Al Cavallino bianco

Dal 2 al 5 febbraio al Teatro Parioli Peppino De Filippo, Roma

0
274
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Produzione La Compagnia Italiana di Operette

Libretto di H. Muller Einigen e E. Charell

Con Victor Carlo Vitale, Silvia Santoro

Musiche Ralph Benatzky, Robert Stolz

Direzione Musicale Maurizio Bogliolo

Regia Gianfranco Vergoni

———–

Al Teatro Parioli Peppino De Filippo da giovedi 2 a domenica 5 febbraio 2017, l’operetta, con la Compagnia Italiana di Operette  in  Al Cavallino bianco, libretto di H. Muller Einigen e E. Charell, con Victor Carlo Vitale, Silvia Santoro, musiche Ralph Benatzky, Robert Stolz, direzione musicale Maurizio Bogliolo, regia Gianfranco Vergoni. Un’altra operetta di grande popolarità, uno spettacolo che sembra un fuoco d’artificio, quadri di elegante spettacolarità e colpi di scena. La scena è ambientata a San Wolfango, nel Salzkammergut. La bella vedova Gioseffa, innamorata dell’avvocato Bellati, è proprietaria dell’hotel “Al Cavallino bianco” e continua a licenziare camerieri perché innamorati di lei.Leopoldo, anch’esso cameriere e anch’esso innamorato di lei, deve attendere tempi migliori per poter confessare il suo amore alla bella Gioseffa. Arriva nell’hotel il buffo e ricco industriale Pesamenole accompagnato dalla figlia Ottilia che per faccende di lavoro è in causa con un suo concorrente proprio difeso dall’avvocato Bellati. Leopoldo affitta a Pesamenole la camera occupata normalmente dall’avvocato; si inizia a creare un certo scompiglio, attenuato dall’innamoramento di Bellati per Ottilia che prontamente lo ricambia anche grazie all’aiuto del buon Leopoldo. Ecco giungere nell’hotel anche il professor Hinzelmann con sua figlia Claretta e Sigismondo, figlio del concorrente di Pesamenole. Sigismondo e Claretta, conosciutisi durante il viaggio, si innamorano l’uno dell’altra ma l’avvocato Bellati mette in testa a Pesamenole che Sigismondo sarebbe il marito perfetto per sua figlia Ottilia in modo da fondere la sua azienda con quella del suo rivale in causa e riesce a far impegnare la ragazza con l’obiettivo di chiedere in un secondo momento la sua mano. E’ l’arrivo dell’arciduca, data la stagione della caccia, che complica ancora di più le cose in un primo momento ma che poi fa in modo che Gioseffa si accorga dell’amore di Leopoldo ricambiandolo, che l’avvocato Bellati si metta con la bella Ottilia, e che Sigismondo si fidanzi con la dolce Claretta.

———-

INGRESSO:

Platea € 27,00

Galleria € 22,00

———-

Teatro Parioli Peppino De Filippo 

Via Giosuè Borsi 20, 00197 – Roma

tel. 06 8073040

www.teatropariolipeppinodefilippo.it

 

LEAVE A REPLY