KLANG altri suoni, altri spazi (2° edizione)

Dal 16 febbraio al 7 giugno in varie città marchigiane

0
249
Condividi TeatriOnline sui Social Network

KLANG altri suoni, altri spazi, rassegna musicale regionale nata con lo scopo di valorizzare esperienze musicali di qualità nazionali ed internazionali che si contraddistinguono per un significativo tasso di sperimentazione e una forte autorialità, intrecciando a volte percorsi con altri festival e rassegne del territorio, giunge alla seconda edizione su iniziativa della Regione Marche, dell’AMAT, del Loop Live Club, con MiBACT, Università Politecnica delle Marche e i Comuni di Ascoli Piceno, Fermo e l’Associazione Nufabric, Montecarotto, Montemarciano, Offagna e NewEvo Festival, Osimo, Pesaro, Porto Sant’Elpidio, Recanati, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Urbino e Fondazione Teatro della Fortuna di Fano. Sedici appuntamenti in tredici comuni compongono il cartellone per una proposta artistica resa più affascinante dalle location particolarmente suggestive che ne potenziano l’impatto emotivo. Non a caso, infatti, lo slogan scelto per la rassegna è altri suoni, altri spazi proprio a sottolineare come ad essere protagonista non sia solo la musica in quanto tale, ma il connubio creativamente esplosivo con i preziosi spazi (teatri, chiese, ecc.) del territorio.

Siamo alla seconda edizione di questa rassegna musicale – afferma Moreno Pieroni Assessore alla Cultura della Regione Marche – che già un anno fa definimmo un evento culturale di grande qualità perchè coniuga la bellezza della musica con quella degli spazi e dei paesaggi, ma quest’anno assume un significato particolare e una valenza speciale, dal momento che si collega ad un contesto regionale purtroppo provato dagli eventi sismici. Ancor più adesso abbiamo bisogno di iniziative culturali di questa portata e di questa qualità per un rilancio dei territori e dell’immagine di normalità della vita culturale marchigiana. Un’ulteriore dimostrazione che le Marche sono positivamente plurali per le eccellenze, ma tutte unite quando si tratta di promuovere assieme l’immagine per poter ripartire con nuovo slancio. Un’ottima iniziativa culturale che porterà ricadute positive anche al sistema turistico.” “Abbiamo accolto l’invito a collaborare con molto entusiasmo – prosegue Sauro Longhi Rettore dell’Università Politecnica delle Marche – perché crediamo che sia bello e giusto avvicinare i portatori di valore come i nostri cantautori italiani di cui siamo ricchi, ai nostri studenti in un luogo significativo per l’Ateneo: l’anfiteatro dell’aula magna, dove facciamo lezione, discutiamo tesi di laurea, ma vogliamo anche raccontare la realtà del presente e il futuro attraverso voci nuove e interpreti come sono questi giovani musicisti.”

