Cello Daddy!

Dal 6 al 12 marzo al Teatro Libero, Milano

0
156
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il talento della più grande violoncellista mai esistita: Jacqueline Du Pré

di Lia Tomatis

con Silvia Giulia Mendola e Silvia Rubino

regia Silvia Giulia Mendola

assistente alla regia Silvia Borsari

musica dal vivo

Produzione PianoInBilico

PRIMA NAZIONALE

——–

Cello Daddy! “Papà violoncello!”: così Jacqueline Du Pré, la più grande violoncellista del secolo scorso, chiamava il suo insegnante di riferimento, William Pleeth, figura fondamentale nel suo percorso artistico e umano. “Jacqueline è straordinaria, ha un istinto come se fosse venuta al mondo non per parlare, ma per suonare”. Questo dice di lei il marito, il celebre direttore d’orchestra Daniel Barenboim.

L’affascinazione per questa donna, per la sua musica, per la sua storia inusuale; il suo dono inspiegabile, la ricerca che ognuno di noi compie su se stesso nell’intento di svelare il proprio suono personale, sono i punti di partenza per la creazione dello spettacolo.

Cominciamo così: un insolito furto, un luogo dimenticato e polveroso, un importantissimo concerto in un altrettanto importante teatro. In scena Viola, una violoncellista professionista in cerca di risposte attraversata da quelle stesse domande che sono state oggetto di analisi per Jacqueline: chi sono quando non suono? Cos’è il talento? Qual è il mio posto? Cosa voglio? Viola intreccerà un dialogo ironico e profondo con una misteriosa figura legata a Jacqueline da una relazione unica. E l’incontro sarà eccezionale per entrambi. “Cello Daddy!” vuole essere un omaggio all’artista, uno studio della sua interpretazione musicale definita leggendaria, ma anche un’indagine della sua vicenda personale. Jacqueline Du Pré è considerata il più grande talento che abbia mai suonato il violoncello. Nell’ottobre del 1973 le viene infatti diagnosticata la sclerosi multipla. Inesorabilmente, la malattia deteriora le sue condizioni fisiche fino alla morte, che avviene a a soli 42 anni. Il suo amore per la musica e per la vita sono alla base di Cello Daddy: uno spettacolo che ci parla di talento non solo nell’arte ma come scoperta delle propie potenzialità e risorse. “Non ho mai avuto il demone della carriera. Amo suonare per la gente, non ho mai pensato di farlo ogni ora e ogni giorno della mia vita”.

——–

Date e orari:

da lunedì 6 a sabato 11 marzo ore 21.00

domenica 12 marzo ore 16.00

biglietti: interi 16 euro, ridotti 12 euro

——–

EVENTI SPECIALI:

Martedì 7 febbraio ore 21 SERATA SPECIALE ALLIEVI

Al termine dello spettacolo la Compagia PianoInBilico incontrera il pubblico per approfondire le tematiche affrontate e rispondere a domande e curiosità. Ingresso riservato agli allievi di tutte le scuole di teatro: 8 euro; accompagnatori: 10 euro.

——–

Mercoledì 8 marzo ore 21 FESTA DELLA DONNA: riduzione a 8 euro per il pubblico femminile

——–

Domenica 12 marzo ore 11 IN PUNTA DI PINTA, ingresso a 10 euro

Performance vocale-musicale-degustativa con: Debora Mancini, attrice; Daniele Longo, pianoforte, tastiere, piccole percussioni e con la partecipazione delle attrici di Cello Daddy Silvia Giulia Mendola e Silvia Rubino – Compagnia PianoinBilico, Allestimento di Francesco Mancini, regia audio-luci di Andrea Pozzoli
, produzione Associazione Realtà debora Mancini nell’ambito di ZaTL Zona aperitivo Teatro Libero.

IN PUNTA DI PINTA è un viaggio ideale nei cinque continenti dove si produce birra e un percorso di sensi, un incontro tra musica e parole, tra timbri e colori, tra suoni e ritmi diversi, ispirati alla birra. Con le parole e la musica si evocano immagini, si suscitano emozioni, si suggeriscono ricette, e il viaggio, mentale-intellettuale e fisico, si completa con l’esperienza sensoriale gustativa e olfattiva della degustazione della birra. Insomma, una scoperta della birra in tutte le sue sfumature: verbali e vocali con la lettura a tre voci; musicali, con melodie di standard jazz e rock, improvvisazioni e sonorizzazioni; percettive grazie alle descrizioni dell’esperto; conviviali con la partecipazione attiva del pubblico. Le letture scelte da Debora Mancini sono tratte da opere di A. Baricco, I. Calvino, P. Rumiz, E. Salgari, W. Shakespeare e da testi sulla storia, sugli stili, sugli ingredienti della birra. Al termine dello spettacolo degustazione gratuita di birre Oro di Milano, presentate da Fabio Lucerna.

ZaTL Zona aperitivo Teatro Libero. prodotto dall’Associazione Realtà Debora Mancini, è una serie di quattro appuntamenti domenicali, nel corso della stagione del Teatro Libero, dedicati alla degustazione di parole, musica e vini: reading musicale e degustazioni guidate, a cura di Fabio Lucerna, di vini biologici e di birre artigianali. Insomma, un momento per conversare e scanbiarsi idee e punti di vista sullo spettacolo.

——–

Info biglietteria:

biglietteria@teatrolibero.it

telefono: 02.8323126

www.teatrolibero.it

Pr acquisto online: https://www.teatrolibero.it/mi-piace

LEAVE A REPLY