Piccoli artisti crescono

Dal 22 aprile al Chiostro Del Bramante, Roma

0
118
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Laboratori d’arte per i più piccoli al Chiostro del Bramante

I corsi partono il 22 aprile (ore 11.00) e si terranno ogni sabato alla stessa ora. Il costo è di 10 euro a bambino (visita della mostra + laboratorio), si accede solo su prenotazione (06.915.19.41) e avranno luogo solo se, di volta in volta, si formerà un gruppo di minimo 10 bimbi. I laboratori sono dedicati all’infanzia e alla scuola primaria.

Arte e pedagogia. Spazio aperto in più direzioni, Il Chiostro del Bramante non solo accoglie un grande flusso di visitatori che riempiono le sale espositive per ammirare la mostra dedicata a Jean-Michel Basquiat, ma non trascura un altro tipo di pubblico, quello dei più piccoli, dedicando loro particolare attenzione con percorsi didattici costruiti ad hoc.  Di fondamentale importanza, infatti, è l’accostamento guidato all’arte dei bambini, a quello che sarà il pubblico del domani, così sempre più informato e consapevole.

In una stanza attrezzata con pannelli, pennarelli, colori, pennelli, materiale di vario tipo, dove è possibile disegnare liberamente anche sui muri, i bambini, guidati dalle operatrici dell’associazione culturale Artable dopo aver visitato la mostra, dopo essere stati fruitori, diventano essi stessi protagonisti di un processo esplorativo e creativo. I laboratori, che partiranno il 22 aprile (ore 11) e si terranno ogni sabato alla stessa ora, sono dedicati all’infanzia e alla scuola primaria.

Si parte, dunque, dalla visione della mostra durante la quale sono messi in evidenza i diversi linguaggi visivi utilizzati da Basquiat che spaziava dal fumetto alla pubblicità, applicando le tecniche più svariate, dalla pittura, alla scultura al collage. D’altra parte Basquiat non ha mai negato il suo stile apparentemente infantile, composto anche dalla scrittura che utilizzava per chiarire il significato delle sue opere.  E il suo stile, così semplice, lo trasforma in un vero bambino prodigio: “Non sopporto paletti – diceva – i quadri io li disegno come quando ero bambino”.

Oggi sono un supereroe” è uno tra gli altri temi affrontati dai bambini nei laboratori. Basquiat lavorava sempre con la televisione accesa e sintonizzata sui programmi di cartoni animati, dai quali prendeva spunto per i soggetti dei suoi quadri. Durante la visita, ad esempio, i bambini potranno individuare nelle opere di Basquiat le tracce della città, i segni e le figure della cultura popolare.

Partendo da questi segni, i giovanissimi studenti realizzeranno una storia che avrà come protagonista la sagoma del proprio autoritratto in veste di supereroe fatto su un cartoncino, che alla fine contribuirà alla realizzazione di un grande murales collettivo.

Il disegno, in un percorso di crescita, è una delle prime forme di comunicazione del bambino, attraverso il quale egli manifesta i propri sentimenti, le emozioni, i conflitti.

Giocando e pasticciando con i colori, manipolando materie multiformi, sempre attraverso un approccio ludico con l’arte, il bambino trova un canale per sviluppare la propria creatività, per costruire una propria identità e personalità creativa. Incoraggiati ad esprimersi liberamente, gratificati nelle loro scelte e capacità, i bambini – nei corsi realizzati nel Chiostro del Bramante – intraprendono così il lungo percorso della costruzione della propria identità, della propria autonomia, sviluppano un senso critico nei confronti di ciò che vedono, di ciò che è altro da sé.

Per informazioni: 06.915.19.41

 

LEAVE A REPLY