Che la pietà non vi sia di vergogna

Il 18 e 19 marzo al Teatro Officina, Milano

0
269
Condividi TeatriOnline sui Social Network

C’è un filo sottile che unisce il viaggio di Dante attraverso i Regni dell’oltretomba e quello di Fabrizio De Andrè lungo i sentieri tortuosi dei diseredati, dei disperati: degli “ultimi”.

———–
Con: Tano Avanzato, Francesco Denaro, Giovanni Igor Avanzato, Erminia Terranova, Salvatore Paci, Siddarta Avanzato
Con la partecipazione straordinaria di: Massimo de Vita
Regia: Tano Avanzato

———–

CHE LA PIETA’ NON VI SIA DI VERGOGNA
Gli “ultimi” secondo Dante e De Andrè

C’è un filo sottile che unisce il viaggio di Dante attraverso i Regni dell’oltretomba e quello di Fabrizio De Andrè lungo i sentieri tortuosi dei diseredati, ed è l’attenzione per gli “ultimi”.

Con questo spettacolo Tano Avanzato e il gruppo Zabara con delicatezza e rispetto seguono quel filo rosso che si dipana sgranando come semi di un rosario le canzoni del cantore genovese e i versi sublimi del poeta fiorentino consegnandoci l’affresco di una umanità che continua caparbiamente a non arrendersi anche quando tutto sembra consegnato alla sconfitta.

“Che la pietà non vi sia di vergogna e non vi rimanga in tasca”. Il senso profondo di questo spettacolo è tutto qui.

———–

Ingresso: 10,00 Euro con tessera associativa

Prenotazione: necessaria e gratuita su www.teatroofficina.it | 02.2553200

———–

TEATRO OFFICINA via Sant’Elembardo, 2 Milano | MM1 Gorla | info@teatroofficina.it | www.teatroofficina.it | 02.2553200

LEAVE A REPLY