John Axelrod in concerto

Il 17 febbraio, ore 20, all'Opera di Firenze

0
175
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Simone Donati

Dopo aver diretto un concerto sinfonico nel corso della stagione 2015/2016 e poi la prima mondiale dell’opera Lo specchio magico di Fabio Vacchi durante il 79°Festival del Maggio Musicale Fiorentino, torna sul podio dell’Opera di Firenze il maestro John Axelrod alla guida del Coro e dell’Orchestra del Maggio in un concerto con musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy e Robert Schumann. Di Mendelsshon verrà eseguito uno dei brani probabilmente più conosciuti al mondo: è la marcia nuziale dal Sogno di una notte di mezza estate, composta nel 1842 come musica di scena e diventata di moda pochi anni dopo quando fu eseguita al matrimonio della principessa Vittoria con il principe Federico Guglielmo di Prussia. Alla solennità della marcia nuziale ben si accosta la sinfonia Renana, forse la più amata delle quattro di Robert Schumann, che recava proprio all’inizio del quarto movimento la didascalia «di accompagnamento a una cerimonia solenne».

———

Programma del concerto:

FELIX MENDELSSOHN-BARTHOLDY

Ein Sommernachtstraum (Sogno di una notte di mezza estate) op. 61

Musiche di scena per la commedia di William Shakespeare per soli, coro femminile e orchestra.

Soprani: Sabrina Rausa, Nadia Pirazzini; Direttore del Coro: Lorenzo Fratini.

———  

ROBERT SCHUMANN

Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 97 Rheinische (Renana)

———  

Biografia di John Axelrod

Laureato alla Harvard University nel 1988 e formatosi con Leonard Bernstein nel 1982, ha studiato al Conservatorio di San Pietroburgo con Ilya Musin nel 1996. Grazie ad un repertorio estremamente vasto, a programmi innovativi e al carismatico stile direttoriale, continua ad imporsi sempre più come uno dei direttori più interessanti del panorama odierno. Attuale Direttore principale e Direttore artistico della Real Orquesta Sinfónica de Sevilla (ROSS) e Direttore principale ospite dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”, ha ricoperto i ruoli di Direttore principale della Luzerner Sinfonie Orchester, di Direttore musicale del Teatro di Lucerna e di Direttore musicale dell’Orchestre National des Pays de la Loire (ONPL). Nel 2016 è Principal Conductor del Pacific Music Festival di Sapporo. Sin dal 2001, John Axelrod ha diretto oltre 160 orchestre internazionali, 30 titoli d’opera e 50 prime assolute. Fra le orchestre con cui collabora regolarmente figurano la Rundfunk-Sinfonieorchester di Berlino, la NDR Symphony di Amburgo, la hr- Sinfonieorchester di Francoforte, gli Hamburger Symphoniker, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, il Teatro La Fenice di Venezia, il Maggio Musicale Fiorentino e l’Opera di Firenze, il Teatro San Carlo di Napoli, la OSI di Lugano, la Camerata Salzburg, la Mariinsky Orchestra, la Sinfonia Varsovia, la ORF Radio Symphony di Vienna e i Grazer Philharmoniker, la NHKSO e la Kyoto Symphony in Giappone e, negli USA, la Chicago Symphony, la Los Angeles Philharmonic, la Philadelphia Orchestra e la National Symphony. Oltre ai diversi programmi di repertorio classico e contemporaneo che esegue con la ROSS di Siviglia e la “Verdi” di Milano, nelle prossime stagioni John Axelrod debutta con la Seoul Philharmonic, la Filarmonica della Scala, la Netherlands Philharmonic e ritorna sul podio, fra le altre, dell’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, della OSI di Lugano e dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. La sua attività operistica comprende nuove produzioni del Candide di Bernstein al Théâtre du Châtelet, al Teatro alla Scala e al Maggio Musicale Fiorentino, Flight di Jonathan Dove a Lipsia, Tristano e Isotta ad Angers/Nantes, Evgenij Onegin al Teatro San Carlo di Napoli, il trittico Erwartung, La Dame de Monte-Carlo e La Mort de Cléopâtre per il Festival di Spoleto, la nuova produzione di Aufstieg und Fall der Stadt Mahagonny di Weill all’Opera di Roma, la prima assoluta de Lo specchio magico di Fabio Vacchi per il Maggio Musicale Fiorentino e la nuova produzione di Mirandolina di Martinů per il Teatro La Fenice di Venezia. Per il Festival di Lucerna tra il 2004 e il 2009 ha diretto nuove produzioni di Rigoletto, The Rake’s Progress, Don Giovanni, L’opera da tre soldi, Idomeneo e Falstaff. Appassionato sostenitore delle nuove generazioni di musicisti, John Axelrod collabora con diverse orchestre giovanili professionali, andando in tournée con la Schleswig Holstein Festival Orchestra al Festival di Salisburgo, l’Orchestra Giovanile Italiana in Italia, l’Accademia della Scala a Muscat, la Nord Deutsche Junge Philharmonie in Germania, la Sinfonia Iuventus in Polonia e la Wiener Jeunesse Orchester in Austria. Incide sia il repertorio di tradizione che quello contemporaneo per etichette quali Sony Classical, Warner Classics, Ondine, Universal, Naïve e Nimbus. L’ultimo progetto discografico Brahms Beloved per la Telarc vede l’integrale delle Sinfonie di Brahms con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, abbinate ai Lieder di Clara Schumann in cui Axelrod accompagna Dame Felicity Lott, Wolfgang Holzmair, Indra Thomas e Nicole Cabell.

(Si ringrazia Lungarno Hotels Collections per l’ospitalità di John Axelrod)

LEAVE A REPLY