraverso la lente spietata dell’amicizia. Sì, perché un amico alcune volte, più o meno involontariamente, può mettere i bastoni tra le ruote alla storia d’amore dell’altro. Se poi il tuo migliore amico in realtà è un’amica, il pericolo è dietro l’angolo. Esiste l’amicizia tra un uomo e una donna? Oppure c’è un’attrazione latente? In questo spettacolo i quattro protagonisti danno vita a una girandola di equivoci e di fraintendimenti impossibili, creando un groviglio inestricabile di bugie e mezze verità. Tra mille risate, situazioni imbarazzanti e gags esilaranti, tutti i nodi verranno al pettine e sarà l’amore a trionfare su tutto…o forse no?

La campagna abbonamenti è già iniziata. Per informazioni: Comune di Sassoferrato – Ufficio Relazioni con il Pubblico – Piazza Matteotti, 4 – tel. 0732/956232-218 – cell. 377/1203522 – fax 0732/956234, e-mail: teatrodelsentino@comune.sassoferrato.an.it – web: www.comune.sassoferrato.an.it, area “Teatro”.

LEAVE A REPLY