Gennaro Cannavacciuolo: una monografia di scena dedicata al teatro-canzone

Dal 14 al 18 febbraio, ore 21, al Teatro Cantiere Florida, Firenze

0
241
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Gennaro Cannavacciuolo, attore e cantante, ha calcato le scene dei teatri più importanti di Italia ed è stato protagonista di pièces, music-hall e commedie musical che hanno fatto storia, è il protagonista di una monografia di scena dedicata al teatro-canzone, in programma al Teatro Cantiere Florida. Il poliedrico artista napoletano presenterà martedì 14 e mercoledì 15 febbraio, ore 21, VOLARE. Concerto a Domenico Modugno e venerdì 17 e sabato 18 febbraio, ore 21, YVES MONTAND UN ITALIEN A PARIS. In entrambi gli spettacoli Cannavacciuolo interpreta, accompagnato da musicisti dal vivo, i grandi successi di due incontrastati maestri della canzone d’autore. Definito dalla critica “un autentico gioiello”, lo spettacolo “Volare”, che totalizzerà quest’anno 400 repliche dal 2010, anno del debutto, è tutto dedicato a Domenico Modugno: un tuffo emozionante nella storia della grande canzone italiana. Il recital di Gennaro Cannavacciuolo con la regia di Marco Mete, propone in una reinterpretazione personale, le varie strade musicali percorse da Modugno. Uno spettacolo coinvolgente ed interattivo, applaudito dalla critica più esigente, al quale anche la grande Pupella Maggio volle dare il suo contributo, che propone un alternarsi sottile di momenti comici e di alcuni più melanconici, di aspetti gioiosi e di suggestive evocazioni poetiche; uno spettacolo in cui Gennaro Cannavacciuolo miscela il pathos di Di Giacomo al realismo triste-ironico di Eduardo, approdando con successo ad una comicità teatral-musicale dai mille volti. Ad accompagnare Cannavacciuolo le musiche eseguite dal vivo da Marco Bucci – pianoforte, Francesco Marquez – violoncello e Andrea Tardioli – clarinetto e sax contralto.
Il secondo spettacolo della monografia
YVES MONTAND UN ITALIEN A PARIS di e con Gennaro Cannavacciuolo, è un vero e proprio “docu- recital” che, partendo dagli albori toscani di Yves Montand, arriva sino al suo tramonto parigino. Le canzoni più significative dell’artista scandiscono le fasi salienti della sua vita e della sua carriera, costellate da straordinari successi e da impegni politici non indifferenti. Attraverso la musica, Gennaro Cannavacciuolo ripercorre la vita fuori dal comune di Montand, all’anagrafe Ivo Livi: dagli esordi difficoltosi come figlio di immigrati poveri costretto a lavori umili, L’amore, ovvero gli incontri sentimentali della sua vita: Edith Piaf, Simone Signoret che sposerà nel 1951 ed a cui resterà legato per 35 anni, Marylin Monroe e Carole Amiel che sposerà e che gli regalerà la gioia della paternità, gli incontri con grandi uomini di cultura e politici: Prévert, Picasso, Apollinaire, Kruscev,

Kennedy, Tito e Mitterrand, la carriera di interprete dalle bettole di Marsiglia fino all’approdo all’Olympia di Parigi e, successivamente, al Metropolitan di New York; Le canzoni più significative dell’artista scandiscono le fasi salienti della sua vita e della sua carriera. – Il cinema: il periodo di Hollywood, l’incontro con Costa-Gavras. I movimenti coreografici sono di Roberto Croce, mentre le musiche sono eseguite dal vivo da Dario Pierini pianoforte, Andrea Tardioli – clarino-sax, Flavia Ostini contrabbasso, Antonio Donatone batteria. Di grande impatto la proposta di tre numeri danzati con le claquette; Fred Astaire è stato un mito per Montand il quale emulava il ballerino americano e creerà il famoso numero Le garçon dansant.

La scenografia si ispira a quanto inventò Montand negli anni ’50: l’orchestra sul fondo del

palcoscenico, in posizione centrale, nascosta da un velatino verde che attraverso un gioco di luci, a seconda delle esigenze, evidenzierà in musicisti e non solo…

———

INFO:

TEATRO CANTIERE FLORIDA

VIA PISANA 111/ROSSO 50143 FIRENZE

———–

INFO E BIGLIETTERIA da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18 tel 0557135357/ 0557130644 prenotazioni@cantiereflorida.it

Biglietti: intero 15 euro, ridotto 12 euro, studenti 9 euro

LEAVE A REPLY