Ars Duo in concerto

Il 15 febbraio, ore 18, all'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"

0
181
Condividi TeatriOnline sui Social Network

L’Ars Duo – violino e pianoforte – sarà mercoledì 15 febbraio alle 18.00 all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone” della Macroarea di Lettere e Filosofia in via Columbia 1) per i concerti di Roma Sinfonietta. Il programma è molto vario e va dal Settecento al Novecento, allineando cinque grandi: Mozart, Brahms, Ciajkovskij, Debussy e Ravel.

La pianista Laura Pietrocini e il violinista Marco Fiorentini hanno formato l’Ars Duo nel 1997. Sono stati ospiti di molte delle più importanti associazioni concertistiche italiane e hanno compiuto tournée in Germania, Spagna, Inghilterra, Francia, Austria, Slovenia, Croazia, Repubblica Ceca, Ucraina, Cile, Argentina, Uruguay, Brasile e Cina. Il loro repertorio si basa principalmente sui grandi classici, ma la loro attenzione va anche alla divulgazione della musica contemporanea. Tra le loro incisioni hanno particolare rilievo il Doppio concerto di Mendelssohn con l’Orchestra da Camera di Parigi e le Sonate per violino e pianoforte di Janacek, Denisov e Prokofiev.

Apre il concerto Wolfgang Amadeus Mozart con le Variazioni su “Hélas, je perdu mon amant” K 360 del 1781, che riprendono la melodia di una canzone popolare francese. Si passa poi alla seconda metà dell’Ottocento con due brani di Johannes Brahms: il primo è la Sonata op. 100 n. 2, le cui atmosfere serene, tenere e liriche riflettono l’atmosfera distesa di una vacanza estive sul lago di Thun, dove venne composta nel 1886; il secondo è lo Scherzo, composto nel 1853 come parte di una Sonata scritta in collaborazione con Schumann e Dietrich, ognuno dei quali s’incarico di un movimento. Quasi coetaneo di Brahms fu Piotr Ilich Ciajkovskij, di cui si ascolteranno Méditation e Scherzo, tratti dalla raccolta Souvenir d’un lieu cher, op. 42. L’ultima parte del concerto è dedicata ai due più grandi compositori francesi del primo Novecento: Claude Debussy con la Sonata del 1917, l’ultima sua composizione, e Maurice Ravel con Tzigane, un colorato pezzo virtuosistico dedicato alla celebre violinista ungherese Jelly d’Aranyi. 

———

 Biglietti: E. 12,00; Ridotti E. 8,00; Studenti E. 5,00

Acquistabili direttamente all’auditorium prima del concerto

Info per il pubblico: 06 3236104, 06 32111712, 339 8693226

romasinfonietta@libero.it – www.romasinfonietta.com

LEAVE A REPLY