Marco Messeri in “Maledetti Toskani”

Dal 14 al 19 marzo al Teatro Niccolini, Firenze

0
109
Condividi TeatriOnline sui Social Network

produzione Gitiesse Artisti Riuniti

con Marco Messeri

Dal Burchiello a Lorenzo ‘il Magnifico’, la Firenze del ‘400

testo, musica e regia Marco Messeri

tromba e trombone Michael Supnick

contrabbasso Guido Giacomini

pianoforte Vincenzo Lucarelli

direzione di scena Giulia Masini

allestimento scenico Luisanna Pandolfi

luci Giovanna Venzi

assistente alla regia Camilla Lopez

———-

Da martedì 14 a domenica 19 marzo Marco Messeri presenta al Teatro Niccolini Maledetti Toskani. Un one man show musicale animato dai testi di due poeti della Firenze del ‘400: il Burchiello e Lorenzo de’ Medici detto ‘il Magnifico’.

In scena – afferma Messeri – costruiamo, dei tanto celebrati Umanesimo e Rinascimento, un esilarante parallelo coi fatti e misfatti a noi contemporanei, avvalendoci di una scatenata arguzia e appoggiandoci su un’allegra e solida impalcatura musicale con Michael Supnick alla tromba e trombone, Guido Giacomini al contrabbasso, Vincenzo Lucarelli al pianoforte”.

Marco Messeri e compagni fanno dunque un comico guazzabuglio di versi pienamente popolari creati dal Burchiello (anche Leonardo ne aveva una copia nella sua cassa di libri e il critico De Robertis arriva a parlare di pop art del tempo) con la Nencia da Barberino del ‘Magnifico’, insieme all’allegria dei suoi canti carnascialeschi.

Una produzione Gitiesse Artisti Riuniti.

La comicità nei toscani c’è sempre stata? In una gustosa e autentica scorribanda alle radici del divertimento, Marco Messeri incontra i Maledetti Toskani, poeti sinceri, navigatori bugiardi, donne bellissime, pittori bruttissimi, stupidi re, zie affamate. Al Teatro Niccolini, da martedì 14 a domenica 19 marzo, rivive la Firenze del ‘400 con il Burchiello e Lorenzo de’ Medici detto ‘il Magnifico’.

Interviene Marco Messeri: “Dice Leon Battista Alberti: “Non frequentare se non persone splendide”. Poi lui dove va? Va in un ritrovo di artisti fiorentini e cioè nella bottega di via Calimala del poeta barbiere Burchiello, che ci ha lasciato un guazzabuglio di versi pienamente popolari. Anche ‘il Magnifico’, l’insuperato filosofo del ‘di doman non v’è certezza’, con i suoi versi ebbe un’immensa fortuna sia nei suoi canti carnascialeschi sia nella accaldata, fragrante Nencia da Barberino”.

I Maledetti Toskani sono il Burchiello, barbiere esplosivo e poeta proto-surreale (“I cani pisciano al sicuro, perché col piè puntellan prima il muro”), Lorenzo de’ Medici, intelligente e sfrontato oltre ogni immaginazione (“Nencia sono innamorato, farfallino alla lucerna, Nencia sono innamorato, moscerino alla taverna, e dammi in una gota un bacio saporito più del cacio!”), ma anche Amerigo Vespucci, Botticelli, Giotto e le sue figlie brutte, Filippo Lippi con le sue amanti da sballo e la zia sgangherata.

Queste e tante altre figure – afferma Messeri – animano una miniera di situazioni curiose, ma realmente accadute, una carrellata di personaggi per un momento storico restituito nella sua quotidianità, nei suoi aspetti meno conosciuti e edificanti, più tragici e più comici”.

Marco Messeri in scena è accompagnato da Michael Supnick alla tromba e trombone, Guido Giacomini al contrabbasso, Vincenzo Lucarelli al pianoforte.

———-

MICHAEL SUPNICK tromba e trombone

Trombonista, trombettista/cornettista, cantante.

Laureato al Berklee College of Music di Boston.

Ha partecipato a varie tournée e festival jazz nazionali e internazionali in collaborazione con Dan Barrett, Carlo Loffredo, Romano Mussolini, Lino Patruno, Fabiano Pellini, Guido Pistocchi, Marcello Rosa e tanti altri.

Attore e musicista nel film La leggenda del pianista sull’oceano di Giuseppe Tornatore (1999).

Ha preso parte a numerosi programmi televisivi con Renzo Arbore e Gigi Proietti.

È il fondatore della Sweet Water Jazz Band.

———-

GUIDO GIACOMINI contrabbasso

Autodidatta, inizia la professione con il basso elettrico nel 1985.

Approda al jazz nel 1990, collabora con vari jazzisti tra cui Irio De Paula e Lino Patruno. Con quest’ultimo ha partecipato a festival internazionali e allo spettacolo La signora in blues. Attualmente dirige un proprio ensemble specializzato in jazz tradizionale e swing (Swing Dogs) dove canta e suona, oltre al contrabbasso, il banjo e la chitarra.

———-

VINCENZO LUCARELLI pianoforte

Nel 1998 ha vinto una borsa di studio ai seminari estivi della Manhattan School of Music di New York dove dal 1999 al 2001 ha studiato pianoforte con Garry Dial e si è diplomato nel maggio 2001.

Studia arrangiamento con Mike Abene e musica d’insieme con Cecile Bridgewater.

Ha inciso tre CD a suo nome: New Cycle Mood, Doublo Check e Campogrande in jazz.

Collabora con Steve Grossman e l’Orchestra Nazionale di Jazz.

Suona regolarmente nei principali jazz club romani.

———-

Prezzi

Interi

I° Settore € 24
II° Settore € 20


Ridotti (over 60, under 26, soci UniCoop Firenze martedì e mercoledì, abbonati Teatro della Toscana (Pergola / Teatro Niccolini / Teatro Era), possessori di Teatro della Toscana Card)

I° Settore € 21
II° Settore € 18

———-

Biglietteria di prevendita

Teatro della Pergola
Via della Pergola 30, Firenze
055.0763333 –
biglietteria@teatrodellapergola.com
Dal lunedì al sabato: 9.30 / 18.30
Circuito regionale BoxOffice e online
https://www.boxol.it/TeatroDellaPergola/it/advertise/maledetti-toskani/179457.

LEAVE A REPLY