Essere Ofelia/Essere Amleto

Dal 1° al 12 marzo allo Spazio Avirex Tertulliano, Milano

0
240
Condividi TeatriOnline sui Social Network

di Paolo Giorgio

(con parole rubate a William Shakespeare)

con Alberto Baraghini e Livia Castiglioni

regia Paolo Giorgio

musica originale Marcello Gori | dramaturg Sarah Chiarcos

visual design Dario Serio

consulenza artistica Francesca Guerisoli

organizzazione Anna De Martini

produzione Casa degli Alfieri – Circolo Bergman

——–

La scena fra Ofelia e Amleto è una delle più misteriose e violente scritte da Shakespeare.

Di Ofelia non si sa nulla. Uno spazio continuamente riempito da altri, da quello che vogliono vedere dentro di lei. Dietro le parole appare il fondo di violenza che sempre più caratterizza il rapporto fra uomo e donna. Di Ofelia oggi si parlerebbe sui giornali e la sua storia scatenerebbe sul Web orde di hater.

Essere Ofelia/Essere Amleto è una cartografia con cui attraversare un territorio sconnesso, un ipertesto in continuo movimento. Un viaggio nel margine di violenza in cui siamo immersi nel nostro agire quotidiano, negli articoli di cronaca, fin dentro lo spazio privato/pubblico dei social network. Nove stanze in cui guardare lo stesso oggetto da diversi piani. Per scoprire che è il tuo sguardo che dà forma al mondo.

——–

Giorni ed orari spettacoli: da mercoledì a sabato ore 21.00 – domenica ore 18.30

n.b. sabato 4 marzo non è prevista replica

Prezzi dei biglietti: € 16 intero / € 10 under 26, over 60, convenzionati

——–

Spazio Avirex Tertulliano

Via Tertulliano 68, 20137, Milano

LEAVE A REPLY