Romeo e Giulietta – L’amore è saltimbanco

Il 15 dicembre, ore 21, al Teatro di Mirano (VE)

0
384
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoUn nuovo appuntamento con la rassegna di prosa del Teatro di Mirano: protagonista de “La Città a Teatro” sarà, giovedì 15 dicembre alle 21.00, la giovane e talentuosa compagnia veneziana Stivalaccio Teatro, che presenterà al pubblico “ROMEO E GIULIETTA – L’AMORE È SALTIMBANCO”. Sono disponibili ancora pochissimi posti.

Questo “ROMEO E GIULIETTA”, scritto e diretto da Marco Zoppello, rilegge la tragedia più romantica della storia nell’anno shakespeariano, attraverso la commedia dell’arte e il teatro popolare. In scena, oltre al regista, anche Anna De Franceschi e Michele Mori. La scenografia è di Alberto Nonnato, i costumi sono di Antonia Munaretti, le machere di Roberto Maria Macchi, i duelli di Giorgio Sgaravatto e la consulenza musicale di Veronica Canale.

È il 1574, e Venezia è in subbuglio. Per calli e fondamenta circola la novella: Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, passerà una notte nella Serenissima. Un onore immenso per il Doge e per la città lagunare. Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di dare spettacolo in onore del principe. Mica una storia qualunque, certo che no, la più grande storia d’amore che sia mai stata scritta: Romeo e Giulietta.

I due saltimbanco hanno due ore di tempo per prepararsi ad andare in scena, provare lo spettacolo ma, soprattutto: trovare la “Giulietta” giusta, casta e pura, da far ammirare al principe Enrico! Ed ecco comparire nel campiello la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta. Si assiste dunque ad una “prova aperta”, alla maniera dei comici del Sogno di una notte di mezza estate, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.

Scrive Stivalaccio Teatro: “Shakespeare diventa, per noi, materia viva nella quale immergere le mani, per portare sul palco, attraverso il Teatro Popolare, le grandi passioni dell’uomo, le gelosie “Otelliane”, i pregiudizi da “Mercante”, “Tempeste” e naufragi, in una danza tra la Vita e la Morte, coltelli e veleni”.

Stivalaccio Teatro nasce nel 2007 come compagnia di teatro popolare, dall’incontro tra Michele Mori e Marco Zoppello. Si uniscono poi Sara Allevi e Anna De Franceschi. Sono attivi in molteplici ambiti: dagli spettacoli di prosa, al teatro ragazzi, dall’arte di strada, alla formazione fino all’ organizzazione di rassegne. Collaborano con realtà come il Teatro Stabile del Veneto, Operaestate Festival, Teatro del Pane, Nata Teatro e Regione Toscana.

——–

I biglietti sono disponibili sia in biglietteria del Teatro di Mirano sia on line su www.vivaticket.it by Best Union con diritto di prevendita. La biglietteria del Teatro di Mirano apre giovedì 15 dicembre dalle 17:00 alle 19:00 per la prevendita degli ultimi posti disponibili, e alle ore 20:00 per il ritiro dei biglietti acquistati on line e per la vendita di posti che dovessero eventualmente liberarsi.

Per quanto riguarda i prezzi, l’ingresso è 18 euro (15 ridotto Over 65, under 26, cral aziendali e dipendenti del Comune di Mirano; 10 euro studenti; 8 euro studenti in gruppo solo in prevendita in biglietteria, minimo tre persone).

———

La Stagione è promossa dal Comune di Mirano, in collaborazione con La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale, Circuito Teatrale Regionale Arteven, Regione del Veneto, Città Metropolitana di Venezia, Ministero dei Beni e Attività Culturali, Commissione Pari Opportunità del Comune di Mirano. La stagione aderisce alla “Campagna 365 giorni NO” alla violenza contro le donne, e il cartellone dedicato alle famiglie aderisce a “Mirano città delle bambine e dei bambini”.

———

INFO > Ufficio Teatro

tel. 0414355536 – info@miranoteatro.it

teatrodimirano.wordpress.com

www.miranoteatro.it

www.arteven.it

LEAVE A REPLY