Omaggio a Bela Tarr

Dal 14 al 30 aprile al Cinema Spazio Oberdan, Milano

0
213
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Con cinque film praticamente mai distribuiti in Italia, rendiamo omaggio a Béla Tarr (Pécs, Ungheria, 1955), autentica figura di culto del cinema europeo.

Da sempre interessato a temi di natura sociale e politica, ma filtrati da risvolti filosofici capaci di rendere i suoi soggetti universali, Béla Tarr, attraverso un’estetica rigorosa, è riuscito fin dagli anni Ottanta a gettare uno sguardo profondo sulla nostra realtà, facendone emergere contraddizioni, ipocrisie, vizi e disperazione, cogliendone la lenta, inarrestabile e progressiva disgregazione. Un cinema, quello del grande autore ungherese, che restituisce alla settima arte la capacità, fattasi sempre più rara, di farci accedere a un tempo e a un pensiero diversi, di spostare il nostro punto di vista sul mondo.

In programma Il cavallo di Torino (2011), Orso d’Argento, Gran Premio della giuria e premio Fipresci al festival di Berlino 2011, L’uomo di Londra (2007), Le armonie di Werckmeister (2000), Perdizione (1988), Rapporti prefabbricati (1981).

———

CALENDARIO e SCHEDE DEI FILM

14.04 h 21

Il cavallo di Torino

R.: B. Tarr, Agnes Hranitzky. Sc.: B. Tarr, Laszlo Krasznahorkai. Int.: Erika Bok, Janos Derzsi, Mihaly Kormos. Ungheria/Ger./Svizz./Fr., 2011, 146’, vo. sott. it.

Liberamente ispirato a un episodio che ha segnato la fine della carriera del filosofo Friedrich Nietzsche. Il 3 gennaio 1889, in piazza Carlo Alberto a Torino, Nietzsche si gettò, piangendo, al collo di un cavallo brutalizzato dal suo cocchiere, poi perse conoscenza. Dopo questo episodio, che costituisce il prologo del film, il filosofo non scrisse più e sprofondò nella follia e nel mutismo. Su queste basi, Il cavallo di Torino racconta la storia del cocchiere, di sua figlia e del cavallo, in un’atmosfera di grande miseria che anticipa la fine del mondo.

Orso d’Argento, Gran Premio della giuria e premio Fipresci al festival di Berlino 2011.

***

16.04 h 21.15

Rapporti prefabbricati

R. e sc.: B. Tarr. Int.: Judit Pogàny, Robert Koltai, Kyri Ambrus, Janosné Brada. Ungheria, 1981, 102’, v.o. sott. it.

La crisi di una coppia con bambini: i sogni di benessere di lei, che vorrebbe dedicarsi allo shopping e ai divertimenti con il marito, contrapposti alla passività di lui, intento solo a guardare la Tv e a bere birra.

***

18.04 h 17

Rapporti prefabbricati REPLICA

***

19.04 h 21

L’uomo di Londra

R.: B. Tarr, Agnes Hranitzky. Sc.: B. Tarr, Laszlo Krasznahorkai. Int.: Miroslav Krobot, Tilda Swinton, Erika Bok, Janosz Derzsi, Agi Szirtes. Fr./Ger./Ungh./UK, 2007, 132’, v.o. sott. it.

Maloin è addetto agli scambi in una stazione ferroviaria situata vicino a un porto. Una notte, mentre è di turno, assiste per caso a un omicidio sul molo al quale è appena attraccata una nave. Mentre l’assassino fugge, il morto cade in acqua con in mano una valigia, che Maloin recupera scoprendo che è piena di soldi…

***

21.04 h 21

Le armonie di Werckmeister

R.: B. Tarr, Agnes Hranitzky. Sc.: László Krasznahorkai, B. Tarr, dal romanzo melancolia della resistenza di L. László Krasznahorkai. Int.: Hanna Schygulla, Lars Rudolph, Peter Fitz, Jànos Derzsi, Djoko Rosic. Ungheria/Italia/Francia/Germania, 2000, 146’, vo. sott. it.

Nella piazza di un paesino della pianura ungherese, una notte, si installa un camion che trasporta, come attrazione da fiera, il corpo impagliato di un’enorme balena. La accompagna, insieme all’imbonitore, uno strano essere – chiamato il Principe – che presto profetizzerà fine e distruzione. Il giovane postino János assiste impotente al disfacimento dello stato civile e a un’ondata di immotivata violenza partita dagli stessi abitanti del luogo.

***

23.04 h 21.15

Perdizione

R.: B. Tarr. Sc.: B. Tarr, Laszlo Krasznahorkai. Int.: Miklós B. Székely, Vali Kerekes, Gyula Pauer, György Cserhalmi. Ungheria, 1988, 116’, v.o. sott. it.

Le giornate di Karrer si snodano tutte uguali, in un errare scandito dal rumore di una teleferica o dal battere della pioggia. Il tentativo di coinvolgere altre persone nella propria esistenza sarà fallimentare, e a Karrer non resterà altro che odio e solitudine…

***

25.04 h 21.15

L’uomo di Londra REPLICA

***

28.04 h 16.45

Perdizione REPLICA

***

29.04 h 21

Il cavallo di Torino REPLICA

***

30.04 h 16.30

Le armonie di Werckmeister REPLICA

———-

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI

Biglietto d’ingresso intero: € 7,50

Biglietto ridotto con Cinetessera e studenti universitari: € 5,50

———

INFO

info@cinetecamilano.it www.cinetecamilano.it T 02 87242114

Cinema Spazio Oberdan è in Piazza Oberdan (Milano)

LEAVE A REPLY