KLANG festival entra nel vivo il 16 febbraio al Teatro della Fortuna di Fano con il concerto di Dente, artista amato, seguito, atteso, geniale cantautore che gioca con l’ironia dei gesti e delle parole. Il 24 febbraio KLANG giunge al Teatro della Concordia di San Costanzo con Duke Garwood cantautore e polistrumentista inglese che torna sulla scena musicale con il nuovo Garden of Ashes, dopo essersi lasciato alle spalle Los Angeles e il lavoro con Mark Lanegan. Il 2 marzo Pick a Piper, un progetto dance-pop del canadese Brad Weber, già batterista e collaboratore di Caribou (Daniel Victor Snaith), con i musicisti Angus Fraser e Dan Roberts arriva al Teatro Sanzio di Urbino. The Black Heart Procession, leggendaria band di San Diego, ritorna dal vivo. Per il ventennale della sua pubblicazione la band suonerà nella sua interezza il primo album 1 il 3 marzo al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio in un concerto dal sapore esclusivo. Fin dal loro album di debutto i Taxiwars hanno fatto decine di spettacoli in tutta Europa, esibendosi dai piccoli jazz club ai festival più prestigiosi. Fever è il titolo del loro album, composto da dodici tracce immerse nel jazz in tutte le sue declinazioni, un album ricco di sonorità incredibili proposto al pubblico di KLANG il 4 marzo al Teatro La Nuova Fenice di Osimo. Il 16 marzo è lo splendido Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno ad accogliere Andrea Chimenti, scrittore e poeta, già noto al grande pubblico per essere stato il frontman del gruppo italiano dei Moda. Un omaggio al grande David Bowie, più volte incontrato artisticamente da Chimenti nella sua carriera fino alla collaborazione con Mick Ronson, chitarrista e produttore proprio del Duca Bianco. L’appuntamento del 18 marzo è al Teatro Comunale di Montecarotto con Mimes of Wine, progetto solista della cantante e pianista Laura Loriga. In una dimensione musicale eterea, sognante ma ricca di momenti accesi, le voci calde ed emozionanti di Laura e del suo pianoforte sono sempre in primo piano, forti e fragili al contempo ma pienamente incastonati in una suggestione folk con elementi di classicità e modernità. Di nuovo musica internazionale a KLANG il 24 marzo a San Lorenzo in Campo (Teatro Tiberini) con lo scozzese Gareth Dickson, una delle voci più autorevoli tra i songwriter di nuova generazione. Già collaboratore in studio e in tour di Juana Molina e più recentemente di Vashti Bunyan (special guest nel disco), Dickson ha sviluppato in questi anni uno stile personale e riconoscibile: un picking ricercato, elaborato eppure asciutto, avvolto in vaporosi riverberi elettroacustici, e un cantato sognante, confidenziale, a volte sussurrato, che penetra sottopelle e trasporta l’ascoltatore in una sorta di trance. Targa Tenco 2016 come Miglior Album d’Esordio, La fine dei vent’anni, Premio Speciale PIMI 2016 del MEI per la capacità di equilibrare le risonanze di una certa tradizione, Motta è uno dei cantautori più interessanti e amati della nuova scena musicale italiana in concerto il 30 marzo ad Ancona all’Aula Magna dell’Università Politecnica delle Marche nell’ambito di S4U Storie e suoni all’Università, rassegna promossa dall’Università Politecnica delle Marche. Nel disco convivono canzoni a cavallo tra rock, folk e pop, sospese tra spunti autobiografici e momenti più legati alla sperimentazione sonora. Un appuntamento internazionale attende il pubblico di KLANG il 7 aprile al Teatro Rossini di Pesaro con The Notwist, da sempre band pioneristica nel creare un universo sonoro unico e inconfondibile frutto di innumerevoli elementi ed influenze. Il gruppo – autore di una musica estremamente personale – arriva in Italia per sole cinque date in occasione della pubblicazione dell’album live Superheroes, Ghostvillains & Stuff, uscito ad ottobre per Sub Pop. Svedese di Malmö Catherine Owman attende il pubblico l’8 aprile al Teatro Nuovo di Capodarco di Fermo in collaborazione con Nufabric con le sonorità del secondo disco, When on Fire che si rivela opera molto personale, dove i piani si confondono e si intersecano, fra malinconia, sonorità post rock e dream pop venato di psichedelia, della quale la polistrumentista ha il pieno controllo, oltre a essere l’autrice di tutti i brani e anche produttrice. Il 27 aprile ci si sposta alla Chiesa dell’Annunziata di Pesaro con Fil Bo Riva, appuntamento realizzato in collaborazione con Comcerto. Tre parole, tre città. Roma, Dublino e Berlino. Ventitrenne, nato nella periferia romana e cresciuto in Irlanda, nel 2012 si trasferisce a Berlino per concentrarsi sulla sua musica e dove inizia a suonare come busker. Qui incontra il chitarrista Felix A. Remm e il produttore Robert Stephenson (Mighty Oaks) con i quali inizia a registrare il suo EP di esordio, If You’re Right, It’s Alright. Una voce intensa e un grande talento, fanno di Fil Bo Riva uno dei talenti nascenti della scena musicale europea. Nascosta dietro enormi tastiere e oscillatori digitali, Ramona Gonzalez, aka Nite Jewel, ha creato – in perfetta solitudine notturna – il giusto spazio nel quale potersi muovere in totale liquidità, e così facendo ha schiuso le porte a un ritrovato senso di freschezza e libertà. Liquid Cool, l’ultimo album della musicista di Los Angeles, suona ibrido e sfuggente, disco, electro e synth-pop in salsa DIY. La si potrà apprezzare il 27 maggio alla Chiesa del Sacramento di Offagna in collaborazione con NewEvo Festival. Il 1 giugno al Teatro Persiani di Recanati è la volta di Califone, la band di Tim Rutili in concerto per omaggiare Roomsound, disco d’esordio uscito quindici anni fa, a segnare il passaggio dai Red Red Meat alla nuova creatura Califone. La formazione originale composta da Ben Massarella, Brian Deck, Wally Boudway e Ross Andrews si è ritrovata per un tour nord-americano lo scorso autunno e finalmente approda in Italia con il suo blues post-moderno e sperimentale in un riuscito connubio tra tradizione e sperimentazione. La conclusione di KLANG il 7 giugno al Teatro Alfieri di Montemarciano è affidata al ventisettenne cantautore di Chicago Ryley Walker che dopo aver attraversato gli Stati Uniti in lungo e largo con oltre duecento concerti, decise, sul finire del 2015, che era giunto il momento di lasciare da parte la strada, raccogliere i detriti lasciati alle spalle e dare forma a una nuova raccolta di canzoni. Il risultato è Golden sings that have been sung, otto brani che attraversano con estrema naturalezza territori folk, blues, jazz.

Per informazioni: AMAT 071 2072439, www.amatmarche.net, LOOP LIVE CLUB www.looplive.org/klang.

LEAVE A REPLY