Hokusai, il monte Fuji, i luoghi e i volti del Giappone

Dal 26 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017 allo Spazio Oberdan, Milano

0
469
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIn occasione della grande mostra “Hokusai, Hiroshige, Utamaro”, a Palazzo Reale fino al 29 gennaio 2017, e in collaborazione con il Comune di Milano e MondoMostre Skira, Fondazione Cineteca Italiana propone la rassegna cinematografica HOKUSAI, IL MONTE FUJI, I LUOGHI E I VOLTI DEL GIAPPONE, per scoprire la grande arte e la cultura giapponese a partire dalla loro immagine simbolo, il monte Fuji.

Sei film in programma, fra i quali due eccezionali anteprime: Ascent di Fiona Tan, splendida, poetica storia che ruota intorno al monte Fuji, qui in tutta la sua valenza simbolica, culturale e spirituale, e Miss Hokusai di Keiichi Hara, la storia mai raccontata della figlia del pittore Hokusai, donna dallo spirito libero e dall’enorme talento artistico.

La rassegna è completata da due classici di due maestri della settima arte come Sogni di Akira Kurosawa e Vita di O-Haru, donna galante di Kenji Mizoguchi, dal recente La foresta dei sogni di Gus Van Sant e dal magnifico La storia della principessa splendente del grande Isaho Takahata.

——-

PROMOZIONE SPECIALE

A partire dal 27 dicembre 2016 e fino al 29 gennaio 2017, i possessori di Cinetessera 2017 avranno diritto allo sconto sul biglietto della mostra “Hokusai, Hiroshige, Utamaro”, a Palazzo Reale (€ 10 invece di € 12, biglietto comprensivo di audioguida); analogamente, con il biglietto della mostra si avrà diritto al biglietto scontato per la proiezione della rassegna cinematografica a Spazio Oberdan (€ 5,50 invece di € 7,50).

——-

CALENDARIO

26.12 H 19 / 27.12 H 17 / 28.12 H 21.15 / 29.12 H 19 / 30.12 H 21.15 / 01.01 H 19 / 02.01 H 19.15 / 03.01 H 17 / 06.01 H 15 / 07.01 H 21.15 / 08.01 H 19

Ascent – Anteprima

R.: Fiona Tan. Int.: Hiroki Hasegawa, Fiona Tan. Paesi Bassi/Giappone, 2016, 80’, v.o.sott.it

A metà fra documentario e finzione, Ascent racconta la storia di Maria, una donna inglese, e del suo defunto compagno giapponese, Hiroshi. Maria riceve un pacco contenente delle lettere e una raccolta di fotografie di Hiroshi, che innescano in lei un treno di pensieri e riflessioni. La storia si dipana, avventurandosi su sentieri imprevedibili, parallelamente alla scalata del Monte Fuji, che avviene sul piano non solo geografico ma anche temporale e culturale. Nel film appaiono circa 4000 fotografie eccezionali e molto varie, scattate nell’arco degli ultimi 150 anni: dai primi esempi di studi giapponesi sulla fotografia, alle foto di propaganda militare degli anni Trenta, arrivando a scatti amatoriali contemporanei. Queste migliaia di immagini avvolgono la montagna come una nuvola, rivelandola e nascondendola allo stesso tempo. Spunto artistico e culturale del film sono indubbiamente le xilografie di Hokusai, ma anche dipinti di Van Gogh, la filosofia asiatica e il significato simbolico, religioso, spirituale del Monte Fuji.

***

29.12 H 21.15 / 01.01 H 15 / 05.01 H 17 / 06.01 H 19

Miss Hokusai – Anteprima

R.: Keiichi Hara. Giappone, 2015, 93’, v.o. sott. it. Anteprima

La storia mai narrata di O-Ei, figlia del pittore Hokusai: il poetico ritratto di una donna dallo spirito libero e dall’enorme talento artistico, svelato attraverso il passaggio delle stagioni nella Edo del XIX secolo, l’antica capitale del Giappone attraversata da un periodo di intensi cambiamenti.

***

30.12 H 16.45 / 07.01 H 17

La foresta dei sogni

R.: Gus Van Sant. Sc.: Chris Sparling. Int.: Matthew McConaughey, Naomi Watts, Ken Watanabe. USA, 2015, 110’.

L’americano Arthur Brennan raggiunge Aokigahara, un bosco folto e misterioso conosciuto come “la foresta dei sogni” e situato alla base del Monte Fuji, dove la gente si reca per contemplare la vita e la morte. Arthur è convinto che questo sia il posto perfetto per morire, ma dopo l’incontro con Takumi Nakamura, uomo smarrito come lui, inizierà un percorso di riflessione e sopravvivenza che lo porterà a riaffermare la propria voglia di vivere e a riscoprire l’amore per la moglie Joan.

***

02.01 H 17 / 04.01 H 18.45

Sogni

R. e sc.: Akira Kurosawa Int.: Akira Terao, Martin Scorsese, Chishu Ryu, Mitsuko Baishoh, Mitsunori Izaki. Giappone, 1990, 120’.

Su registri ora fiabeschi ora drammatici, otto racconti (uno dei quali, Fuji in rosso, dedicato al monte Fuji) attraverso i quali un uomo ripercorre nei propri sogni i momenti più salienti della sua vita.

***

05.01 H 21.15

Vita di O-Haru, donna galante

R.: K. Mizoguchi. Int: Tanaka Kinuyo, Sugai Ichirô, Matsuura Tsukue. Giappone, 1952, 133’, v.o. sott.it

Nel Giappone del 1600, la storia della prostituta O-Haru, che un giorno, in un tempio, resta ipnotizzata di fronte a delle statue di samurai. In uno di quei volti le sembra di riconoscere il suo primo amore.

***

08.01 H 14.30

La storia della principessa splendente

R. e sc.: Isaho Takahata. Giappone, 2013, 137’, v.o. sott.it.

La storia di una misteriosa bambina adottata da una coppia di contadini che, crescendo, diventa una bellissima ragazza, attirando l’interesse dello stesso Imperatore. Ma Kaguyahime è in realtà una donna della Luna, destinata presto a ricongiungersi con il suo popolo.

——-

MODALITÀ D’INGRESSO

Biglietto d’ingresso intero: € 7,50

Biglietto d’ingresso ridotto con Cinetessera: € 5,50

Cinetessera annuale: € 10,00.

I biglietti possono essere acquistati in prevendita alla cassa di Spazio Oberdan da una settimana prima dell’evento nei giorni e negli orari di apertura della biglietteria.

——-

SPECIALE PROMOZIONE

I possessori di Cinetessera 2017 avranno diritto allo sconto sul biglietto della mostra “Hokusai, Hiroshige, Utamaro”, a Palazzo Reale (€ 10 invece di € 12, biglietto comprensivo di audioguida); analogamente, con il biglietto della mostra si avrà diritto al biglietto scontato per la proiezione della rassegna cinematografica a Spazio Oberdan (€ 5,50 invece di € 7,50).

LEAVE A REPLY